Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

L'AMGA LEGNANO ALZA AL CIELO LA TERZA COPPA ITALIA CONSECUTIVA

L'Amga Legnano ha scritto un'altra pagina memorabile della sua storia. La formazione lombarda, che nel  2007 ha messo in bacheca scudetto, coppa Coppe e Coppa Italia, ha conquistato a Bolzano il primo trofeo dell'anno, la Coppa Italia. Ed è la terza volta consecutiva (anzi la quarta considerando quella di serie A2 nel 2005) che le ragazze del presidente Vittorio Pino alzano al cielo l'ambito trofeo.

  La squadra di Armando Aguiar, nelle due gare disputate al "Monica Riccadonna" ha mostrato la solita determinazione e grinta, che le hanno prima permesso di spezzare l'equilibrio nella semifinale con il Fiorini Forlì (vinta 12-5) con un big inning da undici punti e poi di aver ragione, nella finalissima, di un Cassa Padana Parma che dopo aver piegato il San Marino (2-0) voleva finire in bellezza la Final Four. Le emiliane di Paola Marfoglia hanno replicato al punto segnato da Kate Judd in apertura, con un singolo di Veronica Bertoni che ha fatto andare a casa Federica Frediani e sono uscite senza danni da una situazione di basi cariche al 3°, ma al quinto hanno ceduto.

L'Amga, infatti, ha chiuso la gara con un triplo di Michela Musitelli Romani che faceva segnare Paola Cava, Ilaria Pino e Daniela Castellani. La gara poteva dirsi chiusa. Parma trovava una valida al sesto con Cecilia Copercina, ma Daniela Castellani (vincente, 4bv-6so) e Aimee Murch (salvezza con 2 kappa nell'ultimo attacco) consentivano al Legnano di chiudere sul 4-1 senza altri problemi. Da elogiare comunque la prova di tutta la squadra dell'Old Parma, a cominciare da Anita Rosano, che ha chiuso con quattro sole valide e ben nove strike out. Inutile sottolineare che nel box la migliore è stata la Musitelli Romani con quel triplo che ha deciso la gara.

LA SCHEDA DELLA PARTITA