Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Altri

Premier12: al Giappone la prova generale di finale, Messico-Stati Uniti per bronzo e pass olimpico

L'anteprima della finalissima di domani, domenica 17 alle ore 11 italiane, tra Giappone e Corea del Sud si è trasformata nella partita del torneo: un 10-8 finale in favore dei nipponici che ha messo in mostra i grandi attacchi delle due squadre e ha costretto i due manager, Atsunori Inaba e Kyung-moon Kim, a scoprire alcune carte in vista della sfida per l'oro di domani. Il successo di Cina Taipei per 5-1 sull'Australia, inoltre, ha sancito il duello tra Stati Uniti e Messico per il bronzo ed il pass olimpico.

Il risultato dal maggior peso specifico nell'ultima giornata del Super Round è arrivato nella mattinata di Tokyo. Cina Taipei ha vinto la sfida contro l'Australia e ha chiuso al quinto posto la fase finale davanti agli aussies, che invece hanno fallito l'occasione di giocarsi una medaglia contro il Messico. Lo scontro diretto termina 5-1 con gli asiatici che compiono la fuga vincente grazie ad un ottavo inning da 4 punti. I taiwanesi si portano in vantaggio al terzo inning con un singolo di Wang Wei-Chen, mentre al sesto inning, dopo l'uscita del partente di Cina Taipei Hu Chih-Wei, l'Australia si rimette in carreggiata col fuoricampo di Logan Wade. Dopo che l'Australia ha sprecato una ghiotta opportunità nel settimo attacco, l'ottimo lavoro dell'esperto bullpen australiano svanisce nell'ottava ripresa, quando le mazze asiatiche si sbloccano. Ancora Wang Wei-Chen batte a casa un punto con un singolo, poi il fuoricampo da tre punti di Lin Che-Hsuan chiude i conti. Per l'Australia la prima esperienza al Premier 12 si chiude al sesto posto, con le vittorie da ricordare su Stati Uniti e Canada. Per qualificarsi a Tokyo 2020, la squadra guidata da David Nilsson dovrà vincere il torneo di qualificazione dell'Oceania e poi il Final Qualifier del prossimo mese di marzo, in cui dovrà anche affrontare anche Cina Taipei.

Diciotto punti segnati, ventisei valide battute e dieci basi su ball in tre ore e quaranta minuti di grande baseball offensivo hanno permesso al Giappone di superare per 10-8 la Corea del Sud, al termine di un incontro in cui i nipponici sono sempre stati avanti, ma hanno rischiato di gettare alle ortiche un vantaggio di 7-1 maturato dopo le prime tre riprese di gioco. La reazione coreana, segnata dai cinque punti marcati nel quarto inning, ha fatto in modo che il Giappone utilizzasse ben cinque rilievi oltre al partente Takayuki Kishi, anche se tre di essi con meno di dieci lanci e dunque arruolabili nel bullpen per domani, Narrativa simile anche dall'altra parte della barricata, al fallimento di Seung-ho Lee (6 ER in 2 IP) la Corea ha dovuto attingere ad altre quattro braccia e tra loro il solo Kyeong-chan Moon potrebbe avere abbastanza energie anche domani. I protagonisti, come detto, sono stati gli attacchi: in casa Giappone nessuno dei nove titolari ha chiuso senza almeno un RBI o un punto direttamente segnato e particolarmente positiva è stata la prestazione di Yoshihiro Maru (3-4), leggermente in ombra sino a questo momento, mentre per la Corea si sono distinti Jaeg-yun Hwang (suo l'unico fuoricampo di giornata) Baek-ho Kang (3 RBI) e Sang-su Kim, il cui doppio da due punti portati a casa aveva ammutolito immediatamente un Tokyo Dome in estasi dopo la ripresa appena conclusa con i sei punti segnati dai propri beniamini.

Gli appuntamenti dell'ultima giornata di Premier12 sono entrambi particolarmente importanti: alle 4, ore italiana, Stati Uniti e Messico scenderanno in campo per giocarsi la medaglia di bronzo e, soprattutto, il pass olimpico messo a disposizione per la miglior formazione americana in questo torneo. Alle 11 sarà invece la volta della finalissima tra Giappone e Corea del Sud, entrambe a Tokyo 2020 sono già sicure di esserci, ma per entrambe sarà l'ennesima occasione per sconfiggere i più acerrimi rivali.