Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

I Lampi espugnano Roma e balzano al secondo posto

Nella sesta giornata due buone vittorie per le squadre sarde.

LAMPI MILANO 3 – ROMA ALL BLINDS 2

Dopo che capitan Scarso consegnava al capitano della Roma Alfonso Somma delle spillette in ricordo di Claudio Levantini (momento che sta

accompagnando ogni pre-partita della stagione dei Lampi), alle ore 12:00 iniziava un’attesissima Roma - Lampi.

Partita esteticamente poco bella, condizionata dal forte caldo, dai tanti errori e dai tanti assenti (Napoli e Pierri per i capitolini, Comi e Vasquez per i Lampi), ma forse anche grazie a questo, emozionante, tirata e combattuta fino all'ultima pallina.

Partivano bene i Lampi che con tre valide consecutive siglavano subito l'1 a 0, contenevano bene in difesa e raddoppiavano nel quarto inning.

La Roma accorciava le distanze ma subito i Lampi segnavano il 3 a 1,prima che la luce su una prestazione offensiva abbastanza opaca si offuscasse definitivamente.

La Roma si portava sul 3 a 2 ma non riusciva a completare la rimonta, a causa di una difesa dei Lampi che per ben tre volte riusciva a realizzare il terzo out con un uomo della Roma in terza base.

Finale della partita al cardiopalma con Dieng che, a basi piene, realizzava l'out decisivo su Checchi rendendo inutile la corsa a punto di Somma.

Per la Roma grande prestazione del solito Bassani (4 valide su 8 turni,e 12 assistenze) quasi imprendibile per la difesa meneghina, mentre per i Lampi decisivo Dieng (3 su 7, 1 pbc e 8 Ass.), soprattutto in difesa con un doppio gioco fondamentale al quinto e l'out decisivo nel nono inning ben coadiuvato da Allegretta (2 su 8 e 5 Ass.). Nella battaglia si sono esaltati i veterani Somma (4 su 8, 1 pbc ed 1 Ass.) e Checchi (2 su 8 ed 1 Pbc.) da una parte e Scarso (2 su 8 e 2 Ass.) dall'altra. (M.A. – G.A.)

THURPOS CAGLIARI 14 – UMBRIA REDSKINS 5

Un inizio equilibrato (con le due squadre che si fronteggiavano con difese attente ed attacchi efficaci ma abbastanza contenuti) faceva supporre che la gara sarebbe stata avvincente e combattuta fino alla fine. Improvvisamente però alla sesta ripresa i Thurpos davano fuoco alle micce e con una gragnuola di valide dilagavano portandosi a distanza di sicurezza, tanto da chiudere la partita all’ottava ripresa per impossibilità di rimonta (malgrado un tentativo degli Umbri che al loro sesto inning di attacco segnavano 3 punti). Certamente la squadra sarda ha mostrato un potenziale in attacco veramente devastante non tanto per il numero delle valide (18 a 15 per loro) ma per il tempismo nell’esecuzione che si è rivelato vincente, segnando punti a raffica nelle ultime tre riprese giocate. Per loro su tutti Tocco (7 su 9 ,2 Hr e 6 pbc) seguito da Spiga (4 su 9,3 pbc e 4 Ass.), G.Lai (4 su 8 ,1 Pbc e 2 Ass.) e Romano(2 su 8, 2 pbc e 1 Ass.).

Per i Pellerossa Perugini buone le prove di Oliveri (5 su 8,1 pbc e 2 Ass.), Pierini (3 su 8,1 pbc ed 1 Ass.), Trefolello (3 su 8,1 pbc), Vintila (2 su 8,2 pbc e 3 Ass.) e Quinci (2 su 8 e 6 Ass.)

FIORENTINA BXC 14 – THURPOS CAGLIARI 7

Una Fiorentina veramente determinata ha avuto ragione dei Thurpos con una gara nella quale ha dimostrato una grande capacità sia difensiva che offensiva contenendo i Sardi, che il giorno prima si erano resi protagonisti di una prova maiuscola. I Toscani hanno iniziato a macinare punti sin dalla prima ripresa, prendendo alla sprovvista i Cagliaritani che hanno avuto solamente un momento di gloria con i 5 punti segnati alla quinta e chiudendo con un totale di 6 la loro prestazione offensiva. Gli atleti di Calamida, pur mostrando delle statistiche personali di tutto rispetto, probabilmente non riescono a ben calibrare la difesa che con il loro potenziale di attacco potrebbe riuscire a far loro ottenere dei risultati più soddisfacenti. Da segnalare comunque le prove di Tocco (5 su 8 e 3 pbc.), Spiga (4 su 8, 1 pbc e 5 Ass.) e Serra (3 su 8, 1 Pbc. e 3 Ass.).

I Gigliati di coach Moricci hanno offerto una prestazione che da tempo non fornivano, con tutti i giocatori del line-up efficaci nel box di battuta ma soprattutto con una difesa ben registrata che da sempre era stato il loro marchio di fabbrica. Su tutti Andrea Lazzarini (7 su 11, 5 pbc e ben 10 Ass.), seguito da Cascio (6 su 8, 2 pbc.ed 1 Ass.), Musarella (5 su 11, 3 pbc.e 3 Ass.). e dal rookie Rinaldi (2 su 7 e 2 Ass.)

Eserdio nel BXC del Classificatore Ufficiale FIBS Alberto Carletti

 

STARANZANO BXC 0 - TIGERS CAGLIARI 14

Partita senza storia con i Tigers che con 23 valide in battuta hanno avuto ragione di uno Staranzano veramente in difficoltà a reggere il ritmo dei battitori sardi e che mai è riuscito a rendersi pericoloso se non con la prestazione di Kakar (2 su 5 e 4 Ass.). Troppo poco per poter competere con efficacia.

Fare una graduatoria dei giocatori di Sandra Gallus sarebbe ingiusto, in quanto tutto il line-up ha risposto con una grande prestazione con ben quattro atleti con oltre 5 valide e più di 3 pbc. ciascuno, certamente è da citare Bonomo con le 8 assistenze oltre la sua prova offensiva.

Qui di seguito il link dell'articolo completo:

https://www.aibxc.it/news/dettaglio.php?id_news=519