Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Mondiale

STATI UNITI TROPPO FORTI ANCHE PER L'OLANDA

da Nettuno, Marco Landi

Ike Davis gira la terza dopo il fuoricampo (Ferrini FIBS)Quella lanciata da Diegomar Markwell contro gli Stati Uniti è un'ottima partita, almeno fino a quando il braccio ha carburante per contrastare un line up che dimostra ancora una volta tutta la sua pericolosità a potenza. Il partente mancino dell'Olanda subisce 7 valide nei primi 5 inning, ma con l'aiuto di una difesa che produce ben tre doppi giochi, il vantaggio della squadra di Eddy Rodriguez è limitato ad un solo punto, frutto del fuoricampo di Ike Davis al secondo.

La gara prosegue sul filo dello 0-1 fino alla sesta ripresa, con gli americani che disinnescano senza subire punti il solo vero pericolo al terzo, quando si trovano con le basi piene a causa di un errore difensivo e due basi per ball concesse dal partente Kasey Kiker.

La gara cambia però drasticamente volto nella parte alta del sesto, aperta da Kroeger con un doppio a destra, seguito da due eliminazioni in diamante. Alvarez ottiene la base per ball e il colpito di Hulett riempe le basi per il singolo di Buck Coats (3 su 4 a fine gara) che vale 2 punti. Non è finita. Anche Descalso ottiene 4 ball, quindi è Smoak a battere valido a destra e, con l'aiuto dell'errore di Smith, Team USA si allontana fino allo 0-6, ma c'è ancora il tempo per un lancio pazzo e la segnatura di Smoak grazie al singolo di Weber.

La reazione degli orange arriva al settimo sui lanci side arm di Geno Espineli: con uno fuori, Rombley tocca valido a destra e Statia lo porta a casa con un doppio. L'interbase è poi spinto a casa da Decaster (2/3) con un singolo, per il 2-7. Ma la rimonta della squadra di Del Monico termina qui. Anzi, con un gran triplo di Hulett e la volata di Coats, gli Stati Uniti arrotondano all'ottavo sul 2 a 8, che è anche il finale della gara che li consegna alla partita per il titolo iridato con il ruolino immacolato e destina gli olandesi alla finalina per il quinto posto di Messina.

IL TABELLINO