Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Lorenzo Dobboletta (UnipolSai Fortitudo Bologna) arriva in seconda base mentre Leonardo Alfieri (Collecchio Baseball) agguanta la palla (PhotoBass)

L'UnipolSai Fortitudo Bologna celebra l'accesso alla Italian Baseball Series, San Marino batte il Godo Baseball

Festeggia la UnipolSai Fortitudo Bologna che vince per 11-6 sul campo del Collecchio Baseball con le prestazioni di Ray-Patrick Didder (4-5, 4 RBI) e Alex Bassani (2.1IP, H, ER, 4K) e conquista la qualificazione alla Italian Baseball Series. Segue a ruota il San Marino Baseball che vince 12-1 in casa del Godo Baseball e si mantiene al comando della classifica ma deve attendere ancora una vittoria per la qualificazione matematica alla finale scudetto. Assegnata una vittoria per 7-0 a tavolino al Parma Clima, dopo che l'Hotsand Macerata Angels ha rinunciato a partecipare all'incontro in programma al "Cavalli" di Parma.

La UnipolSai Fortitudo Bologna (20-4) trema, va sotto due volte, ma riesce a superare il Collecchio Baseball (4-18) grazie ad un lungo triplo da due punti di uno scatenato Didder che regala alla Effe il successo per 11-6, valido per la vittoria numero 20 del 2020 e soprattutto per la certezza della qualificazione alla Italian Baseball Series. L’inizio ha visto una celebrazione emozionante in casa Collecchio: dopo la prima eliminazione su Ray-Patrick Didder, Luca Ferrarini, alla sua ultima partita casalinga dopo oltre vent’anni e 649 partite con la divisa del Collecchio, lascia il campo salutato dagli applausi del pubblico e dei suoi compagni di squadra. Al suo posto entra Davide Benetti, che al cambio campo batte la prima valida (un doppio) della partita per la squadra di Marcello Saccardi. I padroni di casa mettono alle strette la Fortitudo Bologna ed il partente Matthias Zotti nel secondo inning, dove entrano addirittura tre punti grazie ad un lancio pazzo con basi piene e ad un singolo di Pietro Mantovani che manda a casa Trolli e Alfieri. La UnipolSai prova a rispondere nel terzo inning dove rompe il ghiaccio contro Manuel Abreu (entrato per Edoardo Acerbi) con una volata di sacrificio di Oduber con basi piene, ma è nel quarto inning che compie il sorpasso segnando tre punti contro Abreu e Romano Bertolini, vittime anche di ben tre errori difensivi. Inning complicato in verità anche per la UnipolSai Bologna che sbaglia troppo sulle basi ma pareggia con una battuta di Didder favorita da un rimbalzo che scavalca un incolpevole Leonardo Alfieri in seconda base, e passa poi sul 4-3 contro Bertolini grazie ad una valida su rimbalzante centrale prodotta da Eugene Helder. Nel quarto inning nuovo scossone: Marc Civit entra per la prima volta in situazione di vantaggio, ma la sua è una falsa uscita. Il giovane mancino catalano va in crisi con un paio di lanci non bloccati dal ricevitore Giovanny Rosales, ed esce con le basi piene dopo una base su ball ed un colpito (Davide Trolli). Al suo posto entra Francesco Scotti che trova tre strikeout per chiudere l’inning non prima però di veder entrare i due punti del 5-4 in favore della squadra di Saccardi, arrivati con una palla sfuggita al prima base Oduber e con una valida di Nicola Melegari. Nella parte alta del quinto inning però la partita cambia nuovamente ed ancora a causa di un errore della difesa di casa, commesso questa volta dal terza base Benetti che non raccoglie al volo una volata interna di routine battuta da Alessandro Grimaudo, arrivato in prima e poi in seconda con una rubata. L’evento destabilizza Romano Bertolini che incassa il pareggio da una battuta valida di Agretti per poi uscire, con un eliminato, dopo un errore su tentativo di pickoff in prima ed una base su ball a Dreni. Lorenzo Dallaturca non entra nel migliore dei modi ed incassa un triplo contro le recinzioni dell’esterno centro da Didder, che spedisce a casa i due punti del 7-5. Il Collecchio prova a reagire al cambio campo riempiendo le basi con due out contro Scotti, ma per Bologna entra in soccorso Alex Bassani che sbatte la porta in faccia al nuovo tentativo di rimonta dei padroni di casa mentre i campioni d’Italia in carica segnano altri quattro punti arrivando sul risultato provvorio di 11-5 con i punti battuti a casa da Filippo Agretti, Julian Dreni, e Ray-Patrick Didder. Nella parte bassa del settimo ultimo squillo collecchiese che segna un punto contro Bassani con un triplo di Luca Coffrini trasformato in punto da un out interno battuto da Alfieri.

IL TABELLINO

Il San Marino (19-3) consolida il primo posto davanti all’UnipolSai Fortitudo Bologna e si avvicina sempre più alla matematica qualificazione alla finale scudetto grazie al successo per 12-1 sul Godo Baseball (6-16) di Marco Bortolotti in una partita che ha visto una lunga sospensione per pioggia nel corso della parte bassa del terzo inning, costringendo le due squadre a cambiare i piani sul monte di lancio. I titani sono andati sotto nella parte bassa del primo inning (punto battuto da Paolo Tanesini), dove si infrange a 24.2 riprese la striscia di inning consecutivi senza punti concessi da parte di Markus Solbach. La squadra di Mario Chiarini torna prepotentemente in sé nella parte bassa del secondo inning dove arrivano cinque punti sfruttando anche le difficoltà di un Luca Bortolotti che tira tre lanci pazzi, vede entrare due punti dalle battute Monello (out interno) e Pulzetti (singolo) e incassa il nono fuoricampo in campionato di Federico Celli (3-4, 3 RBI), che vale tre punti. Il San Marino allunga poi nel terzo inning con i due punti spinti a casa da Angulo e Di Fabio e, dopo aver tremato alla ripresa dell’incontro con Fernando Baez che riempie le basi nella parte bassa del terzo uscendone però illeso, segnano i punti del 9-1 contro il nuovo entrato Alex Sabbadini con singolo di Mattia Reginato e volata di sacrificio di Maikel Caseres. Nel quarto inning Chiarini inserisce Dimitri Kourtis ed il Godo sparisce, soffrendo i lanci del lanciatore americano che infila cinque strikeout e concede soltanto un doppio a Paolo Tanesini (2-2) nel quinto inning. L’attacco ospite invece non si arresta e tra sesto e settimo mette a segno altri tre punti su errore difensivo (da due punti) di Mattia Bucchi e valida da punto di Oscar Angulo (3-5, 2 RBI) mentre Luca Di Raffaele chiude le porte con due riprese di buona fattura.

IL TABELLINO

CALENDARIO, RISULTATI E STATISTICHE

LINK AL PLAY-BY-PLAY

STATISTICHE

PHOTOGALLERY

di Luca Giangrande

UnipolSai Bologna e San Marino a caccia della qualificazione aritmetica alla finale scudetto