Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

CASERTA E FORLI' SCALDANO I MOTORI IN VISTA DELLA SUPERSFIDA DI SABATO PROSSIMO AL "SAN CLEMENTE"

di Maurizio Caldarelli

Des Caserta e Fiorini Forlì scaldano i motori in vista della supersfida di sabato prossimo al San Clemente, nel clou della quarta giornata di andata dell'Italian Softball League. "Sarà una sfida bella ed equilibrata - pronostica Giovanni Bombacci, presidente della formazione romagnola - Sarà uno scontro tra il monte lungo della squadra di Enrico Obletter e la nostra esperienza".

Ci saranno mille motivi in questo doppio confronto che metterà di fronte l'imbattuta capolista e le regine d'Italia, che inseguono ad una sola partita. "Non ho rimpianti - sottolinea il "Bomba" - va bene così. E' vero che potevamo vincere con il Nuoro, ma nel conto avevamo messo solo un successo con il Legnano ed invece ne sono arrivati due". Il massimo dirigente della Fiorini si dice anche contento della sua pedana: "Lolli e Filiput sono state bravissime e Leslie (Malerich, ndr) si sta comportando come una vera straniera. Tutto comunque sta andando al meglio".

Con Bombacci abbiamo anche fatto il punto della situazione dopo tre giornate, cominciando da un giudizio sull'avversaria di sabato, il Caserta. "Le campane - dice - non hanno ancora fatto vedere tutto il loro potenziale in attacco. Mi posso sbagliare, magari subendo una dura lezione nello scontro diretto, ma pensavo che il line-up fosse più dirompente".

 Come spiega invece la crisi del Legnano, sorprendentemente in fondo alla classifica con una sola vittoria? "Innanzitutto l'allenatore deve ambientarsi e le giocatrici devono assorbire gli schemi di Monti Van Brunt, che ha fatto molto bene in Olanda. Un consiglio? Non devono avere fretta. Capita a tutti di entrare nel tunnel e non trovare l'uscita... Guardate cosa abbiamo fatto noi l'anno scorso: terzi in campionato, fuori dalla Coppa e poi abbiamo vinto lo scudetto". "Certo si sente la mancanza di Cristina Rolla - aggiunge Bombacci - ma il gruppo è di prima qualità, a cominciare dalle superstar Morrow e Judd. E non abbiamo visto le immense potenzialità della Smethurst".

 Le altre squadre.  Bombacci fa anche una carrellata sul resto della flotta. "Nuoro l'ho visto davvero bene ed anche Parma mi è piaciuto. Le emiliane hanno fatto una scelta coraggiosa nell'anno della Coppa Coppe ma le giovanissime atlete inserite nel roster a disposizione di Stefano Cenci si stanno comportando benissimo e hanno grossi margini di crescita".

"Una squadra che può essere ancora protagonista - prosegue - è quella del San Marino. Il roster è stato rinforzato ed in attacco sono state prese delle giocatrici formidabili. Il Bollate è quello di sempre. Parte male, ma poi si riprende e rientra nella zona playoff, disponendo anche quest'anno di un gruppo competitivo"

"Macerata - aggiunge - è una squadra che sicuramente non faticherà a conquistare una tranquilla salvezza, ma difficilmente centrerà i playoff. Sarà un avversario duro per tutti nella seconda partita, con Jocelyn Mc Callum che sta crescendo e che ha fatto vedere quello che vale arrivando già a diciassette eliminazioni al piatto".