Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Leonardo Colagrossi scivola in seconda sul difensore del Novara Di Battista (PhBass)

Bologna e Nettuno corsare, San Marino ok in casa: le prime tre in classifica non sbagliano

Nessuna scossa in classifica dopo il venerdì di IBL che ha visto le vittorie delle prime tre squadre in graduatoria. Con 17 valide la UnipolSai Bologna sbanca Rimini con una vittoria per 14-4 dopo 8 inning e tiene il passo della T&A San Marino che si impone in casa contro il Tommasin Padova grazie alla grande giornata di Ferrini e ai 17 strikeout ottenuti dai propri lanciatori. Non perde un colpo nemmeno la Angel Service - Gruppo Secur Nettuno che, nella serata di sensibilizzazione nei confronti del progetto AISLA, batte il Novara in un match serrato, deciso dai 5 punti prodotti dal cuore del lineup nettunese.

Vittoria d’autorità della UnipolSai Bologna che sfoga tutta la propria potenza e chiude con un netto 14-4 il primo scontro contro il Rimini. Allo stadio dei Pirati ci sono tutti gli ingredienti per uno scontro infiammato e dopo i primi quattro inning le due squadre si scambiano 4 punti ciascuno. Svettano prima i felsinei contro Jose Rosario con la collaborazione di qualche errore difensivo di troppo del Rimini. Nel primo inning Sambucci rompe l’equilibrio con una volata di sacrificio, ma sarà la parte bassa del lineup con Grimaudo e Agretti nella ripresa successiva a lanciare la squadra di Daniele Frignani in fuga. Prima un errore del prima base20170721 - MARVAL Osman BOL dopo fuoricampo contro Rimini Malengo cede un punto a Bologna, poi Flores concretizza col suo primo acuto della serata ed è 4-0. I locali non si perdono d’animo e colpiscono nel loro seocndo attacco. Wuillians Vasquez segna il primo punto e Federico Celli, autore di altre due valide dopo la buona serie col Novara, manda in tilt il ricevitore Marval dietro al piatto, rubando seconda, terza e addirittura casa base. Abbassa la guardia la difesa campione d’Italia che commette due errori tra terzo e quarto inning, agevolando la rimonta dei romagnoli. Garbella avanza in seconda dopo la valida e un errore di Grimaudo, poi segna il punto del 3-4 sul singolo di Vasquez. Nell’attacco successivo, invece, Lorenzo Di Fabio, già autore di una bella giocata difensiva,  trova una valida importante che spinge a casa Zappone, bravo ad approfittare dell’incertezza difensiva degli ospiti. Osman Marval, però, si fa perdonare e nel quinto inning colleziona il suo settimo fuoricampo della stagione, consolidando la sua leadership personale in IBL e riconsegnando ai suoi il vantaggio. La UnipolSai non guarda più indietro. Nel sesto inning, contro il neo-entrato Ricardo Hernandez, piovono 6 valide e 4 punti con i primi quattro battitori del lineup che ottengono ciascuno un punto battuto a casa ciascuno. Flores e Marval migliorano ulteriormente il proprio ruolino di marcia rispettivamente con un singolo da due punti e un doppio con un RBI nel settimo inning. I due hanno accumulato rispettivamente 32 e 33 punti battuti a casa sinora e dominano indisturbati la classifica della lega in questa categoria statistica. La partita non ha più nulla da raccontare se non le quattro valide contro il rilievo Di Raffaele fra Grimaudo, Agretti (3 valide per lui), Nosti e Fuzzi che proiettano i bolognesi verso la vittoria per manifesta superiorità, l’ottava in stagione. Torna alla vittoria Owens (6 riprese, 4 punti subiti), mentre rientra dall’infortunio Raul Rivero con un paio di inning lanciati.

