Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Maikel Caseres (San Marino) difende su Cesare Astorri (UnipolSai Fortitudo Bologna) (PhotoBass)

Al San Marino l'ultima partita di regular season contro l'UnipolSai Bologna, vittorie anche per Parma Clima e Collecchio Baseball

L'ultima giornata di regular season regala al San Marino della Tripla Corona Federico Celli la serie contro l'UnipolSai Fortitudo Bologna, sconfitta per 3-1 in gara tre. Il Parma Clima spazza il Godo Baseball grazie alle vittorie per 10-0 e 7-6 in gara due e gara tre, dove Luis Lugo chiude il campionato assicurandosi la leadership della classifica degli strikeout con 69. Colpo di coda per il Collecchio Baseball che vince due partite (6-0 e 2-1) e si assicura la serie contro l'Hotsand Macerata.

Nella giornata che premia Federico Celli (.473, 10HR, 36 RBI) con la Tripla Corona dei battitori di Serie A1 Baseball, il San Marino conquista la serie finale (ed il primo posto di regular season) piegando la UnipolSai Fortitudo Bologna con il risultato di 3-1. I titani sono però stati vittima di una falsa partenza: nonostante un doppio in apertura di Celli contro il lanciatore cubano Elian Leyva (protagonista subito di due strikeout su Lorenzo Avagnina e Oscar Angulo), a segnare per prima è la Fortitudo che nella parte bassa del primo inning approfitta della velocità di Ray-Patrick Didder (3-4), doppio da primo battitore e rubata in terza, e dei problemi di Ricardo Hernandez (4IP, 5H, ER, 2BB, 4K) che concede una base su ball a Lorenzo Dobboletta (1-2, 2BB) ed incassa una volata da Eugene Helder che Giovanni Garbella raccoglie al volo nel guanto, ma è poi troppo frettoloso ed impreciso nel tiro a casa, favorendo il punto del corridore caraibico. I battitori di casa mettono in difficoltà Ricardo Hernandez e la sua difesa nel secondo e terzo attacco, ma nel quarto inning la formazione di Mario Chiarini riesce a mettere nei guai Elian Leyva (4IP, 3H, 3R/0ER, 3K) che viene tradito dalla sua difesa in occasione delle battute di Lorenzo Di Fabio (singolo su un Julian Dreni poco tempestivo) e di Federico Celli, che alza una volata nell’esterno sinistro persa da Riccardo Bertossi e che permette al San Marino di avere corridori in seconda e terza. L’attacco dunque prosegue con il punto del pareggio colpito da Oscar Angulo (out interno) e con il duello cubano vinto da Maikel Caseres, che gira il primo lancio del turno colpendo il singolo del vantaggio mentre un altro errore, questa volta dell’esterno destro Alex Russo su un proiettile sparato da Giovanni Garbella, porta la squadra ospite sul 3-1. La Effe prova a farsi pericolosa con una valida del primo in battuta Astorri, ma una battuta in doppio gioco di Riccardo Bertossi mette Ricardo Hernandez nella posizione migliore per chiudere la parte bassa del quarto inning. Dal quinto inning spazio ai bullpen, con Filippo Crepaldi (1IP, H, BB, K) e Alex Bassani (2IP, BB, 2K) per l’UnipolSai Bologna, e Fernando Baez (2.1IP, BB, 2K) e Dimitri Kourtis (0.2IP, 2H, 2K) per San Marino chiamati a rilevare i rispettivi partenti traghettando senza troppi sussulti la partita a destinazione.Luis Lugo, in azione durante la sfida contro il Godo Baseball, è il leader stagionale di strikeout (69) (K73-NADOC)

IL TABELLINO

Il Parma Clima si aggiudica la sfida pomeridiana per 10-0, realizzando tutti i punti nei primi quattro inning. Bastano due battitori alla squadra di casa per passare in vantaggio con i singoli di Paolini e Desimoni, intervallati da una rubata dell’interno del Parma. I locali lasciano qualche corridore di troppo in base, ma supportano un ottimo Michele Pomponi (5 riprese inviolate con 7 strikeout; la media PGL della sua stagione si attesta sul 2.47) con due punti nel terzo attacco prodotti dalle valide di Gradali e Sorrentino. I romagnoli piazzano due corridori in posizione punto nel quarto inning con Tanesini e Davide Meriggi, autori di due singoli e di una base rubata ciascuno, ma l’attacco ospite non concretizza e il Parma Clima ne approfitta toccando duro contro il partente avversario Matteo Galeotti. Ancora il duo Paolini-Desimoni inaugura il big inning, poi due basi su ball e un tentativo di doppio gioco non concluso fruttano altri due punti. Sul 6-0, i locali lavorano sul velluto e quattro singoli battuti rispettivamente da Alex Viloria, Fabio Sorrentino, Ricardo Paolini (4 su 5, 2 punti, 1 RBI) e Stefano Desimoni (3-4, 3 RBI, 1 punto) consegnano un cospicuo margine ad un Parma Clima, che non ha problemi a gestire fino al traguardo con la chiusura di Mattia Aldegheri e Francesco Nardi.

