Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Caserta sempre più sola, Blue Girls in zona playoff

La giornata si apre con il doppio successo esterno del Museo d'Arte Nuoro (6-4, 2-1) sul campo di Verucchio, che rilancia in classifica la squadra sarda.
L'inizio gara vede le Titano Hornets prendere vantaggio grazie ad un homerun da 2 punti di Kate Robinson ed una volata di Angela Albi, Nuoro recupera parzialmente al terzo mettendo i corridori agli angoli e segnando prima su squeeze e poi su una battuta in diamante.
E' sempre Robinson a guidare le Hornets che allungano ancora nella parte bassa del terzo grazie ad un doppio dell'americana in apertura, e ad un singolo di Villirillo che la spinge a casa.
Nei restanti 4 inning sale in cattedra Paola Cavallo che concede solo una valida alle avversarie e permette al Nuoro di ribaltare il risultato.
Al quinto Weaver batte un singolo ed avanza sino in terza grazie ad un errore, il singolo di Pochobradska pareggia l'incontro e la partita arriva alla settima ripresa.
La pitcher delle Hornets, Ilaria Cacciamani, ottiene due out sui primi tre battitori, ma un colpito ed un lancio pazzo permettono alle avversarie di arrivare con due corridori in seconda e terza, a quel punto Ambra Collina batte la valida che spinge due punti a casa e fissa il risultato sul 6-4, punteggio che non cambierà nell'ultimo attacco della squadra di casa.

Gara 2 vede di fronte le due lanciatrici straniere, Murch e Robinson, ed ovviamente il numero di valide si abbassa.
La squadra sarda passa in vantaggio al terzo grazie ad doppio di Pochobradska che spinge a punto Weaver, e raddoppia al quinto; Mele e Pisanu battono due singoli consecutivi e la prima riesce a segnare nell'azione successiva grazie ad un errore di tiro di Cerioni (terza base).
Titano riesce ad arrivare a punto solo nell'ultimo turno di attacco, Angela Albi batte un doppio e completa il giro delle basi su due battute in diamante, ma l'eliminazione 1-3 di Monari chiude definitivamente l'incontro.

IL TABELLINO DI GARA 1    GARA 2

Un'altra doppietta esterna arriva da Montegranaro dove le Blue Girls Bologna di Giacomo Livi ottengono due vittorie risicate contro l'Unione Fermana (4-3 , 4-2) e si proiettano in zona playoff.
In gara 1 tutte e due i manager schierano le lanciatrici straniere e la squadra felsinea va sotto nel punteggio al terzo inning; dopo il vantaggio siglato da una valida di Del Mastio, l'Unione Fermana riempie le basi grazie a due colpiti e va sul 3-1 grazie al triplo di Schuztler.
Nella seconda parte dell'incontro Bologna riesce a ribaltare il risultato, al quinto Trevisan apre con un singolo ed arriva in terza su rubata ed errore difensivo, la volata di sacrificio di Gomez accorcia le distanze, ed al settimo tre valide consecutive di Trevisan, Gomez e Sojo (doppio) riportano le felsinee in vantaggio per 4-3.
Il risultato viene difeso da Gomez nella parte bassa del settimo, nel quale la Bigioni Fermana non riesce mai ad arrivare in base.

La partita delle lanciatrici italiane ha un andamento praticamente identico, le marchigiane si trovano in vantaggio per quasi tutta la partita e Bologna rimonta al settimo.
Al terzo le marchigiane fanno avanzare Marcolini in diamante col gioco corto ed approfittano di un errore difensivo per passare in vantaggio.
Dopo il temporaneo pareggio bolognese al sesto la Fermana torna in vantaggio, Kim Reeder batte un doppio al centro e viene rilevata dal pinch runner Tittarelli, pronta a scattare in terza su lancio pazzo, il bunt valido di Mucciconi la spinge a casa nel turno successivo.
Nella parte alta del settimo due errori difensivi affossano l'Unione Fermana che sommati alle due valide di Pedrazzi e Del Mastio permettono alle bolognesi di segnare 3 punti che di fatto chiudono la partita.

IL TABELLINO DI GARA 1    GARA 2

A Bollate il Sanotint ed il Rhibo La Loggia si sono divise la posta, la prima partita è favorevole alle padrone di casa che la fanno terminare al quinto inning (9-0).
All'inizio sono i singoli di Kosterink e Meadows a portare sull'1-0 Bollate, poi McCallum ha una crisi di controllo e concede ben 5 basi per ball consecutive dopo un doppio concesso a Buila.
Al quarto inning Bollate dilaga, cinque valide consecutive tra cui i tripli di Bortolomai e Marazzi fissano il punteggio sul 9-0, La Loggia non riesce a segnare al quinto e la partita termina come da regolamento.

Il Rhibo si prende la rivincita in gara 2, con le lanciatrici italiane in campo, Turazzi per le ospiti e Betti per la squadra di casa.
Le torinesi vanno in vantaggio al terzo, Jessica Camello spinge a casa il primo punto con un triplo e segna il secondo su errore difensivo.
Bollate risponde al quarto inning che viene aperto dal doppio di Meadoews, spinta a casa dal singolo di Parisi, che successivamente avanza su due bunt e ruba casa base pareggiando l'incontro.
La partita si decide al settimo dopo che le LaLoggia e Bollate lasciano rispettivamente 3 e 2 giocatrici sulle basi nella sesta ripresa.
Le torinesi iniziano subendo due eliminazioni ma il singolo di Pfeiferova ed il doppio di Camello riportano avanti le ospiti per 3-2; al cambio di campo Turazzi si ritrova con il corridore in terza ed un solo eliminato, ma riesce comunque a chiudere la ripresa dopo un provvidenziale strike out su Cecchetti, una base intenzionale a Kosterink ed una groundball su Bortolomai.

IL TABELLINO DI GARA 1   GARA 2

A Legnano il Des Caserta dà l'ennesima dimostrazione di forza con due vittorie nette e larghe (4-0 , 9-1).
In gara 1 la one-hit di Anjelica Selden, che non concede neanche una base per ball, inibisce l'AMGA a qualsiasi possibilità di vittoria.
Caserta aspetta con pazienza il calo di Yu Hui Li, che arriva nel finale, al sesto inning l'attacco delle campane fa vedere la sua potenza, dopo la base a Rolla arrivano il doppio di Tucker, il singolo di Seguella ed il triplo di Wiginton, che mettono 3 punti sul tabellone e danno un buon supporto alla Selden.
Un altro punticino arriva al settimo sul fuoricampo di Christina Rolla, che arrotonda il punteggio sul 4-0.

Gara 2 dura una sola ripresa, Caserta segna 8 punti subito contro Gerussi e Barone, e la prima esce dal campo senza aver completato nemmeno on out.
Nella prima ripresa arrivano ben 5 valide tra cui un triplo con 3 Rbi di Fiorio ed un grande slam di Wiginton, che portano Caserta sull'8-0 e rendono il resto dell'incontro una pura formalità.
Unica soddisfazione del Legnano il fuoricampo di Lei Dong Hui al quarto, che rende meno amara la serata, la quale terminerà poco dopo, alla quinta ripresa per manifesta inferiorità sul punteggio di 9-1.

IL TABELLINO DI GARA 1   GARA 2

LA CLASSIFICA