Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Carlos Rodon (al centro) festeggiato dai compagni di squadra dopo il no-hitter lanciato contro i Cleveland Indians (The Canadian Press)

MLB: è di Carlos Rodon il secondo no-hitter della stagione, spettacolo tra Padres e Dodgers

Si conclude anche la terza settimana della Major League Baseball: è di Carlos Rodon il secondo no-hitter del 2021 mentre sono quattro (Los Angeles Dodgers, Boston Red Sox, San Diego Padres e Seattle Mariners) le squadre a raggiungere per prime quota 10 vittorie in stagione. Male gli Yankees (5-10), davanti in MLB soltanto ai Colorado Rockies (4-12).

Terza settimana, secondo no-hitter. Dopo lo storico no-no lanciato da Joe Musgrove dei San Diego Padres il 5 aprile scorso, è questa volta un lanciatore dei Chicago White Sox – protagonisti di un no-hitter già lo scorso anno con Lucas Giolito – ad inserire il proprio nome nella storia: si tratta del mancino Carlos Rodon, che nella notte italiana tra mercoledì 14 e giovedì 15 aprile ha completato la sua impresa sfiorando il perfect game contro i Cleveland Indians, perso soltanto a due out dalla fine della partita a causa di un colpito ai danni di Roberto Perez. Carlos Rodon, la cui storia è segnata da diversi stop per problemi fisici - tra cui un intervento di ricostruzione del legamento collaterale ulnare (intervento conosciuto come “Tommy John surgery”) - ha dominato la squadra di Terry Francona con 114 lanci, ottenendo 7 eliminazioni al piatto. Quella tra White Sox e Indians è stata una serie all’insegna dei lanciatori, cominciata con lo scontro tra Shane Bieber e Lucas Giolito vinto da Bieber e nel quale i due partenti hanno combinato 16 riprese shutout con 19 strikeout, e terminata con la sfida tra il giovane Aaron Civale (3-0, 2.18) ed il veterano Lance Lynn (1-1, 0.92), che si è visto interrompere dopo 19.2 riprese la sua striscia di inning lanciati senza concedere punti, vittima di un fuoricampo di José Ramirez. Cleveland Indians e Shane Bieber protagonisti anche nella serie contro i Cincinnati Reds dove la tribù ha perso due delle tre partite incappando in gara due anche in un triplo gioco difensivo fatto partire dal prima base Joey Votto. Il riscatto arriva nell’incontro domenicale proprio con Bieber, che mette a referto 13 strikeout su 8 riprese fissando una serie di record: 16 partenze consecutive con almeno 8 strikeout (raggiunto Pedro Martinez); almeno 10 strikeout in ognuna delle prime 4 partenze stagionali (il primo a riuscirci dal 1893) e 48 strikeout registrati nelle prime 4 partenze del 2021, impresa riuscita soltanto a Nolan Ryan nel 1978. Il vincitore del premio Cy Young 2020 per l’American League è primo in MLB per strikeout. Appena dietro di lui Gerrit Cole dei New York Yankees, che con i 10 strikeout di domenica si è fermato a quota 39 (record di franchigia dopo le prime 4 partite di stagione) ma non è bastato ad evitare ai suoi la decima sconfitta in quindici partite, evento che si è verificato in tutto soltanto cinque volte negli ultimi 95 anni. I Bronx Bombers, che nella giornata di ieri hanno salutato Jay Bruce, ritiratosi a 34 anni dopo 14 stagioni in MLB, sono adesso all’ultimo posto divisionale a 4.5 partite di distanza dai Boston Red Sox, reduci da una doppia sconfitta casalinga domenica proprio contro i Chicago White Sox, terzi nella AL Central a due lunghezze dai sorprendenti Kansas City Royals di Salvador Perez, capaci di infliggere due sconfitte ai potenti Toronto Blue Jays che hanno perso per infortunio l’azzurro Jordan Romano ma che stanno per annunciare il rientro di George Springer, grande firma dell’offseason 2020-2021. Fermati dal coronavirus invece i Minnesota Twins, che questa settimana hanno perso tre partite su quattro contro i Boston Red Sox ed una contro i Los Angeles Angels nell’unica partita della serie ad essere stata disputata. I Twins non scenderanno in campo neanche questa notte ad Oakland, con Bob Melvin che deve quindi rimandare il sorpasso a Tony LaRussa. I due manager infatti sono pari a 1471 partite al timone degli Oakland Athletics. Irraggiungibile Connie Mack, primo nella storia della franchigia con 7466 partite da manager degli allora Philadelphia Athletics, dal 1901 al 1950.

Il vero evento è stato rappresentato però dalla serie di PETCO Park tra San Diego Padres e Los Angeles Dodgers. Le due squadre si sono affrontate per la prima volta in questo 2021 ed hanno già regalato emozioni: una partita finita all’extrainning (grazie alla doppia rimonta Padres tra ottavo e nono inning di gara uno) e che ha visto Joe Musgrove, celebrato cinque ore prima per il suo storico no-hitter, entrare in campo nell’esterno sinistro per disputare il 12esimo inning, dove i losangelini hanno vinto segnando cinque punti; due nelle quali la tensione tra le due squadre è sfociata nell’ingresso in campo delle panchine; ed una, l’ultima, dove questa volta è stata San Diego a vincere rimontando i Dodgers dallo 0-2 al 5-2. La buona notizia è che ci saranno altre 16 partite tra le due squadre, distanziate in classifica da 3.5 lunghezze. I Los Angeles Dodgers comandano la MLB con 13 vinte e 3 perse e sono stati i primi in stagione ad arrivare a quota 10 vittorie e l’unica squadra fino ad ora ad aver perso una sola partita (l’ultima disputata) in incontri finiti al nono inning. Altre squadre ad aver raggiunto la soglia dei 10 successi sono i San Diego Padres, che hanno finalmente ritrovato Fernando Tatis Jr, i Boston Red Sox ed i Seattle Mariners. La squadra della Emerald City è la vera sorpresa di questo inizio di stagione e, complice gli stop forzati dei Los Angeles Angels, si trovano al comando della AL West grazie anche a due vittorie su tre arrivate contro gli Astros che, dopo aver perso giocatori chiave come Alex Bregman, José Altuve, Martin Maldonado, Yordan Alvarez e l’azzurro Robel Garcia, hanno perso tre partite consecutive oltre alle tre già perse tra sabato 10 e martedì 13 contro Athletics e Detroit Tigers, chiudendo la settimana vincendo soltanto un match degli ultimi 8 disputati. La squadra di Dusty Baker si trova quindi relegata al penultimo posto divisionale davanti ai soli Texas Rangers e distanti una lunghezza e mezzo dagli Oakland Athletics, che dopo un difficoltoso inizio di stagione hanno festeggiato domenica, con walk-off di Mitch Moreland, l’ottavo successo consecutivo.

