Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Melanie Sheldon impegnata difendere il saccheto di terza (EzR/BADOC)
Nazionali Softball

Le Travelodge Aussie Spirit stoppano il cammino dell'Italia

Alle azzurre non basta una partenza lanciata alla prima ripresa, con 2 punti messi subito a referto, per resistere al ritorno delle Australiane delle Travelodge Aussie Spirit che ribaltano la partita nel secondo inning e controllano i tentativi di rientro dell'Italia (7-4). I numeri delle due squadre sono molto simili (6 valide azzurre contro 7, un errore a testa e 3 basi ball concesse da entrambe le parti) ma le padrone di casa sono più incisive e nell'attacco che cambia il corso della partita approfittano di ogni indecisione della difesa azzurra.

Anche nella seconda gara di giornata Obletter riserva qualche sorpresa e inserisce nel lineup Sarah Edwards, esterno destro, Melanie Sheldon in terza e Alessandra Rotondo in seconda, con Emily Carosone nel ruolo di DP. A lanciare Ilaria Cacciamani. Sull'onda dell'enetusiasmo della vittoria sul Messico, l'Italia parte Una visita in pedana di Enrico Obletter durante la partita (EzR/NADOC)con il piede giusto e mette subito in difficoltà la partente aussie Stepto colpita prima dal singolo al centro di Koutsoyanopulos e poi dalla valida interna di Vigna. Il colpo del ko lo dà Piancastelli che piazza un doppio a sinistra che vale il 2-0 azzurro.

Questa partenza però non basta sia perché nel box l'Italia si ferma e solo al sesto tornerà a toccare il sacchetto di seconda, sia perché le Travelodge rispondono in maniera decisa e dura alla seconda ripresa. Con corridori agli angoli e 1 out, le Australiane mettono a terra uno squeeze che porta il primo punto e agguantato il pareggio sul singolo di Blackman, si scatenano con le valide di Keevers e Porter, che regalano il vantaggio (4-2), mettendo il punto esclamativo col doppio di Forkin (5-2).

Prima che l'Italia riesca a reagire le Aussie Spirit allungano ancora al quinto dove un errore della difesa azzurra, una palla mancata e 2 singoli valgono altri 2 punti (7-2). Le ragazze di Obletter provano a rispondere e al sesto tornano a muovere il punteggio con un doppio di Filler che porta a casa Howard, entrata a correre per Piancastelli (7-3). Ma non basta, così come non è sufficiente il quarto punto siglato al settimo da Koutsoyanopulos per evitare la prima sconfitta della Australia Pacific Cup.

Venerdì 31 gennaio le azzurre sono attese da un altro doubleheader: alle 13.30 locali (3.30 italiane) sarà la volta della sfida al Giappone, poi alle 18.30 (8.30 italiane) toccherà alla Nuova Zelanda.

IL TABELLINO DI TRAVELODGE AUSSIE SPIRIT-ITALIA

LA PHOTOGALLERY DI TRAVELODGE AUSSIE SPIRIT-ITALIA

da Sydney (Australia), Fabio Ferrini