Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

IL MUSEO VIRTUALE SI ARRICCHISCE: ARRIVANO I RUOLINI DELLA LIBERTAS ROMA DEL 1951 GRAZIE AD UNA DONAZIONE DELLA FAMIGLIA LUBAS

Di Roberto Buganè

Il riordino e la classificazione della ingente documentazione donata al Museo FIBS da George e Mark Lubas, figli dell'Hall of Famer Joseph "Joe" Casimir Lubas, hanno portato alla scoperta della raccolta pressoché integrale dei ruolini delle partite giocate dalla Libertas Roma durante il campionato italiano di Serie A del 1951.
Vogliamo ricordare che la FIPAB deliberò che si doveva provvedere alla classificazione delle partite solo a partire dal 1953.
Joe Lubas anche in questo caso dette dimostrazione di grande spirito organizzativo e di quanto impegno pose nel porre le basi per uno sviluppo organico del gioco in Italia anche attraverso la raccolta dei dati statistici e la loro elaborazione. Non è un caso che fu tra i fondatori del Comitato Nazionale Classificatori.
Lubas attribuiva grande importanza alle rilevazioni statistiche tanto che, pur in assenza di una organica raccolta dei dati da parte di tutte le società partecipanti al Campionato di Serie A del 1952, istituì al termine dello stesso, attraverso la Transocean, Società commerciale che gestiva nel privato, il premio al MVP ipotizzando evidentemente la istituzione permanente di tale premio sulla base dei dati statistici che si sarebbero raccolti ordinatamente a partire dal 1953. E' a tutti noto che il primo MVP italiano fu Giulio Glorioso.
I ruolini qui raccolti ci consentono una carrellata completa sul campionato del 1951, quanto meno relativamente alle partite giocate dalla Libertas Roma che in quell'anno si fregiava dello scudetto di campione d'Italia conquistato al termine del campionato 1950, primo campionato disputato sotto l'egida della Federazione Italiana Palla Base.

Possiamo quindi leggere i nomi di quasi tutti i partecipanti a quel campionato e valutarne le prestazioni anche se, salvo quelle relative ai giocatori della Libertas Roma, relativamente a solo due partite, con due eccezioni: le partite col Bologna B.C. furono tre in quanto una partita fu ripetuta, mentre delle partite con il Torino B.C. è andato smarrito il ruolino relativo al Torino dell'incontro di ritorno.
Ritornano alla mente i nomi degli arbitri di quel tempo ed i nomi dei campi storici del baseball italiano, dal campoJoe Lubas in campo negli anni '50 di Villa Borghese a Nettuno, al Motovelodromo Appio di Roma, l'Antistadio di Bologna, il Forza e Coraggio di Milano, l'Apollodoro di Roma, il Padovani di Firenze, il Lancia di Torino.

Sono poi possibili diverse notazioni che ci dicono tanto su quel campionato. Contrariamente a quanto da molti ritenuto, non sempre si trattò di partite interminabili; lo svolgimento dei nove inning per alcune partite richiese solo 2 ore e 15 minuti. Nel contempo alcune partite furono molto lunghe, ma perché il punteggiò di parità le condusse a combattere anche fino a 13 inning.
Ci possiamo infine fare un'idea del pubblico che seguiva i campionati. Stando al ruolino assistettero all'incontro Bologna B.C. vs Libertas Roma svoltosi sul campo dell'Antistadio di Bologna ben 7000 spettatori. Il numero ci pare improbabile, ma fossero stati anche solo 1000 si tratterebbe pur sempre di un pubblico di tutto rispetto. Il pubblico medio si aggirava sulle 300 presenze con punte di 600 sul campo di Nettuno.

In un documento a parte pubblichiamo i dati statistici complessivi individuali e di squadra della Libertas Roma 1951.