Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Una azione a casa base tra Fernando Tatis Jr (San Diego Padres) ed il ricevitore Will Smith (Los Angeles Dodgers) (Getty Images)

I play-off MLB proseguono con le Division Series

La prima tornata di play-off del campionato di Major League Baseball si risolve con i passaggi del turno per Tampa Bay Rays, New York Yankees, Oakland Athletics e Houston Astros per quanto riguarda l’American League, e per Los Angeles Dodgers, San Diego Padres, Atlanta Braves e Miami Marlins per quanto concerne invece la National League. I play-off MLB si spostano adesso nei campi neutri di San Diego e Los Angeles, dove si disputeranno le American League Division Series, e di Houston e Arlington, dove si svolgeranno le National League Division Series.

 

Le inedite Wild Card Series, disputate al meglio di tre incontri, non hanno lesinato in sorprese e rimonte: se Tampa Bay Rays (che con Hunter Renfroe celebrano il primo grand slam ai play-off nella storia della franchigia) e Los Angeles Dodgers (guidati da un superlativo Clayton Kershaw in gara uno) hanno superato i rispettivi turni in appena due partite e senza grosse difficoltà contro le formazioni di Toronto Blue Jays e Milwaukee Brewers, lo stesso non si può dire per le altre serie. Anche i New York Yankees hanno superato il turno in appena due partite spazzando i Cleveland Indians a domicilio, ma per farlo hanno dovuto affrontare gli ostacoli Shane Bieber e Carlos Carrasco. In gara uno si sono affidati ai lanci di un preciso e dominante Gerrit Cole, protagonista di 13 strikeout su 7 riprese, e ai fuoricampo di Aaron Judge, Gleyber Torres (protagonista a fine incontro di 4 valide e 3 punti battuti a casa nel primo incontro della serie), Brett Gardner e del ritrovato Giancarlo Stanton contro un lanciatore, Bieber, che mai aveva subito più di 3 punti in una sola partita e che ha concluso la stagione regolare vincendo la Tripla Corona dei lanciatori, ovvero dominando nelle tre principali statistiche del monte di lancio: vittorie, strikeout e media PGL. Contro i pinstripes, il lanciatore dei Cleveland Indians ha incassato 7 punti in meno di 5 riprese, rendendo complicato il percorso della sua squadra che cede anche gara due, per 10-9, facendosi rimontare da un vantaggio di 4-1 dopo tre inning, e dal 9-8 dell’ottavo inning di una partita che ha visto ben due sospensioni per pioggia condizionando i ritmi dei due lanciatori partenti Carlos Carrasco e Masahiro Tanaka. Hanno vinto in due partite anche Houston Astros, Atlanta Braves e Miami Marlins. I texani, guidati in panchina dall’esperto manager Dusty Baker, diventato il primo manager in MLB a guidare alla postseason cinque squadre diverse e, nel corso di questa serie, capace di superare il leggendario John McGraw e diventare il 10° manager nella storia con più partite di play-off (57) all’attivo, riescono ad eliminare i Minnesota Twins dello slugger Nelson Cruz che, arrivati a 7 out dal vincere gara uno, poi persa a causa di un errore difensivo di Gregory Polanco, chiudono con un totale di 17 sconfitte consecutive ai play-off, peggior record nella storia di tutti gli sport americani, dopo gara due. Protagonisti dello sweep Astros i giovani lanciatori Framber Valdez, autore di 5 riprese shutout in rilievo di Zack Greinke durante gara uno, Jose Urquidy e Cristian Javier, che invece fanno la voce grossa nel secondo incontro. Non per cuori deboli il primo match tra Atlanta Braves e Cincinnati Reds che ha visto la squadra dell’Ohio perdere 1-0 al 13esimo inning, dopo quasi cinque ore di gioco, nonostante una prestazione straordinaria del lanciatore partente Trevor Bauer (12 strikeout e sole 2 valide subite su 7.2 riprese lanciate) al quale i Braves, vittoriosi con walk-off di Freddie Freeman, hanno tenuto testa grazie a Max Fried (7IP, 6H, 5K) per una partita che ha visto un totale di 37 strikeout, mai così tanti in un match di postseason. La squadra del sud-Ohio ha salutato i play-off senza segnare, perché in gara due è protagonista un altro shutout dei lanciatori Braves (guidati dal partente Ian Anderson, 6IP, 2H, 2BB, 9K), supportati da quattro punti nell’ottavo inning frutto dei fuoricampo da due punti di Marcell Ozuna e di Adam Duvall. I Marlins tornano nel luogo del delitto, Wrigley Field, dove 17 anni fa si consumò il famoso “the Steve Bartman game”, ed escono nuovamente con le tasche piene: Sandy Alcantara e i fuoricampo di Corey Dickerson (da tre punti) e Jesus Aguilar (da due punti) piegano Kyle Hendricks e Jeremy Jeffress in gara uno, mentre due giorni più tardi i “fish” superano Yu Darvish, candidato con Bauer e Jacob deGrom al titolo di miglior lanciatore della National League, con le fastball del giovane Sixto Sanchez, il pieno controllo del bullpen e soprattutto il fuoricampo dell’eroe Garrett Cooper.

