Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Il manager azzurro Enrico Obletter entra in campo per perlare alla squadra nel momento di difficoltà (EzR/NADOC)
Nazionali Softball

Sconfitta indolore con l'Australia: Italia in semifinale della Pacific Cup

Si chiude con un ko il girone eliminatorio dell'Italia all'Australia Pacific Cup, ma la sconfitta brucia meno perché le azzurre si guadagnano comunque il quarto posto che vale la semifinale del torneo, traguardo raggiunto per la prima volta. La partita con l'Australia, tirata per tutte le 7 riprese e molto equilibrata, vede le lanciatrici partenti protagoniste e solo nel finale le padrone di casa trovano la stoccata giusta per guadagnarsi la vittoria (3-0).

Nell'ultimo impegno della prima fase l'Italia cambia ancora "pelle" con Rotondo in seconda, Scheldon in terza e Filler che torna all'interbase, mentre la linea degli esterni cambia per due terzi con Ricchi a destra e Marrone a sinistra. A lanciare Greta Cecchetti.

Il caldo non aiuta le giocatrici in campo ad esprimersi al massimo livello (46 gradi ad inizio partita) e in pratica per 5 riprese e mezzo le emozioni sono quasi nulle. L'Australia trova la sua prima valida al secondo ma poi torna in base solo altre 2 volte fino a fine quinto, l'Italia firma solo un singolo con Beatrice Ricchi al quarto ma Il doppio di Brianna Trim ha spinto a casa il 3-0 finale (EzR/NADOC)riesce a mettere in gioco qualche corridore in più delle avversarie grazie a qualche problema di controllo di Gabbie Plain (3 colpiti e una base ball). Manca però la giocata decisiva per spingere a casa i punti.

Così alla prima vera occasione l'Australia punisce le azzurre. Il sesto inning inizia con una base ball a Long che poi sfrutta in pieno il bunt di sacrificio di Whitefield, e una difesa italiana poco attenta, per raggiungere la terza (la prima a farlo in tutta la gara). Sorensen non si lascia pregare e tocca una volata leggermente corta a sinistra che però alla fine cade in terra e porta a casa il punto (1-0). Su quell'azione il catcher aussie arriva fino in seconda. Un errore della difesa italiana sulla seguente battuta in diamante di Lack regala il 2-0 e lascia sempre un corridore in seconda. E' quindi l'ora di Ilaria Cacciamani che prima trova il secondo out sulla via 6-3, poi subisce un profondo doppio a sinistra di Trim che fissa il finale sul 3-0.

Adesso l'Italia è attesa dalla semifinale che le metterà di fronte il Giappone, imbattuto, domenica 2 febbraio alle 10.30 locali (0.30 in Italia). Nell'altra semifinale, in campo alle 11.20, si sfideranno Aussie Spirit e Messico. Finale programmata per le 13.30 (3.30 italiane).

IL TABELLINO DI AUSTRALIA-ITALIA

LA PHOTOGALLERY DI AUSTRALIA-ITALIA

da Sydney (Australia), Fabio Ferrini

Tutto sull'Australia Pacific Cup