Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Dall'Europeo di softball all'esordio di Liddi in Major, il bilancio stagionale di Fraccari

da Vicenza, Maurizio Caldarelli

Il bell'argento della seniores di softball, la qualificazione dell'Italia di Mazzieri sfuggita al tie-break, i tagli del Coni, la crisi e la nuova attiività internazionale. Sono questi alcuni degli argomenti toccati dal presidente della Fibs Riccardo Fraccari nell'intervento che ha dato il via al Gala dei diamanti, cerimonia di premiazione dei protagonisti della stagione appena conclusa. Fraccari, dopo essersi intrattenuto con Alex Liddi, premiato con un riconoscimento per essere l'ambasciatore del baseball italiano, ha esordito guardando il bel colpo d'occhio le settecento persone presenti al Teatro comunale di Vicenza.

"Questa manifestazione - ha detto Fraccari al Teatro comunale di Vicenza - sta diventando sempre più la festa di tutti coloro che giornalmente portano avanti tra le mille difficoltà gli sport che amiamo". "Il primo grande risultato di questa stagione è Alex Liddi che abbiamo il piacere di aver con noi. E' un grande successo per tutti noi".Passando ad analizzare brevemente l'annata che ci siamo lasciati alle spalle, Fraccari ha tenuto a sottolineare che "dopo anni di dominio assoluto abbiamo iniziato un ciclo con il softball che ha disputato uno splendido Europeo in Friuli Venezia Giulia, classificandosi al secondo. Il lavoro di Marina  Centrone ed il suo girovagare sui diamanti italiani per tenere d'occhio le azzurre, sta dando i suoi frutti. Le cadette, con molto rammarico ed in maniera rocambolesca e strana, son arrivate terze dimostrando la grande potenzialità".

"Nelle giovanili - ha aggiunto Fraccari - abbiamo avuto cinque squadre che hanno disputato le World Series della Little League ed una di loro è arrivata addirittura in semifinale, evento storico".

Ma le soddisfazioni non si sono esaurite qui. "Nel mondiale Ibaf di Panama - ha proseguito il presidente della Fibs e della Federazione internazionale -  l'Italia ha giocato a testa alta con tutte, perdendo la qualificazione alla seconda fase al tie-break, ma quello che è più importante abbiamo avuto il massimo rispetto".

Fraccari anche anche accennato all'esito del Mondiale, con l'Olanda vincitrice in finale con Cuba: "L'Olanda è diventata campione del mondo in una rassegna di altissimo livello. Cosa è successo? È successo che le Antille olandesi si sono sciolte, dopo un referendum, e gli atleti possono giocare solo con l'Olanda. Undici atleti sono andati a rinforzare un roster che ha meritato di vincere. In un momento di globalizzazione, insomma, si rischia di rimanere in un angolo. Punteremo sulla scuola italiana ma non basta. Bisogna che si abbia chiara la strada da percorrere. Nel prossimo weekend insisteremo sull'uso della scuola italiana, non prenderemo scorciatoie, ma non condivido le scelte di prendere atleti per pochi mesi invece di tirare su un settore giovanile". Un accenno anche ai programmi internazionali: "Nelle manifestazioni internazionali parteciperanno gli atleti professionisti, un passo importante per creare la locomotiva che porti risorse. Altre novità: abbiamo confermato il mondiale U12. Il mondiale è diventato il Classic, a qualificazione. Italia già qualificata. Ci saranno poi. Mondiali Under 18. Manifestazioni interamente pagate dalla federazione internazionale. Le risorse verranno investite nelle manifestazioni giovanili".

L'ultimo passaggio di Fraccari è stato sui tagli del Coni. "Il Coni ha tagliato 590.000 euro, ma il consiglio non metterà altre spese sulle spalle delle società. Non abbiamo mai toccato le nazionali. Per il prossimo anno abbiamo previsto il mondiale seniores di softball, l'Europeo di baseball e il Mondiale juniores. La certezza e la speranza che il cammino intrapreso è quello giusto. L'accademia sarà l'ultima cosa che toccheremo. La Fibs cercherà di non fa ricadere sulle società questi tagli. Il baseball e softball dovranno stringere,  evitando di fare spese superflue, ma investimenti sui giovani, che rappresentano il nostro futuro".

LE IMMAGINI DI FRANCO BAGATTINI