Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Quarta vittoria dell'Italia a Lake Buena Vista: al tappeto i Future All Stars

LAKE BUENA VISTA (Florida) – “Oggi sono proprio contento. I ragazzi, nonostante la stanchezza, hanno disputato una grande partita”. Il manager Marco Mazzieri esprime così la propria felicità dopo la netta affermazione (5-1) sulla selezione di Orlando, denominata Future All Stars . I ragazzi dell’Accademia e quelli della Juniores hanno sfoderato una prova grintosa in tutti i reparti e per i collegiali, molti originari dell’America Latina, non c’è stato scampo. Dieci le valide dell’Italia, sette quelle degli avversari, ma gli azzurrini hanno colpito al momento giusto.
“Vogliamo arrivare ad essere perfetti – ha detto Mazzieri alla squadra dopo la vittoria – sia durante l’allenamento che in partita. Sono contento per quello che avete fatto, ma si può e si deve fare ancora meglio”.
Tutta la squadra si è espressa su ottimi livelli anche se Riccardo Paoletti si è distinto per un rilievo vincente davvero di qualità. “Riccardo – sottolinea il coach Davide Sartini – ha lavorato molto bene in Accademia ed in questo spring training sta raccogliendo i frutti. Mi preme anche sottolineare la bella prestazione di Mirko Caradonna”.
Il mancino del Montepaschi Grosseto, chiamato a rilevare un altrettanto bravo Giuseppe D’Ignoti è stato pressoché perfetto, con due hit subite e sette eliminazioni al piatto arrivate grazie a lanci veloci e precisi.
Gli azzurrini mettevano la testa avanti al primo tentativo: doppio di Caradonna a casa sull'errore dell'interbase che non fermava la battuta di Sambucci.
I Future All Stars, tenuti bene a freno da Giuseppe D'Ignoti, trovavano il pareggio al 3° con Clark sul doppio al centro esterno di Vasquez. La gara si risolveva praticamente al quinto, in cui l’Italia segnava due volte, dopo aver subito due eliminazioni. A dare il la è stato un errore dell’interbase, che consentiva a Malengo di arrivare salvo in prima; Sambucci batteva un singolo, mentre Rubboli aspettava quattro ball. A basi cariche arrivava la hit al centro di Ambrosino che portava la squadra sul 3-1. Le ultime due segnature all’ottavo attacco: iniziava Rubboli con un gran doppio al centro, quindi bunt vincente di Ambrosino sul lanciatore e base intenzionale a Medoro. L’errore di presa dell’esterno destro portava a casa sia Rubboli che Ambrosino. Nel nono inning i Future All Stars mettevano in base un corridore, ma Ularetti chiudeva molto bene, “con un lancio – sottolinea Mazzieri – che Rolando Cretis gli ha insegnato in questi giorni”.
Domenica giornata di riposo per i ragazzi, mentre lunedì è in programma l’ultimo giorno di lavoro. I tecnici hanno dato appuntamento alle 11 alla squadra. “Speriamo di disputare un’altra partita – dice Mazzieri – non mi stancherei mai. Altrimenti giocheremo tra noi a ranghi misti”.

ITALIA-FUTURE ALL STARS 5-1
ITALIA:
Caradonna 4, Malengo 5, Sambucci 3, Rubboli 2, Ambrosino 8, Medoro dh, Milani 7, De Blasi 9, Santaniello 6.
FUTURE ALL STARS: Clark 9, Torres dh, Vasquez Eh, Rodriguez 5, Rosario 7, Dorta 6, Martinez 4, Blasini 2, Tortolero 3, Guzman 8.
PUNTI: Future 001.000.000: 1 (7bv-0e); Italia 100.020.02X: 5 (10bv-3e).
LANCIATORI: D'Ignoti 3.1rl-5bv-1bb-1so, Paoletti 5rl-2bv-1bb-7so, Ularetti 0.2rl-0bv-0bb-1so; Garcia 5rl-7bv-2bb-5so, Suaso 2rl-0bv-0bb-2so, Guzman 1rl-3bv-1bb-1so.
NOTE: doppio Caradonna, De Blasi (2), Vasquez, Rubboli. Migliori nel box: Vasquez 750 (3/4), Ambrosino 667 (2/3), De Blasi 500 (2/4).