Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Elisa Cecchetti, Bollate, scivola in terza, Miriana Cerioni, Forlì (Davide Carabelli)
Campionati softball

Bollate e Saronno: doppiette per intravedere la finale

Sono vittorie nette quelle ottenute da Inox Team Saronno e MKF Bollate, rispettivamente su Rheavendors Caronno e Poderi Dal Nespoli Forlì, nelle prime due partite delle serie di semifinale. Ora, a entrambe le formazioni lombarde, protagoniste nella stagione regolare nel medesimo girone (A), manca una sola vittoria per accedere alla finale scudetto.

Saronno-Caronno
Per l’Inox Team sono due affermazioni nette: la seconda addirittura arriva alla quinta ripresa a causa della differenza di punteggio. In gara 1 la squadra di Giovanna Palermi scende in campo con Alice Nicolini in pedana; di contro Argenis Blanco risponde affidando la palla a Silvia Durot. Dopo una prima ripresa dominata dalla due lanciatrici, Saronno passa in vantaggio al secondo inning con un doppio di Andrea Filler, bund valido di Laura Vigna e base intenzionale a Giulia Longhi: con le basi piene Valeria Bettinsoli batte una volata di sacrificio e poi Agnese Pietroni con un singolo porta a casa il secondo punto. Al terzo è un fuoricampo da due punti di Andrea Filler ad allungare il vantaggio. Mentre al sesto arrivano altri due punti grazie a un doppio di Alessandra Rotondo, che porta a casa Bettinsoli e Motta. Chiudono i conti al sesto i doppi di Laura Vigna e Giulia Longhi, dopo il punto della bandiera del Caronno firmato da Benedetta Scotto. Finisce 7-1.

IL TABELLINO DI GARA 1

Nella seconda partita, affidata ai lanci di Carlotta Salis e Veronica Comar, il cliché non cambia. Saronno in vantaggio al secondo inning con 3 punti che arrivano a casa con i singoli di Agnese Pietroni e Alessandra Rotondo: anche in questo caso la formazione allenata da Palermi era stata in grado di riempire le basi con i primi battitori della ripresa. Alla terza ripresa si concretizza ancora una tripletta di punti: i primi due arrivano con un doppio di Laura Vigna, dopo la base ball per Sarah Edwards e il singolo di Andrea Filler. Una volata di sacrificio di Valeria Bettinsoli porta il risultato sul 6-0. Una volata di sacrificio di Giulia Marocchino regala il punto al Caronno, ma sono ancora i battitori del Saronno a fare la differenza. Due singoli di Pietroni e Rotondo fissano il risultato finale sull’8-1.

IL TABELLINO DI GARA 2

RIEPILOGO DELLA SERIE

Bollate-Forlì
L’importanza del gruppo, sottolinea Amanda Fama nell’intervista dopo gara 2 della semifinale tra MKF Bollate e Poderi dal Nespoli Forlì, dopo aver battuto un grande slam consegna alle lombarde il doppio vantaggio della serie, è determinante. Due partite vinte con i punteggi di 4-0 e 8-4.

E il gruppo di Bollate, dopo un primo test nello spareggio contro la Sestese, squadra coriacea ma non al livello di quella del manager Vazquez Cedeno, è esploso in tutta la qualità proprio in questo primo weekend di semifinale: Greta Cecchetti ha lanciato un complete game shutout in gara 1 guidata alla perfezione da Marta Gasparotto dietro al piatto che, al primo turno di battuta, è riuscita anche a punire Ilaria Cacciamani con un doppio e un successivo primo, già decisivo, punto. Alle spalle della batteria, Fama ha fatto intravedere come fosse la sua serata con una serie di grandi giocate difensive e anche il nuovo innesto Juarez ha messo paura con la grande capacità nel box di battuta di leggere ogni lancio e far sudare non poco le lanciatrici avversarie. Forse nel momento giusto, sicuramente in quello più caldo della stagione, Bollate ha potuto contare sulla squadra tipo e allora il secondo posto nel girone è una statistica che può tranquillamente appartenere al passato: a una gara dalla quarta finale scudetto consecutiva, le lombarde incutono timore a tutte le avversarie, anche a quella Saronno, anch’esse sopra 2-0 nella serie di semifinale che, in stagione regolare, è stata capace di infliggerle tre sconfitte e che il destino potrebbe rimettere di fronte al grande ballo.

A non voler mollare sarà sicuramente Forlì, che dopo aver festeggiato proprio sul campo di Bollate lo Scudetto 2017, ora si trova con una striscia aperta di sette sconfitte consecutive nei playoff contro le bollatesi. Sette come i turni di battuta che Beatrice Ricchi, fresca vincitrice di Tripla Corona, ha avuto a disposizione in questo sabato senza trovare la valida: un anno fa questo slump in terra lombarda toccò ad Erika Piancastelli, che si rifece con un fuoricampo in gara 3 ininfluente però perché Bollate espugnò anche Forlì. Senza la qualità di Piancastelli (oggi autrice di un altro home-run dall’altra parte dell’oceano) e una serata no con la mazza di Ricchi, la formazione di Giulio Brusa ha provato a tirare fuori gli artigli, ma non è stata sufficiente una prova non perfetta ma comunque buona di Cacciamani nella prima sfida o il coniglio dal cilindro tirato fuori da Claudia Banchelli, in pedana nella seconda partita: entrata con la squadra sotto 6-0 è riuscita a guidarla fino al 6-4 prima che Bollate sferrasse l’affondo decisivo. Spalle al muro la situazione sembra compromessa, ma le forlivesi avranno una settimana a disposizione per modificare, davanti al proprio pubblico, il trend che al momento propende verso Bollate.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

RIEPILOGO DELLA SERIE

RIGUARDA BOLLATE-FORLÌ SU FIBSTV.COM