Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Ritorna il Progetto 42: nel nome di Jackie Robinson il baseball e il softball messaggeri d’integrazione nel mondo della scuola

di Marco Landi

Dopo il successo degli otto eventi dello scorso anno scolastico, torna il Progetto 42, il programma della Federazione Italiana Baseball Softball specificamente dedicato alle scuole di ogni ordine e grado che mira a coniugare la trasmissione dei valori più strettamente sportivi della disciplina a quella dell’integrazione attraverso la storia di Jackie Robinson.

Robinson è uno degli eroi più rappresentativi della disciplina e della ‘difficile strada per la libertà’ indicata da Nelson Mandela: da anni la Major League Baseball ha ritirato il numero di maglia 42 di Jackie Robinson, il primo giocatore nero a ottenere un contratto da una squadra di grande lega dopo la Seconda Guerra Mondiale e gli anni della color line.

Non solo, a indicare l’importanza della sua figura, ogni stagione, il giorno 15 aprile, tutti i giocatori delle 30 squadre MLB indossano il numero 42 (foto Getty/MLB in primo piano), a ricordo di quel 15 aprile 1947 che vide Robinson scendere in campo per la prima volta in una partita ufficiale, unico nero in un campionato fatto interamente di bianchi.

Al centro del programma c’è, appunto, 42, splendido film del 2013 targato Warner e interpretato da due stelle in gran forma: Harrison Ford (da Oscar) e Chadwick Boseman, nei panni di due uomini che hanno cambiato per sempre il gioco del baseball, e molto di più. La pellicola racconta la storia di Branch Rickey, leggendario General Manager dei Brooklyn Dodgers, e di Robinson, mentre combattono alla loro maniera il razzismo e la famigerata linea di colore del baseball professionistico del dopoguerra.

Diretto dal premio Oscar Brian Helgeland (già sceneggiatore di L.A. Confidential), ‘42’ vanta nel cast anche Nicole Beharie nel ruolo di Rachel Robinson, l’amata moglie di Jackie.

Progetto 42, coordinato dalla Commissione Sport Scolastico Giovanile e dal Settore Comunicazione e Marketing della FIBS, aveva ottenuto per la prima edizione del 2013/2014, il patrocinio del Ministro per l’Integrazione Cécile Kyenge e si realizzaBoseman/Robinson e Ford/Rickey nel film '42' di Brian Hegeland (Warner) con il contributo fondamentale di Warner Bros. Entertainment Italia, che distribuisce il film in Home Video, di diversi enti locali e territoriali che hanno concesso il loro patrocinio e degli operatori ed educatori sportivi delle diverse sedi coinvolte, portando la storia di Robinson a Grosseto, Lucca, Milano, Torino, Reggio Emilia, Bolzano, Roma e Rovigo e a contatto con circa 4.000 ragazze e ragazzi della scuola primaria, secondaria e superiore, 300 dei quali hanno inviato i loro elaborati per partecipare al concorso collegato al progetto.

Per l’edizione 2014/2015, la partecipazione al Progetto 42 può essere richiesta alla FIBS, attraverso il modulo apposito, sia dall’Educatore Sportivo e dalla Società operante all’interno della scuola, sia dall’Insegnante, e quindi direttamente dalla scuola.

È possibile partecipare anche organizzando la visione in singole o poche per volta, purché il programma coinvolga un numero complessivo consistente di studenti e il tema dell’integrazione faccia parte organicamente dell’offerta formativa nel corso dell’anno.

Il format prevede:

-       introduzione al tema ‘sport e integrazione’ svolta da un insegnante;

-       produzione di un elaborato da parte degli studenti sul tema ‘integrazione attraverso lo sport’;

-       concorso per gli elaborati degli studenti inviati alla FIBS.

È comunque preferibile, per aumentare il valore della comunicazione sull’argomento, che il programma preveda, anche in forma compPedroso del Nettuno2 alle prese con gli autografi di rito alla fine dell'incontro con gli studenti (ML Oldman)lementare ai progetti di classe, una giornata-evento, da svolgersi in una struttura (auditorium, cinema, ecc.) che può essere sia interna che esterna alla scuola stessa, in grado di raccogliere contestualmente un cospicuo numero di studenti; in questo caso la FIBS parteciperà anche con la presenza di almeno un testimonial proveniente dal mondo del baseball o del softball.

Con o senza giornata-evento, è importante che gli studenti siano invitati a dare un coronamento al progetto con un elaborato di qualsiasi genere (grafico, letterario, audio, video, ecc.) e partecipando al concorso promosso dalla Federazione.

I vincitori del concorso, uno per ciascun grado di scuola, saranno premiati in occasione dell’All-Star Game 2015 (luglio) e ospitati per vivere un giorno insieme alla Nazionale italiana.

Nell'album in alto a destra la documentazione e la modulistica per partecipare al progetto e la concorso.

IL FILM ‘42’

FONDAZIONE JACKIE ROBINSON MAKE AN IMPACT

UNAR UFFICIO NAZIONALE ANTIDISCRIMINAZIONI RAZZIALI