Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Elisa Cecchetti scivola a casa segnando per Bollate (KR73/Nadoc)
Campionati softball

Italian Softball Series, a Saronno il Bollate conquista il match point

È l’MKF a portarsi in vantaggio nelle Italian Softball Series, vincendo la terza partita 8-0, addirittura sfruttando la mercy rule  quando in pedana si sono affrontate le due lanciatrici numero uno: Alice Nicolini e Greta Cecchetti. Con l’aggressività che contraddistingue il gioco della squadra da Vazquez Cedeño, Marta Gasparotto e Amanda Fama segnano subito 2 punti mettendo estrema pressione su un Inox Team più falloso del solito in difesa e incapace di essere incisivo in attacco.

Nicolini inizia andando in svantaggio nel conto sul lead-off Gasparotto: è proprio la situazione di 3 ball a zero che consente al catcher della nazionale di gestire al meglio il turno di battuta e, alla fine, battere la prima valida della partita. Con Gasparotto in prima Lara ed Elisa Checchetti sono facili out al volo per gli interni ma poco dopo Amanda Fama spacca la partita: singolo a destra sul quale Gasparotto corre girando seconda e terza come se fossero i 100 metri olimpici e Fama la segue con la stessa veemenza. Sul tiro in diamante un errore della difesa del Saronno consente all’interbase del Bollate di completare il giro del diamante.

Bollate dà un altro colpo decisivo al match nella terza ripresa. Anche in questo caso la difesa del Saronno dà un grande aiuto alle rossoblù e “affossa” il proprio lanciatore con due errori, uno dei quali dell’interbase Andrea Filler, su battuta in diamante di Jaimee Juarez a basi piene, consente l’arrivo a casa di Lara ed Elisa Cecchetti; poco dopo un productive out di Giorgia Fumagalli fissa il parziale 5-0.

Saronno è una squadra che non molla comunque mai e nella parte bassa della terza ripresa prova a mettere pressione su Greta Cecchetti: un doppio di Fabrizia Marrone (che per ora non riesce a festeggiare a dovere il proprio ventiquattresimo compleanno) e un singolo di Alessandra Rotondo costruiscono una situazione di corridori agli angoli potenzialmente utile per accorciare il gap, ma Greta Cecchetti ne esce con un K (su Laura Vigna) e un flyout (su Filler).

La quinta ripresa si apre con un singolo interno di Elisa Cecchetti. Una valida che fa scattare Giovanna Palermi dal dug-out e le consiglia di sostituire il lanciatore: entra Veronica Comar che subito concede la base intenzionale ad Amanda Fama. Da quel momento arriva l’incremento (decisivo per la vittoria bollatese) di punteggio: una rimbalzante a sinistra di Juarez buca la difesa e porta a casa il sesto punto; il settimo arriva poco dopo, ma prima che Fama riesca a segnarlo c’è una lunga interruzione per l’on-field review su una battuta in diamante di Marta Chiodaroli per la quale la difesa del Saronno cerca di eliminare il corridore più avanzato (Fama appunto): l’eliminazione non riesce e la decisione arbitrale consente a Bollate di mandare nel box Giorgia Fumagalli con le basi piene. A quel punto una battuta in diamante di Fumagalli porta a casa il 7-0 e il definitivo 8-0 arriva su volata di sacrificio di Sara Camisasca.

IL TABELLINO DI GARA 3

RIGUARDA GARA 3 DELLE ITALIAN SOFTBALL SERIES SU FIBSTV.COM

LA GALLERIA FOTOGRAFICA DELLE ITALIAN SOFTBALL SERIES

PLAY-BY-PLAY

STATISTICHE