Si uniscono alla Division Series anche le squadre californiane Oakland Athletics e San Diego Padres, che recuperano entrambe dalle sconfitte di gara uno contro Chicago White Sox e St. Louis Cardinals. Per gli Oakland Athletics si tratta della prima vittoria in una serie di postseason dal 2006, arrivata dopo aver rotto il tentativo di perfect game di Lucas Giolito in gara uno, l’unica partita vinta dalla truppa di Rick Renteria guidata dai fuoricampo di Adam Engel, José Abreu e Yasmani Grandal. Il “Green Collar” si rifà in gara due grazie alla coraggiosa partenza di Chris Bassitt (6 valide, un punto guadagnato, una base su ball e 5 strikeout su 7 riprese lanciate), ed in gara tre con una rimonta tra quarto e quinto inning e con quattro riprese quasi perfette da parte del bullpen. Drama anche a San Diego, dove i Padres, senza gli assi di rotazione Mike Clevinger e Dinelson Lamet, cedono gara uno ai Saint Louis Cardinals che segnano sette punti dopo appena tre riprese. I “friars” rispondono in gara due rimontando dal 6-2 Cardinals a metà sesto con le doppiette di fuoricampo di Fernando Tatìs Jr e Wil Myers, e la bomba da un punto di Manny Machado. Tutta di marca Padres invece la decisiva gara 3, risolta con uno shutout combinato da 9 rilievi che infilano anche 8 strikeout contro 3 basi su ball ed appena 4 valide subite.

Per la prima volta nella storia, quest’anno i play-off MLB si disputeranno tutti in campo neutro e concentrati dall’altra parte del fiume Mississippi, che divide gli Stati Uniti d’America in due parti, ovvero il “mid-east” e la costa atlantica dal “mid-west” e la costa pacifica, dove, tra Texas (Arlington e Houston) e California (Los Angeles e San Diego) si terranno tutti gli incontri di Division Series. Le due californiane della National League, Los Angeles Dodgers e San Diego Padres, si daranno battaglia ad Arlington, in Texas, per una imperdibile serie al meglio di cinque incontri che deciderà quali delle due squadre si contenderanno il titolo della National League con la vincente della serie tra Miami Marlins e Atlanta Braves. Le due rivali della NL West, separate in classifica da sei partite, si sono affrontate 10 volte quest’anno, con i Dodgers vittoriosi in 6 occasioni. Si tratterà dunque di una serie altamente equilibrata e che non avrà, così come per le altre serie in programma tra lunedì 5 e sabato 10 ottobre, giorni di riposo al suo interno. Sarà quindi importante più che mai la profondità del reparto lanciatori (cosa che non manca al manager Dodger Dave Roberts) e per questo è una notizia importante quella che vorrebbe Mike Clevinger vicino al pieno recupero dall’infortunio che lo ha tenuto fermo dall’ultima settimana di regular season alla prima settimana di play-off.

