Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

ITALIAN SOFTBALL LEAGUE, CASERTA E FORLI' SI AVVICINANO AL VERTICE

S'infiamma l'Italian Softball League, con Caserta e Forlì che a suon di vittorie si avvicinano minacciosamente al Legnano. Il Des Caserta soffre tremendamente la vivacità del Mosca Macerata, ma riesce ad imporsi di misura in entrambe le gare.  Dopo essersi aggiudicata per 6-5 (vincente la solita Papucci, con 9 valide al passivo però) una gara che stava conducendo 6-2, la formazione di Enrico Obletter s'è aggiudicata solo al supplementare una partita che ha visto Anjelica Selden vicina al perfect game, spezzato al settimo inning da un triplo di Ana Antonetti. La lanciatrice del Des, che ha messo insieme anche 15 strike out, ha comunque chiuso con una one-hit, riuscendo a vincere il duello con la Chandler (5bv-10so), grazie ad un errore della Antonetti, che ha consentito a Natalia Cimin di segnare l'1-0 al tie-break.   

Con una one-hit dell'esordiente Gina Oaks, il Fiorini Forlì si avvicina al vertice,  rispettando i pronostici nel duello con l'Unione Fermana.La Oaks, schierata in terza base, aveva dato il suo importante contributo anche in   gara1, in cui aveva chiuso a 2/3 con 2 pbc. La protagonista assoluta dell'incontro è stata però Leslie Malerich, perfetta nei quattro inning lanciati (0bv-10so), prima di lasciare la scena a Filiput. Il Fiorini ha chiuso il match al 1° in cui ha segnato tre punti sulla Pistelli (6bv), con due valide e due errori marchigiani. Stesso copione in garadue, con le Bombacci girls subito avanti 3-0, prima di segnare tra il secondo ed il quarto inning i punti necessari per chiudere al 5°. L'Unione Fermana, con un singolo di Mucciconi al centro, è riuscita a spezzare la no-hit dell'ex professionista.

Grande impresa al "Francesco Sanna" di  Nuoro del Museo d'Arte che ha inflitto una doppia sconfitta al Madige La Loggia. La formazione sarda di Antonino Foti ha firmato uno shutout in garauno, ma ha compiuto un sensazionale exploit in garadue senza lanciatrice straniera. Priscilla Prandi non è stata da meno di Kelly Hardie. La talentuosa lanciatrice laziale non ha potuto fare nulla con Kelly Hardie (sue  le valide del 2-0 al 1° e al 3°) e di Dana Degen (solo homer al 5°), ma è riuscita a uscire da vincitrice grazie al fuoricampo da tre punti del ricevitore Linda Corbellini al sesto, accompagnata a casa da Marchesano e Spurna. La Cobellini al 2° aveva invece segnato il momentaneo pareggio, sulla valida di Paola Cavallo.

Doppietta anche per il Sanotint Bollate contro San Marino che aggancia La Loggia al quarto posto. Nel confronto pomeridiano le lombarde avevano chiuso i conti in due inning, costrigendo Simona Conti a subire cinque valide e quattro punti. Una partenza che ha permesso alle ragazze di Luigi Soldi di vivere di rendita, grazie alla prestazione di Greta Cecchetti (5bv-10so), che ha subito un solo punto, a causa di un errore difensivo.

La grande prestazione di Kate Robinson sia in pedana (3bv-9so) che in attacco (3/3)  hanno poi consentito al Bollate di fare il bis sotto i riflettori. Tutto il line-up biancorosso ha comunque  toccato con continuità di lanci di Megan Brown (7bv-3bb-8so)

I risultati della quinta di ritorno: Mosca Macerata-Des Caserta 5-6, 0-1 (8°);  Fiorini Forlì-Unione Fermana 6-0, 7-0 (5°);  Titano Hornets-Sanotint Bollate 1-5, 1-5; Museo d'Arte Nuoro-Madige Sport La Loggia 2-0, 4-3.  Riposava: Amga Legnano.

Classifica: Legnano 750 (15-5);  Caserta 727 (16-6); Forlì 667 (16 -8); La Loggia e Bollate 542  (13-11); Nuoro 500 (11-11); Macerata 423 (11-15);  Titano 346 (9-17);  Unione Fermana 083 (2-22).

Martedì (dalle 15) recupero Sanotint Bollate-Amga Legnano. 

 

I TABELLINI