Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Nell'Italian Softball League partono con una doppietta Caserta, Macerata e Titano Hornets

Regala emozioni e grandi duelli in pedana di lancio la prima giornata dell'Italian Softball League, che premia Caserta, Titano Hornets e Macerata, che hanno firmato una doppietta. Le campionesse d'Italia hanno rispettato i pronostici a Montegranaro. In garauno, le ragazze di Obletter hanno chiuso i conti al 1° attacco con tre punti battuti a casa da Novelli e Galassi (2), per poi allungare al 2° ed al quarto. Dentro al cerchio nessun problema per Anjelica Selden (1bv-11so), che ha vinto il duello con Luana Luconi. In garadue all'Unione Fermana non è bastata la grande prestazione di Juarez (4bv-11so), per piegare le regine delle ultime due stagioni che, con Filiput e Natti in pedana, si sono aggiudicate l'incontro grazie a due punti al 5°, grazie ad un doppio di Novelli e ad un errore. Caserta era passato in vantaggio al 2°, ma era stato raggiunto dall'homer di St Clair.

Macerata passa due volte sul diamante della matricola Caronno. Nel primo confronto Kristen Wadwell (2bv-13so) ha la meglio su Kalinova e Marsikova in un match risolto dalle marchigiane con 1 punto al 2°, 2 al 4° e 1 al 7°. In serata Cacciamani ha sorretto a dovere la squadra nel duello con Micalizzi e Sheldon. Dopo aver aperto le marcature al 1°, Macerata ha dilagato con 3 punti al 3° e 5 al 6°. Hr per Campalani e Wadwell.

La sorpresa della giornata è arrivata da Villa Verucchio: le Titano Hornets hanno piegato il Fiorini Forlì in volata, dimostrando grande grinta. Nel primo match Alice Ronchetti (4bv-11so) ha fatto proprio il duello con sua maestà Mara Papucci (8bv). San Marino è fuggito al al 2° ed un fuoricampo da tre punti di Andrea Montanari al 3° ha ribaltato la situazione. Al 6° le locali hanno girato a loro favore la gara con quattro punti, con tre bv (triplo Dall'Aglio) e due errori. Le ragazze di Tontini hanno fatto il bis dopo uno splendido duello tra Megan Brown (3bv-13so) e Kyle Reynolds (3bv-12so). Decisiva all'8° una battuta di Ricchi che ha spinto a casa Simona Conti. 

Nell'Opening Day ci sono stati anche due pareggi. Al "Francesco Sanna" di Nuoro l'Amga Legnano ha esordito con un 10-0 maturato però nelle ultime due riprese. Dopo essere passato in vantaggio al 1° con l'homer di Monica Verga, il team di Bloodworth si è scatenato nel finale con 4 punti al 6° e 5 al 7°. In garadue, però, la Meadows (2bv-10so) ha contribuito al riscatto sardo, vincendo il duello con Castellani e Musitelli. Vantaggio locale al 3° (2-0), le ospiti hanno  pareggiato  al 6°, ma al cambio di campo un doppio di Paola Cavallo ha spinto a casa la Zicconi per la vittoria del Museo d'Arte.  

A Bollate, La Loggia ha vinto garauno con una no-hit combinata di Turazzi (7so) e Brandino (0,2rl). Il match deciso dai cinque punti segnati dalle piemontesi sulla giovanissima Nicolini (0,1rl, 1bv, 4bb). Al 6° gli ultimi due punti. Il riscatto della compagine di Luigi Soldi è arrivato al 6° inning di garadue con i tripli di Lara Buila e Elena Spada. La Loggia in vantaggio al 3° e pareggio lombardo al 5°. Lanciatrice vincente Kate Robinson (3bv-8so), perdente Brandino, che ha preso il posto della Murch.

Il quadro dei risultati della prima giornata: Unione Fermana-Des Caserta 0-5, 1-3; Rheavendors Caronno-Foresi Macerata 0-4, 0-10 (6°); Titano Hornets-Fiorini Forlì 5-3, 1-0 (8°); Museo d'Arte Nuoro-Amga Legnano 0-10, 3-2; Sanotint Bollate-Rhibo La Loggia 0-7 (5°), 2-1.

Classifica: Caserta, Macerata, San Hornets 1000 (2-0); Legnano, Nuoro, La Loggia, Bollate 500 (1-1); Unione Fermana, Caronno, Forlì 0 (0-2).

TABELLINI E PLAY BY PLAY DELLA PRIMA GIORNATA