IL TABELLINO

Quattro punti nei primi tre inning e la prova positiva di Luis Lugo, che aggiunge altre 8 eliminazioni al piatto per confermarsi leader di strikeout con 69 K in 40 riprese lanciate, rischiano di non bastare al Parma Clima che soffre più del previsto ma conquista anche gara tre contro il Godo Baseball con il risultato di 7-6. La formazione ducale spazza così la squadra ravennate che chiude la stagione con 6 vinte e 21 perse, al pari del Collecchio Baseball. Dopo un perfetto primo inning lanciato da Lugo con due strikeout su Monari e Tanesini, i ducali cominciano subito a macinare e colpiscono il partente Gabriele Piumatti (4IP, 6H, 4ER, 3BB, 4K) con un triplo di Stefano Desimoni, che si traduce subito in punto segnato grazie all’imbeccata di Charlie Mirabal. Il Godo rientra silenziosamente in partita nella parte alta del secondo con un singolo di Erik Gelli ed il doppio vincente di Mattia Bucchi contro Lugo (che aggiunge altri tre strikeout su Evangelista, Davide e Giacomo Meriggi), ma i biancoblu non restano a guardare e nella parte bassa rispondono con i doppi di Ricardo Paolini e Stefano Desimoni, che valgono il momentaneo 3-1, per poi allungare un inning più tardi con le valide di Simone Alfinito (singolo) e Alex Viloria (doppio e punto battuto a casa). La partita viene trascinata da Luis Lugo (5IP, 2H, ER, BB, 8K) ed affidata a Samuel Aldegheri nel sesto inning. Ma il giovane lanciatore veronese è in giornata negativa e dopo alcuni problemi di controllo, sfociati in un colpito ai danni di Marco Servidei ed in una base su ball a Paolo Tanesini, subisce il pari sulle valide di Evangelista e Davide Meriggi. Il Parma Clima è costretto a reinventarsi e lo fa nel sesto inning, dove si spegne momentaneamente l'illuminazione all'esterno destro. Dopo una breve interruzione la partita riprende con Sambucci che, arrivato in base dopo Desimoni, riesce ad inventarsi una rubata in seconda mentre il Godo Baseball decide di passare in base Koutsoyanopulos. La mossa non si rivela vincente per la squadra di Marco Bortolotti perché Lorenzo Gradali svuota le basi portando il Parma Clima sul 7-4. La partita è però ben lontana dal terminare: nella parte bassa il Godo preme sull'acceleratore e contro Anthony Gonzalez riesce a portarsi addirittura a distanza minima sfruttando proprio le difficoltà del lanciatore ex Bollate, che riempie le basi e fa entrare due punti prima colpendo Eugenio Monari, poi subendo una battuta in scelta difesa da Tanesini per il secondo out prima di chiudere l'incontro grazie ad una eliminazione al volo su Evangelista effettuata dall'esterno centro Aldo Koutsoyanopulos.

IL TABELLINO

Il terzo inning è quello propizio per il Collecchio Baseball, che supera l’Hotsand Macerata per 6-0 nella seconda sfida della serie contro i marchigiani. Dopo un inizio blando nei primi due inning, il Collecchio è il primo a sbloccarsi contro Oscar Tucci, partente del Macerata. La parte bassa del lineup avvia il forcing con tre singoli consecutivi che producono il primo punto della sfida. Pietro Mantovani batte a casa il 2-0 con un triplo e segna sulla valida successiva di Davide Benetti. Ancora a forza di singoli la squadra di casa raddoppia il margine grazie al singolo di Pasotto che porta a casa due punti con la collaborazione dell’esterno sinistro, non in grado di controllare la palla battuta dal giocatore di casa. L’ultimo colpo dell’inning arriva da Maicol Lori, autore del singolo del 6-0 (contro il primo rilievo del Macerata, il giovanissimo classe 2004 Leonardo Belardi) che regala sicurezza al partente di casa Diego Fabiani. Il lanciatore chiude in bellezza un’annata positiva con un complete game shutout da 7 riprese, 3 valide concesse, 1 base su ball e 6 strikeout.

IL TABELLINO

Il Collecchio Baseball trova il riscatto e nell’ultima giornata vince anche gara tre per 2-1, conquistando la serie contro l’Hotsand Macerata che si ferma al terzultimo posto con 6 vinte e 17 perse. Protagonista indiscusso del match è stato Manuel Santana, autore di una partita completa con un punto non guadagnato e 7 strikeout contro due basi su ball. Il giovane lanciatore del Collecchio ha tenuto testa all’esperto Leslie Nacar, che chiude con cinque inning lanciati e due punti subiti su cinque valide e quattro basi su ball contro due strikeout. Esattamente come accaduto nella partita del pomeriggio, è il terzo inning quello galeotto: questa volta però per la compagine marchigiana che con due eliminati va a punto grazie ad un singolo di Lorenzo Morresi, già protagonista di un triplo nel primo inning. La reazione della squadra emiliana però non si fa attendere ed arriva proprio al cambio campo grazie al singolo del pareggio di Luca Coffrini ed alla volata di sacrificio di Simone Calasso arrivata subito dopo una pallata rimediata da Leonardo Alfieri. Una volta ottenuto il vantaggio, Manuel Santana blinda il monte di lancio con l’unico arrivo in base del Macerata, Leonardo Splendiani, grazie ad un errore difensivo commesso da Tommaso Battioni, schierato oggi interbase da Marcello Saccardi.

IL TABELLINO

CALENDARIO, RISULTATI E CLASSIFICA

STATISTICHE

LINK AL PLAY-BY-PLAY

PHOTOGALLERY

FIBSTV

di Luca Giangrande e Kevin Senatore

Ultimo turno di Serie A1 Baseball: Bologna-San Marino per il primato

L'UnipolSai Fortitudo Bologna torna davanti al San Marino, successi netti per Parma Clima e Hotsand Macerata

Un walk-off HR di Giovanni Garbella regala il successo al San Marino