Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Mazzanti : "Grazie al baseball per ciechi questi ragazzi hanno migliorato la loro vita"

Durante e dopo la finale del campionato di baseball per ciechi abbiamo parlato con alcuni protagonisti ed addetti ai lavori, iniziamo le interviste con Gianni Lercker, ex giocatore Fortitudo e membro della commissione tecnica “sono stato coinvolto sin dall'inizio attraverso gli amici delle squadre in cui ho giocato, all'inizio è stato un po' strano, mi sentivo quasi inutile poi ho scoperto tante cose, soprattutto la voglia di fare di queste persone ... a fine partita sono tutti amici, che hanno in comune la voglia di giocare … in una situazione difficile”.

Non può mancare un commento sulla morte di Giulio Glorioso “Eravamo compagni di squadra in nazionale, e ci ho giocato contro tante volte da avversario, è stato un punto di riferimento, un modello da imitare”.
“Lui ha continuato ad essere nel baseball anche dopo la fine della carriera, sempre molto critico ma sempre al di sopra delle parti”.
Si ricorda un episodio curioso ?
“Una volta mi ha tirato in testa, ho continuato a giocare ma vedevo il campo girare ! Non credo fosse intenzionale, ma la partita dopo mancava Calzolari, e facendo fuori il lanciatore della prima partita saremmo stati in difficoltà” (sorride nda).

 

Non è di molte parole il capitano della Fiorentina, Francesca detta “Pulce” “non so cosa dire … sono contentissima per questa vittoria, è stata una sofferenza per tutto il campionato ma ce l'abbiamo fatta, ad inizio stagione non ci speravo , ma sapevo che ce la saremmo giocata al meglio!”
Interviene poi il Presidente, Nicola Vincenti “ero in ferie e sono venuto qui per sostenere la squadra, questo è il quarto scudetto ma l'ultimo è sempre il più bello, oltretutto ottenuto contro una grande squadra come Bologna !”

Finiamo con il Presidente dell'associazion, Alberto Mazzanti, dalla prima partita dimostrativa sono passati più di 20 anni, un bilancio ?
“Siamo sempre cresciuti, siamo arrivati fino a 9 squadre in tutta Italia, siamo anche in Sardegna, di strada ne abbiamo fatta.”
“Il gioco è sempre migliorato, ma la cosa più importante è la sicurezza nei movimenti che vedo acquisire da tutti anche fuori dal campo, molti vivevano isolati, ci hanno detto che grazie al baseball hanno migliorato la loro vita, questo è l'aspetto più bello.”
Com'è la situazione a livello internazionale ?
“Tre anni fa siamo andati in America per conoscere la loro versione del gioco, che chiamano bee-ball, ma è molto diversa e la nostra versione, che è uno sport, non è piaciuta, quindi ci siamo fermati.
Adesso ci sono due persone che stanno provando a farlo conoscere...
Ci sono comunque una squadra in Francia ed una in Germania, inoltre ho notizie di partite sperimentali a Cuba, con cui però abbiamo pochi rapporti per via della distanza.”

Esco dall'impianto mentre sento ancora le urla di gioia dei giocatori fiorentini ...