Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

SECONDA VITTORIA (3-1) PER IL DE ANGELIS CHE AGGANCIA IL MONTEPASCHI. IL CARIPARMA PAREGGIA I CONTI (4-1).

Da Godo, Marco Landi

La sfida tutta mancina fra Camardese (1 vinta-2 perse, 1.50 era) e Cooper (1-1, 5.19) fa di garadue fra De Brandon Camardese è il vincente di gradue fra De Angelis e Montepaschi (Ferrini FIBS)Angelis Rimorchi Godo e Montepaschi Grosseto una partita interessante ed equilibrata.
I padroni di casa passano per primi al secondo inning, con la battuta lungolinea di Sanchez verso la terza base, che Sgnaolin blocca, ma poi l'assistenza in prima è troppo corta, e si trasforma in un errore che porta il catcher goto sul sacchetto di seconda. La battuta in diamante di Rubboli spinge il compagno in terza, pronto per segnare l'1 a 0 sul singolo a destra di Malengo.
Grosseto pareggia nella quarta ripresa con un solo homer a sinistra di Raul Marval.
Per il resto, i due lanciatori partenti sono assoluti protagonisti dell'incontro: Camardese chiude il suo settimo inning con 101 lanci sul braccio, mentre l'azzurro di Grosseto, che inizia il suo settimo con 75, concede quattro ball a Sanchez, quindi commette un fallo che fa arrivare il corridore in seconda. Rubboli porta il compagno in terza con un sacrificio ben eseguito e qui termina la prova di Cooper, che cede il posto a Yovany D'Amico, il quale concede la base a Malengo e una battuta in diamante a Toniazzi che consente a Sgnaolin di eliminare Sanchez a casa base, ma è un doppio sulla linea di destra di Tanesini a procurare il vantaggio 2-1 della De Angelis. Il punto è da addebitare a Cooper, ed è il solo guadagnato su di lui, in virtù di 2 sole valide concesse, con 3 bb e 3 strikeout.
All'ottavo anche Zoli cambia Camardese (1 punto con 5 valide, 1 base e 8k) con James Ricchio.
Lino Connell arrotonda il punteggio sul 3-1 con un fuoricampo da 1 punto nella parte bassa dell'ottavo e mette la parola fine sulla gara, che aggiudica la vittoria a Camardese e la salvezza a Ricchio, ma soprattutto consente alla De Angelis di agganciare in classifica il Montepaschi.

IL TABELLINO

 

Da Parma, Davide Bertoncini

Il mound del Cariparma si riscatta in gara 2 e limita ad 1 solo punto il lineup della Danesi, la staffetta Grifantini/Scarcella/Salsi concede solo 4 valide, da segnalare soprattutto la prova del partente italoamericano che realizza una no-hit di 6 inning, anche se difetta un po' di controllo (4 basi e 2 lanci pazzi).
L'attacco fa tutto in un inning, il quinto, dove segna i quattro punti sufficienti per la vittoria che ricompatta la classifica.
Nettuno va in vantaggio al secondo inning con il minimo sforzo, Giuseppe Mazzanti va in base dopo quattro ball di Grifantini all'inizio della ripresa, e completa il giro delle basi grazie a due lanci pazzi , intervallati da una battuta in diamante di Tavarez.
Parma ha subito l'occasione per impattare la gara, ma sul singolo di Bertagnon una perfetta assistenza Nunez-Navarro fulmina Balentina che cerca di raggiungere casa base dalla seconda.
Grinfantini ritrova il controllo e Parma al quinto inquadra i lanci di Giovanni Carrara, Bertagnon ottiene la base per ball ed avanza su un bunt di sacrificio di Scalera, il doppio di Michele Gerali ed il singolo di De Simoni portano i ducali in vantaggio per 2-1.
Il momento positivo prosegue ed i punti salgono a 4, Dallospedale ottiene la base per ball, poi il doppio di Munoz e la volata di sacrificio di Carvajal completano l'inning, l'ultimo lanciato da Carrara, che viene sostituito al sesto da Joel Hernandez.
Nel finale ci sono occasioni da ambo le parti che non vengono concretizzate, soprattutto il Nettuno si trova con le basi piene e due eliminati all'ottavo, ma Giuseppe Mazzanti non va oltre un pop in foul, facile preda di Munoz.
Alla nona ripresa i laziali mettono i corridori in prima e seconda con un solo eliminato, ma Salsi non trema e chiude la partita con un doppio gioco 1-4-3.

IL TABELLINO