Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Cinque campi, venti partite in due giorni: comincia l’Intergirone di Italian Softball League

di Michele Gallerani

La squadra per ora dominatrice del girone A dell’Italian Softball League, il Sanotint Bollate, torna in casa, dopo la doppietta di mercoledì 1° maggio a Collecchio, per cercare di mettere tra se e le avversarie un vuoto incolmabile. Nella due-giorni dell’Intergirone (che vivrà in questo week-end il primo di tre turni) il Sanotint Bollate ospita prima le Blue Girls Bologna e poi l’Urbe Roma. Non sarà un compito semplice, soprattutto contro Bologna, che ha dimostrato di essere una squadra molto agguerrita (guida il Girone B, al pari delle campionesse d’Italia in carica della Des Caserta con 6 vittorie e 2 sconfitte). Bellissima si preannuncia la sfida tra i pitcher, “anche se non abbiamo ancora deciso quale sarà la rotazione precisa” afferma il coach bolognese, Gianfranco Casano “Non si tratta di fare pre-tattica, è solo una questione di opportunità, stando a guardare Alice Nicolini, Sanotint Bollate, in battuta (Luigi Bedodi-Oldmangency)quello che accade sul campo”. Una dichiarazione che va letta anche in ottica del grandissimo rendimento, sia della straniera di Bollate, Kristen Wadwell (2 vittorie e 0 sconfitte), sia delle tre lanciatrici italiane: Cecchetti, Nicolini e Boniardi. “Di sicuro Johana Gomez sarà la partente di due partite (ndr una contro Bollate e una contro l’Amga Legnano domenica pomeriggio)” continua Casano, “per il resto si vedrà anche in base ai risultati e, soprattutto, ancora una volta, al tempo: visto che domenica è prevista ancora pioggia”. Bollate invece, come aveva preannunciato nei giorni scorsi il manager, Luigi Soldi, dopo aver utilizzato Nicolini e Boniardi contro Collecchio nel recupero di mercoledì scorso, dovrebbe iniziare con Wadwell e Greta Cecchetti (4-0): “Sabato incontreremo Bologna e domenica Roma. Saranno partite molto diverse. Bologna è una  squadra completa, che disputerà sicuramente i playoff e quindi potrebbe essere una nostra potenziale avversaria in semifinale. Sarà una sfida gustosa per gli appassionati del bel softball, in cui fare pronostici è difficile, ma speriamo di portare a casa un risultato positivo. Roma finora non ha mai vinto nel girone B, proprio per questo non dovremo commettere l' errore di sottovalutarla, dobbiamo pensare sempre a vincere e convincere”.

Nel frattempo, come detto, Urbe Roma (sabato) e Blue Girls Bologna (domenica) incroceranno il loro destino con l’Amga Legnano. La squadra di Hector Tomas Fernandez Rodriguez, finora, ha avuto un andamento altalenante: due vittorie e quattro sconfitte con due partite (quelle contro Bussolengo) ancora da omologare. Mentre il box di battuta, specialmente con Ilaria Pino e Clare Warwick (entrambe sopra media .300) dimostra la solita efficacia, le difficoltà maggiori, in questo inizio di campionato, sono arrivate dalla pedana di lancio, sulla quale Sally Ward e Silvia Durot hanno dimostrato di non essere particolarmente continue. Anche dal loro rendimento, in due giorni molto duri, si capiranno le vere ambizioni della squadra.

Lucia Carlucci Rhibo La Loggia torna in seconda (Cristiano Gatti-Oldmanagency)Intanto in Piemonte, tra La Loggia (dove il Rhibo ospita prima Forlì e poi l’Unione Fermana) e Torino, sul campo di via Passo Buole (dove il Banco di Sardegna Nuoro giocherà contro gli stessi avversari a ordine invertito), ci sarà un tour-de-force notevole. Otto partite nel raggio di pochi chilometri, in meno di 24 ore, da poter gustare, con la squadra piemontese chiaramente intenzionata a cercare di “rubare” quanto più spazio possibile alla capoclassifica Bollate. Le due schiaccianti vittorie ottenute nel recupero di mercoledì, contro Bussolengo, rilanciano le ambizioni del Rhibo, che punta chiaramente a uno dei due posti disponibili nei playoff. Questo sarà un week-end fondamentale anche per testare le ambizioni del Banco di Sardegna Nuoro. Per il momento la squadra sarda è quella che ha sofferto maggiormente dei rinvii (dettati da maltempo e situazioni logistiche) e che ha giocato meno: solo 4 partite, perdendone 3 e vincendone 1. È questo il momento di cercare di mettere punti preziosi per la classifica e valutare le vere velleità.

L’unica squadra del girone B a giocare in casa è la Des Caserta. Le campionesse d’Italia in carica hanno unDaniela Castellani Bussolengo (CB-Oldman) solo obiettivo: fare l’en-plein. Affrontano il Labadini Collecchio e lo Specchiasol Bussolengo e per il manager campano, Enrico Obletter “sono due squadre da non sottovalutare, per motivi diversi. Conosco poco il Collecchio” dice Obletter “ma so che ha un ottimo allenatore. È una squadra che ha avuto qualche problema nell’allestire la rosa, la straniera non sta rendendo al meglio, ma sono convinto che verranno qui per cercare di riscattare le due sconfitte di mercoledì. Bussolengo, invece, è una formazione che conosco un po’ di più e piena di giocatrici molto esperte. Un gruppo solido che ci potrà dare fastidio, specialmente perché la nostra pedana di lancio non ha ancora dimostrato tutto il proprio valore”. Obletter, nonostante le 4 vittorie e 0 sconfitte dell’olandese Dagmar Bloeming (che lancerà sicuramente in due delle quattro partite; nelle altre due si alterneranno le italiane Natti e Ronchetti) proprio da lei vorrebbe qualcosa di più: “Non si è ancora espressa come vorrei, per tanti motivi. Il campionato è diverso dal suo, gli arbitri anche, il feeling con il catcher deve perfezionarsi, ma sono sicuro che quando sarà al meglio farà la differenza”. Parole che sono di stimolo e che dimostrano che, se perfino le più forti d’Italia devono ancora decollare, c’è margine per l’ISL di dare sempre maggiore spettacolo, a iniziare dalla prima di intergirone.

IL PROGRAMMA COMPLETO   LE STATISTICHE   IL PLAY BY PLAY   YEARBOOK ISL 2013