Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

LE ITALIAN BASEBALL SERIES ALL'ATTO FINALE

Di Riccardo Schiroli

Buona la cornice di pubblico delle Italian Baseball Series a San Marino (Ferrini/Fibs)Le Italian Baseball Series sono giunte all'atto finale: tra venerdì 5 e sabato 6 settembre avremo il nome della squadra Campione d'Italia.
Le partite decisive si giocano allo "Steno Borghese" di Nettuno, che sarà sicuramente gremito e sarà un vero e proprio giocatore in più per la Danesi. Da parte sua la T&A San Marino parte con una gara di vantaggio. Sa quindi di poter sbagliare (mentre per il Nettuno venerdì, in caso di sconfitta, non c'è domani) e sa anche di avere qualcosa in più a livello di lanciatori per l'eventuale settima partita.

E' forse prematuro parlare di gara 7 quando in effetti non è nemmeno stata giocata la sesta sfida, però il pensiero di quella partita è un tarlo per tutti i cronisti, quindi togliamoci il pensiero.
Entrambe le squadre arriveranno all'appuntamento con un lanciatore perfettamente riposato. Sia Cruz del Nettuno che Estrada del San Marino hanno lanciato venerdì 29 agosto e si sono poi limitati a riposarsi, a parte un accenno di riscaldamento per Estrada all'ultimo inning di gara 4 martedì. San Marino può certamente contare sul contributo di Figueroa sulla base di 3 giorni di riposo, ma quale contributo non è chiaro. Il dominicano, che è reduce da una stagione travagliata da un infortunio, ha effettuato 103 lanci martedì. E' più o meno la stessa situazione di Florian, che in gara 4 (ottimamente lanciata) è uscito con 104 lanci nel braccio. Andando oltre, Bindi per San Marino può contare su Brian Looney, che martedì ha dato una trentina di lanci. Per Ruggero Bagialemani sarà invece inevitabile chiedersi se Carrara può essere il 'closer' della partita che vale una stagione. La domanda mi sembra quasi retorica: Carrara risponderà presente.

Si parla già tanto della settima partita anche perchè la logica sembra dare un chiaro vantaggio al Nettuno in gara Matteo Tonellato torna partente per gara 6 6. Bagialemani ha già annunciato che farà partire Richetti. L'italo dominicano ha 112 lanci nel braccio, ma anche una certa voglia di rivalsa dopo l'inattesa sconfitta di lunedì. Dietro di lui c'è comunque pronto Costantini, che lunedì ha dato alla sua squadra solo 16 lanci ed è quindi perfettamente riposato. Bindi ha invece utilizzato Martignoni in gara 5 e non gli può certo chiedere di partire venerdì, per quanto il mancino sarà quasi sicuramente chiamato sul monte in caso di gara chiusa. La scelta del partente del San Marino cadrà quindi su Matteo Tonellato che, dopo una 'regular season' tutto sommato positiva (4.83 la media punti guadagnati in 63 riprese), è crollato nel girone di semifinale, resistendo sul monte solo 2.1 riprese nel complesso di 2 uscite da partente. Tonellato non lancia in partita dal 13 agosto ed è difficile prevedere che contributo darà. Dietro di lui come rilievo lungo l'unica alternativa è Lucena, che San Marino ha utilizzato molto raramente quest'anno quando il risultato era in bilico.

Allargando l'analisi delle 2 contendenti, balza all'occhio come il rendimento in battuta sia sostanzialmente analogo. San Marino batte a .247 con un totale basi di 63 e una media bombardieri di .371. Nettuno è a media .241 con un totale basi di 61 e una media bombardieri di .367. San Marino ha battuto più fuoricampo (5 contro 3) e ha più punti battuti a casa (26 contro 20), ma Nettuno ha realizzato più doppi (10 contro 6) e ha una miglior percentuale di arrivi in base (.368 contro .312). Più dei numeri, sarà importante per la Danesi che i segni di risveglio dati da Ugueto, Mazzanti e Camilo abbiano un seguito.
E' per altro in difesa, che San Marino sta giocando decisamente meglio (3 errori contro 9).

LE STATISTICHE DELLE 2 FINALISTE

Per le partite decisive entrambi i manager hanno scelte sostanzialmente obbligate. Nettuno è priva di Leo Mazzanti e Renato Imperiali e Tavarez gioca con evidenti problemi muscolari. San Marino ha fuori Albanese e De Biase che soffre ogni volta che si trova costretto a scattare.
Anche questo aggiunge pathos ad un fine settimana che potrebbe essere memorabile.

In campo venerdì 5 settembre ore 21 (lanciatori di scuola italiana)

Danesi Nettuno-T&A San Marino (arbitri: Giachi, Cappuccini, Borselli, Maestri)

In campo sabato 6 settembre (se necessario) ore 21 (lanciatori stranieri)

Danesi Nettuno-T&A San Marino (Giabbani, Filippo, Maestri, Borselli)

LA COPERTURA TELEVISIVA DEL FINE SETTIMANA
 
venerdì 5 settembre diretta su Rai Sport Più dalle 23; replica su Rai Sport Più dalle 11 di sabato 6; diretta integrale sulla TV nazionale di San Marino (via etere solo in Emilia Romagna) e sul sito internet dell'emittente 
sabato 6 settembre diretta su Rai Sport Più dalle 23; replica su Rai Sport Più dalle 18.30 di lunedì 8; diretta integrale sulla TV nazionale di San Marino (via etere solo in Emilia Romagna) e sul sito internet dell'emittente