Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

IL BOLLATE SOFTBALL SI LAUREA CAMPIONE D'ITALIA CADETTE E FESTEGGIA I CINQUANTA TRICOLORI

E' sempre festa in casa del Bollate Softball. La società lombarda della famiglia Soldi ha festeggiato nello scorso fine settimana nientemeno che il cinquantesimo titolo italiano. A portare i colori biancorossi sul più alto gradino del podio sono state le Cadette di Angelo Nicolini, che hanno messo in bacheca il quattordicesimo tricolore consecutivo sul diamante di Caronno Pertusella, ma anche su quello amico di Ospiate dopo un sabato caratterizzato dal maltempo. Dopo aver travolto il Macerata (24-1) e il Caronno (10-4), il Bollate ha chiuso i conti definitivamente con un perentorio 13-1 al Parma. Alle spalle nelle regine si è sistemato il Rheavendors Caronno padrone di casa (vittorioso per 3-2 sul Parma e 16-0 sul Macerata). Terzo posto per l'Old Parma (8-1 al Macerata, finito quarto.

"Queste ragazze - è il commento di Angelo Nicolini - hanno meritato lo scudetto per come hanno giocato queste tre partite, ma a loro va riconosciuto il grande impegno che hanno profuso durante l'intera stagione. Queste ragazze si sono sempre allenate cinque giorni su sette e dal sedici agosto erano già in campo per prepararsi alla fase finale del campionato. Ogni allenatore sa che la parte più difficile è proprio quella di mantenere la giusta tensione e la necessaria concentrazione in ogni allenamento, ed una preparazione fatta bene rende la partita più facile. La forza di questa squadra sta nell'essere un gruppo unito, con una mentalità positiva e con un formidabile spirito di sacrificio. Qui giocano tutte e non solo chi ha le migliori capacità tecniche, ed il gruppo cresce con l'apporto di chi gioca e di chi sta nel dugout. Non c'è bisogno di una leader perché sono 12 leaders con individualità e responsabilità ma sempre al servizio della squadra. Da sempre noi qui a Bollate abbiamo come punto di riferimento per la nostra attività l'amore e la passione per il gioco, il rispetto del lavoro altrui e degli avversari. E sono orgoglioso che questi insegnamenti siano stati recepiti e vengano messi in pratica quotidianamente. Ovviamente i meriti di questo successo spettano alle ragazze, perché sono loro le protagoniste che scendono in campo. Un grande ringraziamento a chi ha collaborato con me alla gestione di questa squadra, Davide Soldi, Paolo Boniardi, Gianfranco Cozzi e non dimentico il fondamentale lavoro di base fatto sulle ragazze negli anni passati da Pippo Cucarollo, Tino, Daniela e Guido Soldi,  tutti allenatori da cui ho imparato molto, anche se con Guido non eravamo mai d'accordo (ride - n.d.a.).  Con questo 14° scudetto delle Cadette arriviamo a ben 50 titoli nazionali conquistati dal Bollate e la ulteriore conferma di aver il miglior settore giovanile d'Italia. Siamo una società in controtendenza rispetto ad altre realtà, siamo in continua crescita per numero di tesserati, atleti ed allenatori, creiamo interesse, attiriamo l'attenzione di molte persone che si avvicinano a questo sport. Nell'interesse nazionale, e con l'aiuto e la collaborazione degli organismi federali si potrebbe fare anche di più, anche a livello internazionale. Il softball può e deve crescere".

La squadra campione d'Italia:  Giulia Bollini,  Serena Boniardi,  Elisa Cecchetti, Laura Costa,  Sara Cozzi, Rebecca Ferraris, Giorgia Fumagalli,  Elda Ghilardi, Simona Lazzarini,  Linda Leonesio, Alice  Nicolini, Giorgia Perricelli.