Altra serie da non perdere è quella tra le prime due della American League East, Tampa Bay Rays e New York Yankees, di scena a San Diego a partire da questa notte. Sette le partite di differenza in regular season tra Rays e Yankees, con i primi che hanno vinto 8 partite su 10 di cui 6 consecutive tra l’8 e il 31 agosto. Nei play-off sarà probabilmente una storia completamente diversa, soprattutto se consideriamo il modo in cui gli Yankees hanno superato i Cleveland Indians, e con i recuperi di elementi preziosi quali Aaron Judge, Giancarlo Stanton, Giovanny Urshela, spesso in infermeria assieme a DJ LeMahieu, e Aroldis Chapman, protagonista nella prima partita di play-off. Altra serie tutta da gustare e quella tra le due della AL West, Houston Astros e Oakland Athletics, in programma questa sera (ore 22) a Los Angeles.

LO SCHEMA DELLA POSTSEASON

STATISTICHE

Di seguito gli accoppiamenti per le partite di American League e National League Division Series:

Tampa Bay Rays – New York Yankees (a San Diego, CA)

Oakland Athletics – Houston Astros (a Los Angeles, CA)

 

Los Angeles Dodgers – San Diego Padres (ad Arlington, TX)

Atlanta Braves – Miami Marlins (a Houston, TX)

In Italia, i play-off della MLB sono trasmessi da Sky Italia. La programmazione prevede almeno una partita di play-off al giorno. Al momento, Sky non ha ancora ufficializzato il palinsesto perché la Major League Baseball non ha ancora reso noto quali saranno le partite che verranno messe a disposizione sul satellite europeo. È facile presumere che, almeno nei primi giorni, la prima partita in ordine cronologico che si gioca negli Stati Uniti possa essere trasmessa su Sky.

Lunedì 5 ottobre ore 22 (primo lancio ore 22.07) Oakland Athletics - Houston Astros (commento in italiano Freri-Gallerani) in diretta su Sky Sport Arena (canale 204)

Martedì 6 ottobre ore 02 (primo lancio ore 02.07) Tampa Bay Rays - New York Yankees (commento in lingua originale) in diretta su Sky Sport Arena (canale 204)

Martedì 6 ottobre ore 20 (primo lancio ore 20.08) Atlanta Braves - Miami Marlins (commento in italiano Nicolodi-Gotta) in diretta su Sky Sport Arena (canale 204)

Mercoledì 7 ottobre ore 03.30 (primo lancio ore 03.38) Los Angeles Dodgers - San Diego Padres (commento in lingua originale) in diretta su Sky Sport Arena (canale 204)

Mercoledì 7 ottobre ore 21.30 (primo lancio ore 21.35) Houston Astros - Oakland Athletics (commento in italiano Colnago-Freri) in diretta su Sky Sport Arena (canale 204)

Giovedì 8 ottobre ore 01 (primo lancio ore 01.10) New York Yankees - Tampa Bay Rays (commento in lingua originale) in diretta su Sky Sport Arena (canale 204)

Giovedì 8 ottobre ore 20 (primo lancio ore 20.08) Miami Marlins - Atlanta Braves (commento in italiano Nicolodi-Gallerani-Liddi) in diretta su Sky Sport Arena (canale 204) e Sky Sport Uno (201)

Venerdì 9 ottobre ore 01 (primo lancio ore 01.10) New York Yankees - Tampa Bay Rays (commento in lingua originale) in diretta su Sky Sport Arena (canale 204)

di Luca Giangrande

La MLB riparte e torna su SKY Italia con la collaborazione della FIBS