Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Italian Softball League, Caserta allunga

La giornata si apre con una sorpresa nel derby tra Titano Hornets e Blue Girls Bologna. San Marino infligge la seconda sconfitta consecutiva a Johana Gomez (10-2) e lo fa al termine di una partita chiusa, che si risolve solamente al tie-break: 1-0. Il pitcher venezuelano di Bologna concede solo 4 valide, la sua dirimpettaia, Kate Robinson (4-6), ancora Kate Robinson, Titano Hornetsmeno: 2, rimanendo in no-hit fino al sesto. E quando Bologna lascia due corridori sulle basi, nella parte alta dell'ottavo, diventa decisivo per San Marino, l'ingresso in campo come pinch-hitter di Justina Carrera (uno degli ultimi due acquisti, che sostituisce proprio l'esordiente, terza base, Kristi Yoshizawa): il suo singolo a basi piene spinge a casa Ilaria Cacciamani e chiude il match.

Anche in gara 2 le Hornets sembrano avere qualcosa in più e riescono a completare la doppietta. San Marino vince ancora di una sola lunghezza, 3-2, e fa sì che le Blue Girls Bologna perdano la terza posizione della classifica, a favore del Sanotint Bollate che – dal canto suo – completa un'altra delle doppiette di giornata. E dire che era stata proprio la squadra bolognese a passare in vantaggio, con il lead-off Eva Trevisan: in base con quattro balle e a casa sulle battute di Del Mastio (eliminata in diamante), Sojo (valida) e Gomez (valida). Ma, dopo un primo attacco a secco, alla seconda ripresa le Hornets cominciano a colpire duro (4 singoli) il lanciatore partente delle Blue Girls, Emanuela Tomasi (che prima della fine del secondo verrà sostituita da Sun Yue Fen), e si portano in vantaggio 3-1. Nonostante almeno una valida in ogni successiva ripresa, Bologna non riesce a produrre, se non un punto al quinto e così arriva la seconda vittoria stagionale per Alice Ronchetti (2-3) e salvezza per Ilaria Cacciamani.

IL TABELLINO DI GARA 1   GARA 2

Nell'ordine cronologico della giornata, il secondo passaggio è quello che dà la vittoria – in gara 1 – al Sanotint Bollate, che ospitava il Museo D'Arte Nuoro. L'inizio del match è affidato alla rientrante Greta Cecchetti, con Meadows in terza base. Un solo inning in pedana per Cecchetti, poi tocca proprio a Meadows. Dall'altra parte Nuoro presenta Aimee Murch ed è una buona scelta perché, fatta eccezione per la prima ripresa, in cui Bollate batte due sterili valide, rimane poi bloccato fino al sesto. Al contrario il Museo D'Arte passa in vantaggio al terzo: bunt di Pochobradska, doppio di Ambra Collina ed è 1-0.
Il match rimane in equilibrio. Poi al sesto la svolta: singolo di Samantha Beasley, Meadows e Buila eliminate al volo, singolo di Alice Parisi, altro singolo di Marina Mancini e primo punto a casa. Nell'azione il manager del Nuoro, Rodriguez presenta protesto tecnico per una possibile interferenza; si continua a giocare e arriva anche un'altra valida: singolo di Lara Cecchetti, che spinge a casa Parisi e Mancini per il 3-1 finale.

Valeria Bortolomai, Sanotint BollateIl secondo match è molto meno equilibrato. Tanto che Bollate chiude al quinto con una vittoria 8-1, che riconsegna alla squadra di Luigi Soldi il terzo posto in classifica. In pedana, per le lombarde, c'è ancora Greta Cecchetti. Questa volta la sua apparizione è ben più lunga e vale anche la prima vittoria stagionale, con la salvezza di Alice Nicolini. L'inizio, però, è di marca sarda: doppio di Melinda Weaver e singolo di Pochobradska e il Museo D'Arte si porta in vantaggio. Nella parte bassa della prima ripresa subito il pareggio del Sanotint che, poi, comincia a macinare punti: 2 al secondo, 3 al terzo (nel quale si registrano 4 valide in totale, compreso un solo-homer di Valeria Bortolomai) e 2 al quinto che, sommati a tre errori difensivi di Nuoro, chiudono il conto per Bollate che velocizza la pratica e può avere un tempo maggiore di riposo e ricarica delle pile, in vista della doppia sfida della domenica contro la Des Caserta.

