Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

CASERTA FINISCE AL PRIMO POSTO NELLA REGULAR SEASON ED AFFRONTERA' SAN MARINO NELLE SEMIFINALI SCUDETTO

L'ultimo turno di Italian Softball League lascia le cose come stanno, anche se garauno aveva regalato emozioni a non finire, facendo ipotizzare anche qualche clamoroso cambiamento. Il ventottesimo incontro di regular season ha ufficializzato la griglia di partenza delle semifinali scudetto , che scatteranno il prossimo 8 agosto, che era prevedibile alla vigilia: Caserta-San Marino e Forlì-Bollate.

Il Des Caserta ha concluso la regular season al primo posto, risolvendo la pratica Cassa Padana Parma in dieci inning, con venti punti a zero,  ventotto valide messe a segno ed una sola subita, con una no-hit in garadue di Davis e Birocci. Nella prima partita alla formazione campana era bastato il primo inning (8 punti e otto valide) per chiudere i conti con Parma. Alla fine saranno quattordici le valide (4/4 Millard con 5pbc), contro una concessa da Mara Papucci, che con l'aiuto di Valentina Tarricone, ha permesso a Lisa Birocci di riposare. Nel secondo atto della sfida le casertane segnavano due punti al 1° attacco, 1 al terzo e quattro (compreso un fuoricampo da due punti di Melissa Sanchez) che servivano a chiudere ancora prima del limite.

 Il Fiorini Forlì avrà il vantaggio di giocare l'eventuale bella nella semifinale con  San Marino dopo aver chiuso con un pareggio il duello con il Mosca Macerata, che fino all'ultimo ha sperato in una rocambolesca qualificazione. Nella sfida delle italiane (a sorridere è stata Campalani) Forlì e Macerata hanno ingaggiato un duello appassionante, altalenante, ricco di valide (22 in totale) e di errori (7).  Il Mosca scattava sul 3-0, ma tra la fine del terzo ed il quarto Vitaliani e compagne volavano sul 5-3, ma le marchigiane chiudevano i conti segnando quattro volte al 5° con quattro valide (triplo da due punti di Galassi) ed un errore, ed uno al sesto. Nell'ultimo assalto il Fiorini accorciava le distanze con un doppio di Ray, il singolo di Avanzi e la volata di sacrificio di Sabrina Del Mastio ma Laura Campalani chiudeva con uno strike out su Eva Trevisan, che permetteva  a Macerata di agganciare momentaneamente  le Titano Hornets. Le "Bombacci girls" si sono vendicate sotto i riflettori, grazie ad una two-hit di Leslie Malerich, a dieci battute valide e ad un big-inning da cinque punti e sei valide (con un triplo a basi cariche di Tausaga) al 4°. A portare in vantaggio le campionesse d'Italia era stato però un triplo della Halova al 3°.

 Le Titano Hornets hanno conservato, con qualche rischio, il quarto posto sul campo del Museo d'Arte Nuoro.  Le ragazze di Matteo Tontini si sono assicurate la qualificazione alle semifinali  vincendo garadue.  Nel primo turno la formazione di casa sul 2-0, ma la rabbiosa reazione ospite portava alla segnatura di cinque punti (2 al 2° e 3 al 3°); un vantaggio che Hamby e Fleeman riuscivano a difendere fino alla fine. Nella prima partita, dopo l'1-0 delle sammarinesi con il solo homer di Samantha Fleeman, era stato invece un grande slam di Kate Gentile al terzo a dare la svolta decisiva. Nuoro insisteva e grazie a dodici valide (2/3 Gentile con 6pbc; 3/4 Petraskova e Collina) chiudeva addirittura al sesto per manifesta superiorità Ottima la prova di Paola Cavallo (6bv)

 L'Amga Legnano  ha chiuso la regular season con una doppietta nel derby lombardo con il Sanotint Bollate. Un risultato a sorpresa, ma che non fa una grinza sul campo, con le campionesse d'Europa che hanno messo in mostra notevoli miglioramenti. In garauno alle ragazze di Luigi Soldi non è stata sufficiente la bella prestazione di Greta Cecchetti (4bv, 8so), che è stata però costretta a capitolare tre volte. Il doppio di Rossini spingeva a punto Castellani (in base per errore) e Musitelli (valida), poi una base ball a Panepinto faceva segnare il 3-0 al Legnano. Il Sanotint si portava sul 3-2 al 3° con le valide di Mattiolo e Marazzi, ma erano le biancorosse di Monti Van Brunt a siglare il 4-2 con il doppio di Musitelli che mandava a casa Castellani, la lanciatrice vincente del match. Il Legnano faceva il bis in garadue imponendosi per manifesta superiorità contro un Bollate orfano di Kelly Hardie, che si è affidato alla giovanissima Francesca Betti. Tutto facile per Sonia Garnett, che ha chiuso con quattro valide al passivo. Nel box in evidenza Panepinto (3/5, 4pbc) e Kate Judd, che ha firmato anche un fuoricampo.

 I risultati del 14° turno di Italian Softball League:

Museo d'Arte Nuoro-Titano Hornets  9-2, 4-6

Fiorini Forlì-Mosca Macerata 6-8, 6-0

Cassa Padana Parma-Des Caserta  0-13 (5°), 0-7 (5°)

Sanotint Bollate-Amga Legnano 2-4, 2-12 (6°)

 CLASSIFICA:  Caserta 786  (22-6);  Forli 714 (20-8), Bollate 571 (16-12);   San Marino 536 (15-13);  Macerata  500 (14-14); Legnano 464 (13-15);  Nuoro 357 (10-18); Parma 071  (2-26).

Semifinali scudetto (al meglio delle cinque gare),  8-15 agosto:  Titano Hornets San Marino-Des Caserta, Sanotint Bollate-Fiorini Forlì