IL TABELLINO

Le quattro valide di un inarrestabile Ferrini, le tre di Albanese e i 17 strikeout dei lanciatori (massimo stagionale in IBL) trascinano la T&A San Marino al dodicesimo successo casalingo su 14 partite. Un Tommasin Padova coriaceo, nonostante l’assenza di Perdomo, comincia forte con Pacini e Teahen che combinano due singoli e sbloccano il risultato. I patavini, privi di Carlos Perdomo, ottengono 6 valide contro il partente avversario Carlos Quevedo, 4 di queste nei primi due attacchi, ma l’asso della T&A si salva nel secondo inning e nel quarto con tre strikeout di fila con due corridori in posizione punto. Il San Marino punisce il lanciatore avversario Kenny Rodriguez proprio dalle occasioni mancate dei veneti. Mattia Reginato ribalta con un home run da due punti, il terzo della stagione, mentre con due eliminati nel quarto Ferrini sparecchia con un triplo da due punti e viene portato a casa da un altro colpo da tre basi di Sebastiano Poma, autore del quinto triplo della sua annata (leader della IBL). Quevedo mantiene il margine nel sesto con il nono e il decimo strikeout della sua partita che lasciano Medoro, che con un out aveva battuto un triplo, in terza. Concluse le sei riprese di Quevedo, i rilievi sammarinesi amministrano in tranquillità, nonostante qualche difficoltà di controllo per Andres Perez. Alla fine è ancora un Jose Ferrini in grande spolvero con la quarta valida ad arrotondare il punteggio sul 7-1. I due RBI dal singolo nell’ottavo attacco si aggiungono ai due punti battuti a casa in precedenza e vanno ad archiviare una prestazione di qualità per l’interbase dei capolista. Si allontanano le ultime speranze di rientrare in corsa playoff per il Tommasin, mentre il San Marino ha ormai ipotecato aritmeticamente il posto ai playoff.

IL TABELLINO

Al “Provini “ di Novara la serata comincia nel segno della sensibilizzazione nei confronti del progetto AISLA con le due squadre che sono scese in campo vestite con il marchio dell'Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica.

20170722 - PreGame Novara Nettuno AISLA (PhBass)

In campo è partita appassionante, ma la Angel Service Gruppo Secur Nettuno vince il braccio di ferro col Novara per 5-1 grazie ad una performance di qualità del monte di lancio e alla concretezza del trio Bermudez-Mazzanti-Colagrossi. Il Nettuno minaccia il partente di casa Raul Ruiz già nel primo inning con Bermudez e Colagrossi che aprono la loro serata con una valida ciascuno. Giordani non concretizza, ma i laziali passano nel terzo attacco grazie al primo fuoricampo della stagione dell'onnipresente Bermudez. Sempre la parte alta del lineup colpisce nel quinto inning. Sellaroli apre con un singolo e avanza in seconda sul bunt di Sparagna. Due battitori dopo e con le basi piene, Colagrossi alza una volata verso l’esterno centro Dobboletta con una distanza sufficiente per far entrare Sellaroli. Dopo aver ottenuto la prima valida in apertura, il Novara riesce ad accumulare due basi su ball in cinque inning. Il trend cambia al sesto, quando Dobboletta lancia l’assalto con un doppio e arriva a casa sul singolo di Alvarez, autore di due delle cinque battute valide dei piemontesi, con due eliminati. Dopo un singolo di Angulo, il partente del Nettuno Ronald Uviedo si ritrova improvvisamente con il corridore del sorpasso in seconda, ma il venezuelano induce una rimbalzante verso il terza base di Batista e tira un sospiro di sollievo. Il manager nettunese Alberto D’Auria scopre la carta Cesar Jimenez nella settima frazione e il venezuelano ottiene 4 strikeout e concede una sola valida fino all’ultimo out. Nel nono attacco degli ospiti, dopo la sostituzione di un ottimo Aristil, Brent Buffa concede due basi su ball sanguinose a Sellaroli e Sparagna e il trio protagonista del cuore del lineup nettunese concretizza con tre singoli consecutivi. Mazzanti spinge a casa due punti, mentre Colagrossi chiude la sua partita con la terza valida personale e il secondo punto battuto a casa.

IL TABELLINO

LA CLASSIFICA

di Kevin Senatore

PHOTOGALLERY IBL

Rimini e Bologna si misurano in chiave playoff