Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

IL MONTEPASCHI GROSSETO CHIUDE AL TERZO POSTO LA SUPERCOPPA AL MONTJUC, SUPERANDO IL BARCELLONA (3-0)

Il Montepaschi Grosseto chiude l'avventura nella Supercoppa con una vittoria facile facile contro il Barcellona (3-0 il finale) nella finalina di consolazione.

 Sorretti a dovere da Junior Oberto, che ha effettuato 91 lanci di qualità, concedendo appena due valide ai catalani in otto riprese.  La prova del mancino di Barquisimiento, che nel 2009 diventerà Asi, ha dato tranquillità ai ragazzi di Minozzi, scesi in campo rimaneggiati per le assenze di Andrea De Santis (febbre) e Jorge Nunez (botta ad una mano). Ne è venuto fuori uno shutout buono in una gara velocissima. I biancorossi di Paolo Minozzi mettevano la testa avanti al terzo:  Caracciolo picchiava un doppio, scivolava in terza sulla eliminazione al volo di Dallospedale e arrivava a casa sul singolo di Avagnina.

  Il radoppio italiano al sesto attacco, con il lungo homer di Kelly Ramos, che mandava lontanissimo a destra il lancio di Remigio Leal.  

Dario Piselli, uno dei tanti giovani utilizzati dal Montepaschi in questo finale di stagione, firmava invece il 3-0. L'esterno sinistro batteva un singolo e faceva il giro delle basi su quelle successivi di Dallospedale e Avagnina.

 Il Barcellona apriva la nona ripresa con una valida di Isasi sul nuovo entrato Leonardo D'Amico, ma la difesa maremmana si salvava con un doppio gioco ed un'assistenza di Marval sulla battuta di Golindano, il miglior battitore contro il San Marino. Nove le valide messe insieme complessivamente dai grossetani, con un Lorenzo Avagnina ispirato che chiuso a 4/4, con un doppio e 2 punti battuti a casa.

LA SCHEDA DELLA PARTITA

IL PARERE DEI PROTAGONISTI