Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Italian Softball League, sedici partite in due giorni

 

Pronti via... Pronti per giocarsi una buona fetta del campionato in una sequenza senza soluzione di continuità che, una volta conclusa, darà sicuramente responsi fondamentali per la composizione dei playoff. Anche se poi mancheranno quattro turni, la "due giorni" del primo week-end di giugno diventa importantissima per la classifica.
Il calendario prevede due turni in rapida successione, con alcuni incastri che permettono alle squadre che viaggiano di non dover fare spostamenti troppo lunghi.

Lindsey Meadows, (Franco Bagattini)Il clou sarà a Bollate dove, il sabato, il Sanotint ospita il Museo D'Arte Nuoro (che domenica si sposterà a Legnano) e domenica avrà il big-match contro la capoclassifica Des Caserta (nel frattempo impegnata sabato a La Loggia, contro il Rhibo). Bollate può finalmente contare sul ritorno a tempo pieno di Greta Cecchetti che Luigi Soldi, Manager bollatese, ha intenzione di schierare immediatamente nella partita del lanciatore ASI. Mentre, Samantha Beasley dovrebbe essere il partente del match contro Nuoro e Lindsey Meadows affrontare Anjelica Selden e Caserta.
A proposito della Des Caserta: la sfida (di sabato) contro la squadra che la insegue da vicino, il Rhibo La Loggia, non è meno importante, ma poi le piemontesi domenica riposeranno e quindi avranno meno possibilità di muovere la classifica. La squadra di Obletter è al gran completo, reduce dalla doppia (strana, per gli orari) vittoria contro Forlì. Le campionesse d'Italia, con questa formula delle quattro partite due giorni, avranno la possibilità di testare le proprie caratteristiche in vista della Coppa dei Campioni di fine agosto. È facile pensare che il Manager casertano possa alternare Natti e Brandi nella partita del lanciatore ASI, mentre non dovrebbe essere in dubbio l'utilizzo di Selden in entrambe le giornate.
Altro aspetto importante di queste sfide incrociate sarà cercare di capire come e quanto riusciranno – soprattutto i lanciatori – a recuperare tra un giorno e quello successivo.

Non lontano (geograficamente) da questo fulcro, a Legnano, il sabato sarà ancora dedicato alla preparazione. Mentre nella giornata di domenica ci sarà un'altra sfida molto importante, interessante e che si annuncia fondamentale per la classifica: per la voglia dell'Amga Legnano di rientrare nei giochi playoff; per il Museo D'Arte Nuoro (che come detto sabato gioca un'altra sfida intensa contro Bollate) di confermare il proprio quarto posto. L'Amga dovrebbe essere al completo, fatta eccezion per le infortunate di lungo corso, Rossini e Dominici, che saranno in divisa, all'occorrenza potrebbero essere utilizzate, ma non sono certo al meglio della condizione. Per il resto, pedana di lancio affidata a Yu Hui Li (5-4) e Laura Gerussi (3-5).

Nuoro arrriverà al confronto già caricata, o appesantita (dipenderà molto dal risultato ottenuto), dalla doppia sfidaPaola Cavallo (Franco Bagattini) contro Bollate. Rosa al completo per Kleyvert Rodriguez Cueto, che però, dovrà fare in conti con il fatto che in pedana di lancio non potrà – a differenza di Bollate, per esempio – compiere molte scelte, ma in entrambe le giornate dovrà affidarsi ad Aimee Murch e Paola Cavallo (ristabilita dopo un risentimento musoclare che l'aveva bloccata la settimana scorsa).

Un'ultima nota sulle partite del "polo lombardo-piemontese", al di là delle previsioni del tempo che, ancora una volta, non sono certo delle migliori, quella di domenica potrebbe essere anche una giornata difficile dal punto di vista logistico e degli spostamenti, vista la presenza nel territorio a Nord di Milano di Papa, Benedetto XVI in visita pastorale.

Il resto delle due giornate di svilupperà nel "polo emiliano-romagnolo". Si gioca a incrocio: San Marino contro Bologna e Forlì contro Unione Fermana, il sabato; la domenica invece Bologna contro Forlì e San Marino (ancora in casa) contro Unione Fermana. Tra queste quattro squadre sono le Blue Girls Bologna a rischiare di più, vista la loro posizione di classifica (terzo posto).
Con risultati favorevoli, Bologna potrebbe anche recuperare il secondo posto, in caso contrario, perdere partite per strada, con avversari che non hanno più molte velleità di classifica e quindi la mente sgombra da pressioni, potrebbe essere un enorme passo falso . Le felsinee comunque pensano a giocare partita per partita, dando per scontato che sia quella contro il Fiorini Forlì, di domenica pomeriggio, la sfida più difficile. Johana Gomez, che nello scorso week-end ha subito la prima sconfitta stagionale (10-1), sarà sicuramente in pedana sia sabato, sia domenica; nella partita ASI la palla sarà affidata a Emanuela Tomasi e Sun Yue Fen, con Irene Lolli pronta da dare una mano. Per contro, il Fiorini si affiderà alla solita grande esperienza di Mara Papucci e Kylie Reynolds. La loro ultima uscita, a Caserta, non è stata certo delle più soddisfacenti, non tanto sotto il profilo tecnico: le partite infatti sono state combattute; quanto piuttosto per colpa delle avverse condizioni in cui si è giocata la doppia sfida alle campionesse. La voglia di riscatto, la voglia di rientrare nei giochi dei playoff è molto alta, ma la speranza di farlo passa attarverso l'en-plein ed è proprio a questo che punta il Fiorini Forlì. Attenzione però: le Titano Hornets – nella partita del lanciatore italiano, con Ilaria Cacciamani e Alice Ronchetti - hanno bloccato Legnano; il Dino Bigioni Unione Fermana ha tolto due partite a Bollate. Saranno sfide di alto livello e molto equilibrate combattute.

 

IL PROGRAMMA COMPLETO    LA CLASSIFICA    LE STATISTICHE    IL PLAY BY PLAY