Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Un momento di gioco tra Athletics Bologna - Nuova Pianorese del campionato di serie A (Lauro Bassani)

Il Bollate è la prima squadra qualificata per i playoff

La quarta giornata di ritorno del campionato di serie A di baseball ha emesso il primo verdetto. Il Bollate, campione in carica, supera in ambedue le partite l'Oltretorrente e si qualifica per i playoff. Sempre nel girone A, alle spalle dei lombardi si comporta molto bene il Modena, capace di firmare lo sweep ai danni del Sala Baganza, mentre nelle retrovie il Cagliari espugna per 2 volte il campo del Senago Milano e si allontana dalle ultime posizioni. Nel gruppo B invece non si è disputato lo scontro diretto tra Paternò e Imola per cause di forza maggiore (all'ultimo momento è stato cancellato il volo aereo agli emiliani). Nel girone C, il Macerata esce con un pareggio dallo scontro diretto con il Godo e mantiene la vetta della classifica, mentre alle sue spalle restano a stretto contatto sia il Jolly Roger (sweep sul Potenza Picena) che il Padule (doppietta a Foggia con Pinto autore di un cycle in gara uno).

Girone A

Senago Milano - Cagliari 2-6, 0-12 (7° inning)
Lo scontro diretto per non retrocedere tra Senago Milano e Cagliari viene vinto dai sardi che si impongono così in ambedue le partite e, visti i risultati dagli altri campi, possono incominciare a fare un piccolo pensierino anche al quarto posto. In gara uno sono i lombardi a passare per primi in vantaggio, ma il Cagliari ribalta il risultato nelle riprese centrali, segnando 5 volte tra il quinto e il sesto inning, e ipoteca così il successo. Diverso invece l’evolversi della seconda partita. Dopo l’equilibrio nelle prime riprese di gioco (0-3 al quinto), i sardi dilagano al sesto, realizzando ben 9 punti con 8 valide, e firmano così la doppietta.NOGUERA lancia per il Brescia (Conversi - Oldman)

Collecchio - CUS Brescia 7-2, 0-1
La serie tra Collecchio e Brescia si conclude con una vittoria per parte, risultato che permette agli emiliani di tenere la seconda posizione in graduatoria. In gara uno, Lori e compagni colpiscono meno valide degli avversari (9 a 6), ma sfruttano i problemi di controllo dei lanciatori del CUS (11 basi ball) e superano così gli avversari, grazie ai 5 punti messi a segno tra il quinto e il sesto inning. Nella seconda sfida, invece, il Brescia segna subito al primo inning e poi difende il vantaggio grazie all’ottima prestazione di Noguera sul monte di lancio che sconfigge Yepez al termine di un grande pitching duel (17 strike out per ambedue i lanciatori
con lo stesso numero di valide subite, 6).

Oltretorrente - Bollate 3-7, 0-3
Il Bollate espugna in ambedue le occasioni il campo dell’Oltretorrente e si avvicina sempre di più alla qualificazione ai playoff. Gli uomini di Sheldon si affidano a un attacco da 15 valide per avere ragione degli avversari in gara uno. Decisivo per l’esito finale è il quarto inning, quando i lombardi segnano 3 volte e vanificano il tentativo di rimonta avversario che si era fermato a un punto (2-3). Nella seconda sfida, invece, l’ottima prova di Bisset sul monte di lancio (12 strike out e solo 3 valide concesse in 8 riprese) e l’importante conferma dell’attacco, autore di altre 10 valide, trascinano il Bollate allo sweep.

Modena - Sala Baganza 5-2, 4-3
Al termine di una serie molto equilibrata, il Modena completa la doppietta ai danni del Sala Baganza e si conferma ai vertici del girone A. Nella prima sfida, i padroni di casa vanno sotto nel punteggio (2-1 a fine terzo inning), ma ribaltano in maniera definitiva il risultato nella ripresa successiva, quando segnano 3 volte, grazie anche alla valida da 2 punti di Campazzi. In gara 2, il Sala Baganza sogna una grande impresa che avrebbe avuto un importante risvolto sia per il morale che, soprattutto, per la classifica, e arriva a un out dalla vittoria avanti 3-2 nel punteggio. Il Modena però trova la giocata che ribalta il risultato con Roversi, che colpisce la valida da 2 punti con cui si decide l’incontro.

