Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

INASPRIMENTO DELLE PENE PER GLI ATTI DI VIOLENZA CONTRO GLI UFFICIALI DI GARA

Il Consiglio di Presidenza della FIBS ha approvato lunedì 14 aprile una rilevante proposta di variazione al REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA (articolo 1.04.1) deliberato dal Consiglio Federale nel 2002.
Secondo la proposta Qualsiasi atto di violenza disica compiuto da un tesserato FIBS nei confronti degli Ufficiali di Gara prima, durante ed al termine dell'incontro e indipendentemente dall'effettivo danno arrecato alla persona, è punito con l'interdizione dallo svolgimento di ogni attività e dall'esercizio di qualsiasi funzione nell'ambito della FIBS per un periodo minimo di un anno. Se dal fatto deriva un impedimento alla prosecuzione dell'incontro, la pena è aumentata a 2 anni e 6 mesi.
Chi, dopo essere stato condannato per un'infrazione, nei 5 anni successivi ne commetta un'altra della stessa indole è punito con la radiazione dai Ruoli Federali
.

La modifica al Regolamento di Giustizia dovrà ora essere approvata dalla Giunta Nazionale del CONI.