Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

In serie A è tutto pronto per l'inizio della finale scudetto

di Daniele Mattioli

Sarà lo splendido scenario dello Jannella di Grosseto il teatro delle prime due partite di finale del campionato di serie A che avranno luogo sabato 27 settembre tra i padroni di casa dell'Enegan e il Ronchi dei Legionari, assoluti dominiatori della stagione e che hanno raggiunto l'atto conclusivo del torneo a suon di vittorie e di grandi numeri, sia in attacco che in difesa.

"Siamo molto carichi" afferma Andrea Sgnaolin, terza base della formazione toscana "è una finale scudetto e pertanto siamo intenzionati a dare tutto quello che abbiamo per iniziare nel modo migliore la serie, visto anche che giochiamo davanti ai nostri tifosi che sono sicuro riempiranno le tribune dello Jannella''.

I sostenitori del Grosseto, infatti, sono stati chiamati a raccolta da parte della società che, in occasione del pre-partita di gara 2, ha organizzato una cerimonia in cui saranno ringraziati coloro che hanno portato il baseball grossetano ai ilvelli più alti in un'idea di riunire ''passato, presente e futuro'' del team.

''E' sicuramente una bella cosa, in quanto porta alla mente anche l'obiettivo che la dirigenza si era posta a inizio anno, ovvero di riportare entusiasmo in città, creando una squadra che sapesse unire veterani come me, Gary Ermini, Luca Bischeri (che sarà assente per infortunio NDI) e Andrea De Santis a giovani giocatori presenti nel roster. Dopo questa stagione devo dire che lo scopo è stato raggiunto''.

Dall'altra parte, invece, il Ronchi dei Legionari ritorna in Toscana dopo il pareggio ottenuto proprio contro l'Enegan nell'ultima giornata del primo turno della seconda fase e per l'occorrenza potrà contare anche su Alberto Mineo, tra i protagonisti dell'ultimo Europeo. "Arriviamo a questa doppia sfida pieni di entusiasmo e con la determinazione che solo una finale è in grado di trasmetterti" afferma Alessandro Petralia, pitcher dei New Black Panthers. "Siamo consci del fatto che il Grosseto è la squadra da battere, basta guardare il line-up ed il monte di lancio, ma se giochiamo concentrati senza voler strafare sarà una bella serie equilibrata".

IL PROGRAMMA

La foto di copertina è di Lauro Bassani.