IL TABELLINO DI GARA 1   GARA 2

Anche a Forlì, dove il Fiorini ospitava il Dino Bigioni Unione Fermana, la partita del pomeriggio è stata giocata dai lanciatori stranieri: Kylie Reynolds, contro Kimberly Reeder. Vince Forlì, 2-1 ricomincia la rincorsa alla zona playoff, obiettivo della squadra di Davies. Una vittoria nel nome di Michela Vitaliani. È lei che apre con un singolo e poi corre fino a casa per segnare entrambi i punti del Fiorini: alla terza ripresa grazie anche a un bunt valido di Tausaga e unaMichela Vitaliani, Fiorini Forlì battuta in diamante di Pagnini; alla quinta, dopo aver rubato la seconda e spinta a casa dalla sorella, Stefania. L'Unione Fermana prova a rientrare in partita, ma segna solo un punto con Abbruzzetti (valida interna, in seconda quando Reeder viene colpita, in terza su battuta in diamanet di Liberatore e a casa su errore difensivo), ma è troppo poco e si va alla sfida serale.

Puntava alla doppietta il Fiorini e la doppietta arriva. Nella seconda partita lanciano Luana Luconi (1-9) e Mara Papucci (5-6) e il punteggio rimane sullo 0-0 fino al quinto. A quel punto, vantaggio Dino Bigioni Unione Fermana: Abbruzzetti segna dopo un arrivo in base per scelta difesa e un paio di errori difensivi; e sorpasso immediato di Forlì che batte 5 valide (Michela Vitaliani, Tausaga, Pagnini, Stefania Vitaliani e Zauli) per 4 punti e si mette nelle condizioni, con la propria esperienza, di non subire più alcunchè, nonostante la concessione da parte di Papucci di una valida a inning, negli ultimi due attacchi delle marchigiane.

IL TABELLINO DI GARA 1    GARA 2

Tra Rhibo La Loggia e Des Caserta, in gara 1 non c'è partita. Probabilmente per effetto delle scelte dei due Manager che oppongono Michela Musitelli Romani ad Anjelica Selden. Mentre la straniera di Caserta concede una sola improduttiva valida all'attacco del Rhibo, il potente line-up delle campionesse d'Italia tocca con continuità i lanci del pitcher piemontese. Tre valide e due punti nel primo attacco; 2 valide con un Grande Slam di Christina Rolla al secondo inning dicono fine alla partita molto prima del termine vero, al quinto inning, con la vittoria della Des 8-0.

La scelta di opporre il lanciatore italiano allo straniero e viceversa, paga e dà buoni frutti al Rhibo La Loggia, nella seconda partita, almeno inzialmente. Jocelyn McCallum, infatti, riesce a lungo nell'intento di tenere a freno le mazze campane (completamente diversa appare la capacità di rendimento, rispetto alla prima partita), ma non riesce comunque a concedersi la gioia della quarta vittoria stagionale. I punti per La Loggia arrivano al secondo inning, con i singoli di Dalbesio e Rizza e il doppio di Jessica Camello che porta a casa entrambe.
Al quinto Caserta pareggia: homer da due punti di Hailey Wiginton. Al settimo, invece, è Anna Mancini (che aveva sostituito sulle basi Seguella, dopo un singolo a sinistra di quest'ultima) a segnare il punto che rappresenta la seconda vittoria di giornata e lo fa grazie a un lancio pazzo.

Ora poche ore di riposo e poi, di nuovo, tutte in campo. Anzi no, cambio nel turno di riposo, che tcca al Rhibo La Loggia, mentre tornerà a giocare l'Amga Legnano, in casa, contro il Museo D'Arte Nuoro.

IL TABELLINO DI GARA 1    GARA 2

I RISULTATI   LA CLASSIFICA   LE STATISTICHE

E ora, subito sotto con un altro turno di campionato, che si gioca domenica 3 giugno (SEGUI IL PLAY BY PLAY) sui campi di Riccione, Bologna, Legnano e Bollate.