I RISULTATI      LA CLASSIFICA


Girone B

New Black Panthers Ronchi dei Legionari - Trieste 9-5, 9-0
Il Ronchi dei Legionari completa la doppietta ai danni del Trieste e si conferma terza forza del girone in attesa del recupero del big-match tra Red Sox Paternò e Redskins Imola. La squadre del presidente Perrino soffre soltanto nella prima partita, quando si porta subito in vantaggio nel match (6-2 al quarto inning) ma non chiude la partita, pur colpendo più valide degli avversari. Il Trieste infatti cerca fino all’ultimo l’incredibile rimonta, ma lascia troppi uomini in base (14) per poter puntare all’impresa. Senza storia, invece, la seconda sfida con i New Black Panthers che ipotecano l’incontro segnando tutti i 9 punti tra il terzo e il quinto inning, sfruttando anche gli errori (5) della difesa avversaria. 

Red Sox Paternò - Redskins Imola non disputate per cause di forza maggiore (volo cancellato all'ultimo momento dei Redskins Imola)

Castenaso - Verona 3-1, 2-5
Finisce con una vittoria per parte lo scontro diretto per il quarto posto tra Castenaso e Verona. La prima partita si decide in avvio, con il Castenaso che risponde allo svantaggio iniziale segnando 3 volte al secondo inning. In gara 2, invece, il Verona colpisce il doppio delle valide degli avversari (10 a 5) e si aggiudica la contesa, grazie al fuoricampo da 2 punti di Van Heydorn e al rendimento dei 2 lanciatori Magri e Briggi, capaci di imbrigliare le mazze emiliane.  

Athletics Bologna - S.M. Srl Nuova Pianorese 1-7, 3-1
Anche l’altra sfida per il quarto posto tra Athletics e S.M. Srl Nuova Pianorese termina con un pareggio che non comporta cambiamenti di classifica. La prima partita è equilibrata, con gli ospiti che sbloccano il risultato nei primi inning (0-2 al secondo) e difendono con i denti il vantaggio, prima di dilagare al nono con 4 punti. Gara 2 invece viene vinta dagli Athletics,che segnano 3 volte nella prima ripresa e si affidano poi ai lanci di Montieth e Draghetti per ottenere il successo.

I RISULTATI     LA CLASSIFICA

Girone C

Viterbo - Anzio 12-3, 6-2
Il Viterbo completa lo sweep ai danni dell’Anzio in una serie di grande importanza nella lotta per la retrocessione ed compie, forse, il passo decisivo per il raggiungimento della salvezza. In gara uno, i padroni di Un momento di gioco di Foggia - Padule nello scatto di Giorgio Moffa casa ipotecano la sfida già al primo inning, quando realizzano ben 7 punti grazie anche alle 5 valide colpite. Nella seconda sfida, invece, l’Anzio subito in vantaggio ma subisce la rimonta del Viterbo che segna 3 volte alla terza ripresa e amministra poi il risultato.

Potenza Picena - Jolly Roger 9-11, 2-4
Il Jolly Roger deve sudare le fatidiche sette camicie sul campo del Potenza Picena per ottenere la doppietta che gli permette di restare attaccato al treno di testa. La squadra toscana, infatti, si dimostra particolarmente cinica nella prima sfida, in quanto colpisce meno valide degli avversari (16 a 11) ma sfrutta i diversi errori dei padroni di casa per realizzare un big-inning da 8 punti al sesto che si rivela alla fine decisivo. Più equilibrato il secondo match, ben lanciato dai 2 pitcher partenti, Marquez per il Jolly Roger e Parra per il Potenza Picena, A fare la differenza è l’inizio di partita degli ospiti, che segnano 3 volte tra la seconda e la terza ripresa per un vantaggio che gli avversari non riescono più a recuperare.

Foggia - Padule 1-20 (7°), 2-3 (10°)
Il Padule firma un importante sweep sul campo del Foggia e sale al secondo posto solitario in classifica. In gara uno, il Foggia perde per infortunio D’Amico e il Padule si scatena, trascinato dalle valide di un super Pinto, autore di un cycle (gara con singolo, doppio, triplo e fuoricampo) e del grande slam che apre un sesto inning da 14 punti, decisivo per la vittoria per manifesta. Nella seconda partita, invece, sono decisivi gli extra-inning dopo che il Foggia, all’ultimo respiro, era stato in grado di pareggiare il risultato al nono inning. A firmare il successo toscano è la volata di sacrificio di Gozzini al decimo.

Godo - Macerata Angels 4-2, 0-2
Finisce in parità la sfida al vertice tra il Godo e il Macerata, con i marchigiani che si confermano in testa al girone C. Gara uno vede uscire vittorioso il Godo, capace di creare il break decisivo al sesto inning, quando segna 3 punti e ribalta, così, il momentaneo vantaggio di 2-0 degli ospiti. Gli Angels si rifanno però nella seconda sfida. Al termine di un bel duello di lanciatori tra Palencia Prada e Rodriguez, il Macerata realizza 2 punti nelle riprese finali e pareggia così la serie.

I RISULTATI      LA CLASSIFICA

di Daniele Mattioli