Si conferma sempre avvincente la NL East: nonostante la pioggia di inizio settimana i New York Mets hanno vinto due partite contro i Philadelphia Phillies e due su tre contro i Colorado Rockies, regalando finalmente una gioia anche a Jacob deGrom, che ha festeggiato sabato la prima vittoria stagionale con una prestazione da 14 strikeout su 6 inning lanciati. Se l’attacco continua a fare un po’ di fatica, con l’azzurro Brandon Nimmo, Peter Alonso e Jonathan Villar i soli a regalare prestazioni degne di nota, il monte di lancio dà risposte positive specialmente con Marcus Stroman che contro Phillies e Rockies ha conquistato due successi con 8 strikeout ed un solo punto subito in 14 riprese. L’ex lanciatore dei Toronto Blue Jays sembra tornato sui livelli dei primi anni, quando dimostrò di poter essere un partente di primo piano. Al momento, assieme a Civale degli Indians e Steven Matz dei Blue Jays, è il solo a poter vantare un ruolino perfetto con 3 successi su 3 partite con soli 2 punti subiti in 20 riprese. Le battute d’arresto contro i Mets hanno costretto i Phillies a cedere il primo posto divisionale: la squadra di Girardi si può però consolare con un Bryce Harper che sta lentamente cominciando a carburare come dimostrato dal fuoricampo e dalle 7 basi totali conquistate nell’ultima partita contro i Saint Louis Cardinals dove Aaron Nola ha dominato firmando la sua prima partita completa senza concedere punti (in 9 riprese) con 10 strikeout e sole 2 valide subite. I Washington Nationals vincono quattro partite su sette grazie specialmente a Max Scherzer, Trea Turner e Juan Soto, ma non riescono a mostrare costanza di rendimento. Bene invece i Miami Marlins, che conquistano due serie contro Atlanta Braves ed i San Francisco Giants in salute. La squadra di Don Mattingly ha dimostrato grinta da vendere in questa settimana vincendo due partite al decimo inning contro i Braves, e due partite nel finale contro i Giants, trovando anche un walk-off con Jorge Alfaro. Dal canto loro, i Braves sono reduci da un momento che li ha visti in grande difficoltà ma le risposte fornite contro i Chicago Cubs, specialmente nell’ultima partita della serie dove la squadra di Snitker ha firmato 4 fuoricampo nel primo inning contro Kyle Hendricks ed uno nel sesto inning con grand slam di Guillermo Heredia (primo giocatore dei Braves con 6 PBC dall’ottavo posto del lineup), sono incoraggianti anche se preoccupano le condizioni di Ronald Acuna Jr, uscito con un probabile infortunio ai muscoli addominali.

Knockout domenicale a parte, anche i Chicago Cubs sembrano aver ritrovato il ritmo, perlomeno in battuta. Kris Bryant, Willson Contreras ed Anthony Rizzo – nazionale azzurro al WBC 2013 – si sono dimostrati come i veri protagonisti del weekend. Specialmente Rizzo, che nella notte ha colpito due fuoricampo contro i Braves e contro i quali ha battuto 6-11 portando il suo record a 9-18 nelle ultime 5 partite. Nonostante questi segnali incoraggianti, la squadra di David Ross è sempre ultima nella division, distante tre partite dai Reds e dietro anche i Pittsburgh Pirates sempre trascinati da Colin Moran e capaci di vincere due partite consecutive contro i Padres ma sconfitti nel week-end dai Milwaukee Brewers di Dan Vogelbach, protagonista domenica di una doppietta di fuoricampo. Restano discontinui i St. Louis Cardinals che celebrano Yadier Molina entrato nella storia come unico giocatore capace di disputare più di 2000 partite dietro il piatto per la stessa squadra, ma che non vincono una serie dal 5-7 aprile quando riuscirono a spazzare i Miami Marlins.

CLASSIFICA

STATISTICHE

Luca Giangrande

In Italia la Major League Baseball è trasmessa su Sky ed in questa settimana ci saranno altri 3 appuntamenti, da vivere sui canali di Sky Sport:

Lunedì 19 aprile ore 17 (primo lancio ore 17.10) Chicago White Sox @ Boston Red Sox (commento in italiano Nicolodi-Freri) su Sky Sport Collection (canale 205)

Venerdì 23 aprile ore 04 (primo lancio ore 04.10) San Diego Padres @ Los Angeles Dodgers (commento originale) su Sky Sport Collection (canale 205)

Sabato 24 aprile ore 20.10 (primo lancio ore 20.15) Cincinnati Reds @ St. Louis Cardinals (commento in italiano Nicolodi-Gallerani) su Sky Sport Collection (canale 205)