Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

PROVA DI CARATTERE DEL NETTUNO CHE SI IMPONE 10-8 SUL SAN MARINO

Da San Marino, Fabio Ferrini

Parisi si complimenta con Arias per la vittoria (Ferrini/FIBS)La Danesi Nettuno si tiene in vita espugnando il diamante della T&A San Marino in gara-5 (8-10). Una vittoria giunta al termine di una partita dalle mille emozioni, dai continui capovolgimenti di risultato dove si sono da prima visti i due partenti tenere sotto controllo le mazze avversarie, poi gli attacchi dominare sui vari rilievi saliti sul monte. Alla fine il nove di Bagialemani ha tirato fuori l'orgoglio e la voglia di prolungare la serie che gli ha permesso di contenere un San Marino mai domo che ha provato fino all'ultimo a sfruttare il primo match-ball. Questa volta però l'attacco laziale ha ritrovato alcuni uomini chiave come Ugueto che, autore di un 3 su 4 condito da due doppi ed un fuoricampo, insieme al solito Mazzanti ha guidato i compagni alla vittoria.

La partenza del Nettuno è di quelle brucianti che possono mettere subito in ginocchio il partente avversario. L'attacco laziale infila tre doppi consecutivi firmati da Ugueto, Camilo e Mazzanti che fruttano due punti (0-2). Un duro colpo per Da Silva che alla fine riesce a chiudere senza subire oltre le mazze avversarie. Questo non basta alla Danesi per ritrovare la giusta tranquillità e ancora una volta un errore difensivo mette in salita la partita. Con due out, Rovinelli in seconda e Shledon in prima, Tavarez sbaglia una facile assistenza in prima che avrebbe chiuso la seconda ripresa, la palla finisce nel dugout di casa e San Marino inizia la rimonta con il primo punto: Matamoros riceve Non è bastato al San marino l'ottima prova di un ritrovato De Biase (Ferrini/FIBS)quattro ball che riempiono le basi e Buccheri tocca un singolo a destra che vale i punti del 3-2 con il catcher dei titani che viene eliminato sul tentativo di arrivo a casa. La gara rimane però scoppiettante e le due squadre si rispondono colpo su colpo. In apertura di terzo Ugueto, arrivato a questa partita senza una valida nella serie finale, infila la seconda hit della sua serata sparando un solo-homer a destra che riequilibra le sorti dell'incontro (3-3).
Dopo una ripresa senza emozioni, è il nove di Bindi a trovare il vantaggio al quinto con tre valide consecutive, l'ultima delle quali è il doppio di De Biase su un Mazzanti in allungo che non riesce a fermare la palla e su cui La Fera corre a casa per il 4-3.
Si arriva così alla settima ripresa che si rivela la saga dei punti. Forse per la prima volta nella serie anche la difesa della T&A sente la pressione e non è impeccabile con Nettuno che firma il controsorpasso grazie ad un big-inning. Ambrosino riceve la base con cui finisce la gara di Da Silva sostituito da Orta, Duran batte un singolo e viene imitato da un Ugueto in gran serata e sulla cui hit Suardi commette un errore facendo entrare anche il 4-5. Il momento di difficoltà continua con l'intenzionale a Camilo e la valida di Mazzanti a sinistra che si trasforma in un doppio per regolamento che frutta solo il sesto punto laziale fermando Camilo in terza. San Marino decide di forzare il gioco e dà la seconda intenzionale dell'inning, questa volta a Tavarez, che piena le basi. Bindi cambia nuovamente sul monte e ripropone a distanza di nemmeno quarantotto ore Martignoni. Una mossa che non evita altri due punti della Danesi (4-8) spinti dal singolo al centro di Schiavetti.Giuseppe Mazzanti decisivo con 3 punti battuti a casa (Ferrini/FIBS)
Allo stadio Serravalle è un turbinio di emozioni perché dopo la reazione d'orgoglio del Nettuno, la squadra del Monte Titano non si tira indietro e impatta nuovamente la partita al cambio campo. Con Pezzullo in pedana per Carrara, Buccheri prende la base, Vasquez batte un singolo e De Biase spara un doppio che vale due punti (6-8). E' poi la volta di Rovinelli che spara il suo terzo fuoricampo della serie e San Marino pareggia (8-8). L'incontro diventa esclusivo dominio degli attacchi e Nettuno torna a mettere la testa avanti complice un Martignoni in difficoltà che concede tre basi ball prima di essere rilevato da La Fera. La mossa di Bindi non dà i frutti sperati perché arrivano altri quattro ball che forzano a casa l'8-9 e poi una volata di sacrificio di Tavarez vale il punto di Ugueto (8-10). Un ultimo acuto a cui la squadra del Monte Titano non riesce più a rispondere imbrigliata dalle traiettorie di Arias.

La serie torna adesso a Nettuno dove venerdì 6 Danesi e T&A si affrontano nella sesta partita di finale.

LA SCHEDA DELLA PARTITA

LE IMMAGINI DELLA GARA

Una sintesi di 45 minuti della partita sarà trasmessa da Rai Tre alle 16.30 gi giovedì 4 settembre