Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

L'ITALIAN SOFTBALL LEAGUE E' ARRIVATA ALL'ATTO CONCLUSIVO. DA SABATO SCATTA LA FINALE TRA SANOTINT BOLLATE E FIORINI FORLI'

Sul diamante di Ospiate prende il via sabato la finale delle Italian Softball Series tra Bollate e Forlì. Appena due settimane fa Sanotint e Fiorini erano le due grandi deluse della stagione. Dopo una regular season chiusa al quarto ed al terzo posto si erano viste sfuggire la Coppa europea: le lombarde si erano dovute accontentare di un argento nella Coppa Coppe, le romagnole erano addirittura finite al 3° posto. Le semifinali contro San Marino e Legnano hanno però cambiato il volto del torneo per le due finaliste, che si ritrovano di fronte per la terza volta con uno scudetto in palio. Nel 1996 e nel 2003 la vittoria è andata alla compagine di Bollate, sempre per 3-0. "La finale del 1996 - ricorda il presidente delle forlivesi, Giovanni Bombacci - ci cambiò però la vita. L'anno successivo il Bollate rinunciò alla Coppa Campioni e ci lasciò il posto a noi, che conquistammo poi il titolo". Il Fiorini Forlì, che si è tolto la soddisfazione di eliminare la grande favorita Legnano alla quinta partita, cercherà da questo fine settimana di cambiare nuovamente il corso della storia e di sfatare un tabù che dura da dodici anni. "Noi ce la possiamo giocare - aggiunge Bombacci - con un gruppo di ottime lanciatrici e  grazie alla possibilità di schierare Leslie Malerich in ogni gara. Bollate può contare sulle tre giocatrici più forti del campionato". Sul diamante ci saranno giocatrici di esperienza che si equivalgono e che, come dice Bombacci, "sanno come giocare una finale. Per quello che ci riguarda puntiamo ad un 1-1 nelle gare di andata".

Il Bollate è alla seconda finale consecutiva (lo scorso anno fu superato dal Legnano per 3-0), la quarta in sei anni; Forlì ridà l'assalto al tricolore, dopo averlo conquistato nel 2006 a spese del Caserta. Per Stefania Vitaliani e compagne è la finale numero sei in otto anni.  Quelle che scenderanno in campo da sabato a Bollate sono insomma le regine del softball italiane, formazioni che hanno saputo sovvertire i pronostici nella semifinale e che da sabato si giocheranno tutte le carte a loro disposizione. Il Forlì sembra avere un line-up più lungo, ma la parte centrale del Bollate è devastante.

La formazione lombarda si è presentata ai playoff con un 3-0 nei confronti dell'Europromo San Marino, vincitore della regular season, ma il manager Luigi Soldi sa perfettamente che con  le ragazze di Giulio Brusa sarà dura: "Sappiamo che Forlì sulla carta parte in vantaggio - sottolinea Soldi - e siamo consapevoli della loro forza, ma non ci faremo certo intimorire. Siamo pronti per un'altra grande finale."

Per quello che riguarda le formazioni, il Bollate metterà in  campo Valentina Marazzi e Dana Degen non al meglio della condizione, al completo anche il Forlì. In garauno, riservata alle lanciatrici straniere, si affronteranno Kelly Hardie (9-1, 0.42 nella regular season; 2-0, 0-47in semifinale) e Kasi Carroll (9-6, 1.85; 1-1, 1.85), mentre in garadue toccherà a Debora Moretto (7-4, 2.68) e Leslie Malerich (2-1, 0.00; 2-1, 1.40).

Italian Softball Series: sabato 27 settembre (18-20,30), gara-1, gara-2:  Sanotint Bollate-Fiorini Forli; sabato 4 ottobre gara-3, ev. gara-4, domenica 5/10 ev. gara-5 Forlì-Bollate.