Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

L'Acotel Urbe Roma conquista la vetta del proprio girone in un weekend ancora una volta incompleto a causa del maltempo

di Fabio Ferrini

Se da una parte, il girone A, la quinta giornata della serie A Federale si è giocata senza nessun problema, dall’altra, il girone B, la pioggia è tornata a colpire costringendo al rinvio di due sfide complete, una situazione che rende di difficile interpretazione la classifica.

Partendo da dove non ci sono stati problemi nel completare il turno, il gruppo A, la novità arriva in vetta per il terzo weekend consecutivo. Dopo Crocetta e Messina, adesso a comandare il girone è l’Acotel Urbe Roma che non si è lasciata sorprendere dall’Anzio ed ha messo in cassaforte due nette vittorie approfittando così dello Vincenzo D'Addio trascinatore dell'Urbe Roma con 7rbi e un grande slam (Andrea D'Anzi)scivolone della squadra siciliana. Il nove capitolino ha asfaltato i cugini pontini nella prima partita, vinta per manifesta, dove protagonista indiscusso è stato Vincenzo D’Addio con 4 su 5, 7 rbi ed un grande slam; successo netto anche alla sera dove, seppur con sole 4 valide, Ularetti e soci hanno firmato la doppietta (homer di Alejo). Non sono però mancate le sorprese a partire dalla doppia affermazione dell’E-Tecno Sala Baganza sull’ex capolista Cus Messina. La squadra emiliana si è prima imposta di misura su un errore difensivo degli avversari al nono, poi ha visto il duo Calero-Fornasari tirare una shuout che gli permette di agganciare il secondo posto in classifica. L’altro colpo di giornata arriva a firma del Bologna Athletics che conquista il primo successo della stagione contro il quotato Bancaetruria Arezzo. I felsinei, dopo aver ceduto nel finale di gara-1 dove il toscano Cavallini ha toccato un solo-homer, si sono imposti nella seconda sfida con un big-inning da 7 punti alla settima ripresa. Nel derby emiliano Farma Crocetta e Comcor Modena si dividono la posta in palio: il nove di Gradali conquista la vittoria concentrando i suoi punti tutti nel secondo terzo di gara, mentre gli ospiti pareggiano la serie con una prestazione mostruosa di Angel Marquez (foto di copertina C.Benedetti/Oldmanagency). Il lanciatore modenese tira una no-hit con la bellezza di 21 strikeout.

I RISULTATI DEL GIRONE A

LA CLASSIFICA DEL GIRONE A

Nel girone B si sono disputate solo tre sfide, mentre hanno dovuto rinunciare Bollate e Ilcea Rovigo da una parte Astorga autore di una shuout con la casacca del Padova (Padova Tommasin)e Juve ’98 e Palfinger Reggio Emilia dall’altra. Due rinvii che lasciano quasi immutata la classifica se non per il Padova Tommasin che fa suo il derby veneto con l’Icm Ponte di Piave e si conferma al secondo posto solitario. La squadra padovana ha messo insieme 22 punti in due gare con una shutout di Astorga che ha portato al successo per manifesta. Due pareggi sono invece arrivati dalle altre partite disputate. I Rangers Redipuglia conquistano la terza vittoria della stagione a suon di valide, 13, e con una partenza sprint, mentre il Cs Medical Codogno risponde imponendosi al tie-break dell’undicesimo inning dove a decidere sono le valide di Calamia e Langone. Nella sfida tra le matricole del girone, i New Black Panthers iniziano meglio lanciati da un fuoricampo di Thomas Berin che apre la strada della vittoria, ma gli Old Rags Lodi si riscattano immediatamente al termine di una partita tirata, dominata dai lanciatori e il cui equilibrio è spezzato dal solo-homer di Guzman al settimo.

I RISULTATI DEL GIRONE B

LA CLASSIFICA DEL GIRONE B