Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

L'AMGA LEGNANO TORNA GRANDE E PIEGA IL DES CASERTA NELL'UNICO PAREGGIO DEL DECIMO TURNO

L'Amga Legnano costringe al pareggio la capolista Des Caserta nel decimo turno dell'Italian Softball League. Le campionesse d'Europa in carica, dopo essersi arrese in volta in garauno, riuscivano nell'impresa di fermare la corsa della regina nel match riservato alle lanciatrici straniere.  A otto partite dalla fine, Pino e compagne hanno ancora cinque lunghezze di ritardo da San Marino, ma cercheranno di chiudere nel migliore dei modi per fare bella figura in Coppa Campioni e dare un senso alla stagione. Al terzo era la Smethurst a sbloccare il risultato, mandando a casa la Panepinto. La replica del Caserta portava due punti, segnati da Seguella e Millard su due errori avversari. Le lombarde non ci stavano ed al 5° rimettevano la testa avanti grazie al triplo di Panepinto, a segno sulla valida di Dominici, e grazie al punto di Albè (sostituto corridore della Smethurst) su un lancio pazzo di Birocci. Van Brunt chiamava in pedana Daniela Castellani per sostituire una brillante Musitelli.  Tre valide al 6° fruttavano i due punti del sorpasso che consentivano a caserta di spuntarla. Nona vittoria per Lisa Birocci. In garadue ha regnato un grande equilibrio per sei riprese. Il break decisivo è firma di Kate Judd, che ha fatto segnare Verga e Magenta.  In pedana successo della Smethurst (4bv-11so) e primo stop per Jennifer Davis.

La mezza battuta d'arresto consente a Bollate e Forlì di riportarsi ad appena due gare dalla vetta.

Il Sanotint ha fatto il pieno con il Museo d'Arte Nuoro. Il primo incontro si decideva praticamente in apertura: Brenda De Blaes era salva su errore, Dana Degen batteva valido ed entrambe accompagnavano a casa Valentina Marazzi che trovava un fuoricampo da tre punti. Immediata la replica sarda: triplo di Logan, a punto sulla volata di Spada. La stessa Spada al 3° trovava un solo homer, 3-2. Il risultato non cambiava più grazie al dominio delle lanciatrici Cavallo e Spada (entrambe 5bv). Garadue si è risolta al 3°, in cui Bollate ha segnato i due punti decisivi. Le altre segnature (c'è stato anche un solo homer di Bortolomai) sono servite a chiudere il match con una ripresa d'anticipo. Lanciatrice vincente Hardie (4bv-10), perdente Foster (9bv-9so).

Il Cassa Padana Parma mette paura alle campionesse d'Italia del Fiorini Forlì, ma finisce per cedere entrambe le gare.  Nei primi due inning di garauno le ragazze di Stefano Cenci si portavano avanti 5-1. Al Fiorini bastava però un terzo attacco da sei punti, 4 valide e due errori difensivi per ribaltare la situazione. Altri tre punti e quattro valide consentivano alle ragazze di Kumeroa, che hanno chiuso con sedici valide,  di prendere il largo. Ma non era ancora finita. Le padrone di casa colpivano ancora Irene Lolli (12bv) e  segnavano quattro punti al 6° ed uno al settimo, limitando così il passivo.  Più facile la vittoria delle "Bombacci girls" nel secondo confronto. Il Fiorini passava al 1° ed allungava al 3° con altri due punti Leslie Malerich (3bv-10so) non consentiva alle locali di segnare,  mentre prima della fine Vitaliani e compagne portavano a sei i punti sulla Marsikova (8bv).

Due vittorie di misure consentono alle Titano Hornets di mettere una bella ipoteca sul quarto posto. Il Mosca Macerata è stato un degno rivale, a dimostrazione che le giovanissime volute dal diesse Franco Cippitelli stanno crescendo in fretta. C'è voluto un supplementare per trovare un vincitore nella gara riservata alle lanciatrici italiane. Macerata e Titano Hornets si sono rincorse per tutta la gara senza mai riuscire a fuggire. Addirittura il Mosca trovava due punti al settimo, ma le sammarinesi pareggiavano ancora. All'ottavo però Tonya Callahan firmava la valida decisiva, portando a casa dalla terza Katia Boscarol.  Decisivo e vincente il rilievo di Anita Rosano (1bv in 2.2rl). Buono anche il comportamento delle partenti Gerussi e Campalani.  In garadue cinque riprese erano dominate da Hamby e Mc Callum (3bv-5so). Al 6° un singolo di Tollenaere portava in vantaggio Macerata. Al cambio di campo, però, due errori condannavano le marchigianie, costrette a capitolare due volte senza subire valide dalle sammarinesi.

 I risultati del decimo turno dell'Italian Softball League:  Museo d'Arte Nuoro-Sanotint Bollate  2-3, 0-7 (6°);  Des Caserta-Amga Legnano 4-3,  0-2; Titano Hornets-Mosca Macerata  5-4 (8°), 2-1; Cassa Padana Parma-Fiorini Forlì 10-13, 0-6.

Classifica:  Caserta 800 (16-4);  Bollate e  Forli 700 (14-6);   San Marino 600 (12-8); Macerata 400 (8-12); Nuoro e  Legnano 350 (7-13);  Parma 100 (2-18).