700 fuoricampo: Albert Pujols scrive l’ennesima pagina di storia MLB

700 fuoricampo: Albert Pujols scrive l’ennesima pagina di storia MLB
26/09/2022
I Los Angeles Dodgers arrivano a 106 vittorie per la terza volta dal 2019, Houston Astros (101 vittorie) e Cleveland Guardians conquistano il titolo divisionale. Aaron Judge sempre più vicino ai 61 fuoricampo

Quella di venerdì 23 settembre è una giornata che resta nella storia. A Busch Stadium III, casa sua, Albert Pujols ha compiuto il passo definitivo per la consacrazione della sua carriera tra gli immortali del baseball. Entrato nella partita (poi vinta 11-0) contro i Dodgers con 698 fuoricampo in carriera ne è uscito con 700 grazie agli home run battuti contro il mancino Andrew Heaney (200esimo fuoricampo contro mancini) ed il destrimano Phil Bickford (500esimo contro i lanciatori destri). Per entrare nel ristretto club dei 700 fuoricampo battuti in carriera gli son volute 22 stagioni (in 18 di queste è riuscito a battere almeno 20 fuoricampo), 3072 partite e 13014 turni in battuta. Tra i quattro (gli altri sono Babe Ruth, Barry Bonds e Hank Aaron) è colui che ha impiegato più partite e turni in battuta (il più veloce è stato Babe Ruth, 2149 partite e 10336 at bat per battere il settecentesimo fuoricampo) e ci è riuscito a 42 anni, colpendo almeno due fuoricampo in quattro occasioni e con una rincorsa da 14 fuoricampo dal 10 agosto 2022, ovvero nelle ultime 39 partite giocate, un rendimento inferiore soltanto a quello di Aaron Judge, che nello stesso lasso di tempo ha messo insieme 16 fuoricampo. Per i Dodgers la sconfitta non è stata affatto preoccupante. I californiani, che avevano già perso due di cinque partite contro gli Arizona Diamondbacks, hanno risposto vincendo le successive due contro i Cardinals (con 6.5 lunghezze sui Brewers sono ad un passo dalla conquista della National League Central) per arrivare a 106 vittorie per la terza volta consecutiva (se non si considera il 2020 da 60 partite) con nove partite ancora da disputare. Con la vittoria di domenica hanno anche blindato matematicamente il primo posto in MLB e dunque il favore del fattore campo in tutte le potenziali serie di play-off. Altra squadra capace di rompere il muro delle cento vittorie (101) ed a conquistare la propria division è quella di Dusty Baker, gli Houston Astros. Per i texani, dal 2017 ad oggi, è la quarta stagione da 100 vittorie ed il quinto titolo divisionale nelle ultime sei stagioni. Ce l’hanno fatta ad inizio settimana, con due shutout sui Tampa Bay Rays ancora in corsa per il secondo posto ad est e per il primo posto wild card (i Blue Jays hanno due partite di vantaggio). Altuve e compagni hanno poi perso due partite su quattro contro i Baltimore Orioles di Kyle Bradish e Dean Kremer (protagonisti di due shutout) che restano staccati di quattro partite dai Seattle Mariners, reduci da una settimana da dimenticare in fretta con quattro sconfitte su sette partite contro Los Angeles Angels, Oakland Athletics e Kansas City Royals.

Celebrano il titolo divisionale anche i Cleveland Guardians, il primo dal 2018. La squadra di Francona, la più giovane in MLB, ha completato un percorso eccezionale, fatto di 18 vittorie nelle ultime 21 partite (dal 4 settembre, quando persero 6-3 a Seattle per la quinta sconfitta consecutiva, venendo raggiunti al primo posto dai Twins) con sette vittorie consecutive contro le rivali Minnesota Twins e Chicago White Sox, e i Texas Rangers. In questa striscia di risultati fondamentali sono stati gli apporti in battuta di Steven Kwan, Oscar Gonzalez e Josh Naylor, e di Triston McKenzie e Shane Bieber sul monte di lancio. Decisivo è stato il tracollo di Twins (massimo di cinque sconfitte consecutive, 2 vittorie nelle ultime 10) e White Sox (6 sconfitte casalinghe in casa), entrambe scese sotto la soglia della parità.

