Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
	20200722 - BolognaParma - Dobboletta BOL + Paolini PAR (PhotoBass)

Serie A1 Baseball: Bologna e San Marino ancora a segno; Godo supera Macerata

Nelle prime partite del terzo turno di Serie A1 Baseball, la UnipolSai Bologna si impone per 5-0 sul Parma Clima al "Falchi" e consolida la prima posizione in classifica con la settima vittoria stagionale. In graduatoria segue il San Marino, che ha superato agevolmente il Collecchio. Seconda vittoria della stagione per il Godo Baseball che, in casa, ha battuto il fanalino di coda Hotsand Macerata in rimonta. Il campionato di Serie A1 Baseball continua venerdì 24 luglio alle ore 21 con la seconda sfida tra Bologna e Parma, in diretta su fibstv.com.

La UnipolSai Bologna mantiene la sua imbattibilità, sconfiggendo il Parma Clima per 5-0, con una prova solida e concreta, in cui sono state sufficienti 4 valide (rispetto alle 5 battute della formazione ospite). Confermati Matteo Bocchi (UnipolSai Bologna) e Michele Pomponi (Parma Clima) come partenti, i due giovani pitcher producono prestazioni positive e un paio di episodi incidono sul risultato. Il Parma Clima si rende pericoloso con due corridori in base e un eliminato nel primo inning, ma due rimbalzanti, tra cui una intercettata con una gran giocata dall’interbase Ray-Patrick Didder, al suo debutto in Serie A1, concludono il forcing ospite. La Fortitudo, dal canto suo, apre il primo attacco con una valida di Didder e, con due eliminati, sblocca il parziale grazie al doppio da un punto di Alex Russo e il singolo da un punto di Lorenzo Dobboletta. Dopo un inizio turbolento, i lanciatori salgono in cattedra. Bocchi tiene a secco il lineup avversario per 5.2 riprese, anche grazie al supporto della difesa (due corridori colti rubando da Astorri, una grande presa all’esterno sinistro di Bertossi nel quarto inning e un doppio gioco nel quinto inning). I padroni di casa vanno in base solo una volta fra secondo e quarto inning, ma nella quinta ripresa tornano a timbrare il cartellino. Riccardo Bertossi guadagna una base su ball e, dopo aver raggiunto la terza base su due rimbalzanti consecutive - rischiando di essere eliminato in terza base sul tiro dell'interbase di Paolini -, giunge a casa sulla successiva volata di sacrificio di Didder. Si chiude la partita di Pomponi e al suo posto entra il rilievo Francesco Nardi, che nella sesta ripresa subisce il quarto fuoricampo in tre partite di un incandescente Cesare Astorri. Il colpo da due punti vale il 5-0 che Murilo Gouvea, entrato con due out nel sesto inning per la sua prima apparizione stagionale, sigilla con una settima ripresa inviolata. La serie prosegue venerdì sera alle ore 21 al “Cavalli” di Parma. La partita sarà trasmessa in diretta su fibstv.com.

IL TABELLINO

Il San Marino batte il Collecchio con il netto punteggio di 9-0 in una partita caratterizzata da tre attacchi da tre punti dei sammarinesi e da un blackout causa maltempo che ha fermato temporaneamente la partita durante il terzo inning. La formazione guidata da Mario Chiarini mette subito le cose in chiaro nella prima ripresa con un fuoricampo da due punti di Lorenzo Avagnina e altre due valide per mano di Celli e Giovanni Garbella che portano subito i titani sul 3-0. Mentre Alessandro Maestri controlla senza problemi sul monte di lancio (4 inning inviolati con 6 strikeout e 3 valide concesse per il suo terzo successo stagionale), il terzo attacco del San Marino si apre con un singolo di Avagnina, ma il blackout ferma la partita. Al riavvio delle operazioni, Federico Celli scarica un home run da due punti, poi un lancio pazzo su una base su ball guadagnata dal neo-arrivato Ahrens arrotonda il parziale sul 6-0. Il sesto inning frutta altri tre punti per gli ospiti, guidati dalla terza valida e dal terzo RBI di giornata di Lorenzo Avagnina e da un paio di errori difensivi del Collecchio. Fernando Baez e Dimitri Kourtis archiviano le ultime tre riprese con 5 strikeout e San Marino consolida la seconda posizione in classifica.

IL TABELLINO

Trascinato dalla prestazione di Marco Servidei, il Godo Baseball strappa il secondo successo stagionale, superando l'Hotsand Macerata per 4-3 al termine di una sfida combattuta fino alla fine. Prima ripresa movimentata per entrambe le squadre. Gli ospiti sbloccano la sfida con una valida, due battitori colpiti e il singolo sul terza base di Splendiani. D'altro canto, il Godo risponde con un forcing prodotto completamente con due eliminati. Il singolo di Davide Meriggi porta a casa Marco Servidei, autore della prima valida dei romagnoli, poi un balk rilevato dagli umpire sul partente del Macerata Gianny Fracchiolla regala il secondo punto ai padroni di casa. I marchigiani ribaltano la situazione nell'attacco successivo, approfittando di una giornata negativa di Luca Bortolotti sul monte di lancio. Dopo due basi su ball concesse e una valida battuta, Jesus Carrera batte a casa due punti con un singolo al centro. L’Hotsand Macerata preserva il margine con un paio di doppi giochi fino alla quinta ripresa, quando i locali vanno alla ribalta e compiono il sorpasso. Dopo una valida di Paolo Tanesini e una base rubata, Marco Servidei spinge a casa il punto del pareggio con un singolo a sinistra ai danni del neo-entrato Oscar Tucci, poi produce il punto del sorpasso finale sul lancio non controllato e il tiro in terza sbagliato dal ricevitore avversario De Simone. Nel sesto inning, Macerata prova a ripristinare la parità e piazza due corridori in base, ma Gabriele Piumatti, appena entrato sul monte di lancio come quinto lanciatore della partita del Godo, ottiene il pickoff che sventa la minaccia e poi, nel decisivo settimo inning riduce ad un arrivo in base l’assalto finale del Macerata, che resta senza vittorie in questo campionato di Serie A1 Baseball.

IL TABELLINO

di Kevin Senatore