Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Altri

Premier12: Cina Taipei e Stati Uniti ribaltano i pronostici, Messico unica imbattuta

Continua la favola della Tricolor, che si impone contro l'Australia (3-0) e - complici le sconfitte di Corea del Sud e Giappone - rimane l'unica squadra ancora senza sconfitte in questo Premier12. Per il Messico si avvicina sempre più la possibilità di qualificarsi ai Giochi Olimpici, ma gli Stati Uniti non demordono (4-3 sul Giappone padrone di casa), così come con coraggio Cina Taipei strapazza la Corea del Sud (7-0) e resta in corsa per il pass asiatico.

Con un altro 3-0, il Messico ottiene la quinta vittoria al Premier 12. La vittima dello shutout questa notte al Tokyo Dome è stata l'Australia che è rimasta in partita fino alla fine, ma ha racimolato soltanto 4 valide contro i 4 lanciatori messicani. Per il Messico balza all'occhio la prestazione di Jonathan Jones, autore di un fuoricampo al primo lancio del primo inning, di un doppio da un punto al quarto e di una grande presa nell'ottava ripresa. Il terzo e ultimo punto è arrivato dalla mazza di Matthew Clark, che ha prodotto un fuoricampo nella quarta frazione. L'Australia batte 4 valide sul partente Eduardo Vera nelle prime 5 riprese, ma gli ultimi 14 battitori non riescono ad arrivare in base e per l'Australia si tratta della terza sconfitta del Super Round. I messicani, invece, affronteranno il Giappone e la Corea del Sud nelle prossime due giornate che saranno decisive per le ambizioni e le aspettative della formazione guidata da Juan Castro.

Combattutissimo il duello storico tra le due superpotenze del baseball mondiale: gli Stati Uniti si impongono per 4-3 sul Giappone in un match che non li ha mai visti andare sotto nel punteggio ma al contempo non ha mai visto fughe, tenuti a distanza da sicurezza dal solito Seiya Suzuki (tre punti segnati) e Hideto Asamura, che festeggia il compleanno con 3 RBI. Tra le fila statunitensi decisiva la partenza con tre no-hit inning di Penn Murfee e la capacità di uscire indenni (o quasi) dalle ultime riprese in cui il Giappone ha avuto le sue migliori occasioni per trovare quantomeno il pareggio. Molte le battute da extra-base per la compagine a stelle e strisce che si sono fatti avanti con il cuore del lineup prima di trovare il grande colpo nel fuoricampo in campo opposto del prospetto dei Los Angeles Angels Jo Adell.

La più grande sorpresa di giornata, non tanto per l'esito quanto per il netto 7-0 finale, giunge invece da Chiba City, dove Cina Taipei infligge una dolorosa lezione ai campioni in carica della Corea del Sud, riaccendendo una speranza per la qualificazione ai Giochi Olimpici direttamente da questo Premier12. Gran parte del merito va al partente taiwanese Yi Chang che lancia 6.2 riprese senza punti subiti e pone sin da subito grande pressione sul rivale Kwang-hyun Kim, che al contrario in meno di quattro inning viene punito tre volte. Esattamente come nel duello tra partenti però anche nella sfida tra i bullpen a trionfare sono gli isolani, visto che i rilievi coreani concedono altri quattro punti prima del termine delle ostilità, tra cui il fuoricampo con tre corridori portati a casa di Chun-Hsiu Chen.

Il programma del Super Round prosegue con un altro paio di partite mercoledì al Tokyo Dome. Alle ore 4 italiane si sfidano Stati Uniti e Australia, mentre alle ore 11 sarà la volta di Messico-Giappone.

CLASSIFICA