Continuano a darsi battaglia New York Mets e Atlanta Braves (Mets avanti di 1.5 partite) con entrambe le squadre che si qualificano almeno per la wild card. Max Scherzer e Pete Alonso sono stati i grandi protagonisti dei newyorchesi con Scherzer protagonista della 200ª vittoria in carriera e Alonso autore di grandi prestazioni in battuta e reduce domenica da quattro valide (un fuoricampo e due doppi) che gli permettono di arrivare a 128 punti battuti a casa in stagione, superando il record single-season di 124 RBI appartenuto fino a ieri a Mike Piazza (1999) e David Wright (2008). Nei Braves si ferma Spencer Strider (infortunio ai muscoli pettorali) mentre Kyle Wright, con due successi settimanali, diventa il primo lanciatore quest’anno a vincere 20 partite. I Braves non si inchinano a Kyle Schwarber (42 fuoricampo grazie ai due battuti domenica) ed evitano la sconfitta nella serie contro i Philadelphia Phillies, ancora aggrappati all’ultimo posto wild card con una lunghezza e mezzo sui Brewers.

I New York Yankees sono sempre più vicini alla conquista della American League East, matematica certezza che potrebbe arrivare già all’inizio di questa settimana quando i pinstripes pagheranno visita ai Toronto Blue Jays (sono 8.5 le partite di vantaggio sui Blue Jays con 10 partite ancora da disputarsi). La squadra di Aaron Boone ha spazzato i Red Sox in quattro partite ma il tanto atteso Aaron Judge non si è più visto (2-11, un doppio, 5 basi su ball e 5 strikeout contro i Red Sox), fermo a martedì 20 settembre quando ha trovato il fuoricampo numero 60 in una partita memorabile contro i Pirates finita con un walk-off grand slam di Giancarlo Stanton. Judge rafforza la sua candidatura per la Tripla Corona dei battitori: il fenomeno Yankee, dopo aver blindato fuoricampo (60) e punti battuti a casa (128; il secondo, José Ramirez, è a 117) è adesso al comando (in compagnia di Xander Bogaerts, .314) anche per la media battuta con un punto su Luis Arraez (.313).

Royals e Marlins cominciano a guardare al futuro: dopo sedici anni al timone dell’organizzazione, Dayton Moore, architetto della World Series 2015, lascia i Kansas City Royals e viene sostituito dal nuovo GM J. J. Picollo. Domenica 25 settembre, invece, Don Mattingly e i Miami Marlins hanno annunciato di comune accordo l’intenzione di non proseguire insieme il prossimo anno. Mattingly lascerà i Marlins a fine stagione dopo sette anni al timone della clubhouse ed una sola stagione vincente (il 2020, concluso con una apparizione ai play-off ed il riconoscimento di manager dell’anno).

CLASSIFICHE

STATISTICHE

Luca Giangrande

In Italia la MLB è trasmessa in diretta televisiva sui canali di Sky Sport. Di seguito gli appuntamenti della settimana:

Sabato 1° ottobre ore 19 (primo lancio ore 19.05) Baltimore Orioles @ New York Yankees in diretta su Sky Sport 254 con commento in italiano (Freri-Gallerani);

Domenica 2 ottobre ore 20 (primo lancio ore 20.10) Tampa Bay Rays @ Houston Astros in diretta su Sky Sport Arena (canale 204) con commento in italiano (Nicolodi-Freri);

Lunedì 3 ottobre ore 01 (primo lancio ore 01.08) New York Mets @ Atlanta Braves in diretta su Sky Sport Arena (canale 204) con commento in lingua originale.

Foto: Lo swing della storia. Credit: Gary A. Vasquez/USA Today Sports