Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Altri

Premier 12: Messico e Corea del Sud si avvicinano al pass olimpico

Dopo la prima giornata del Super Round nel Premier12 la classifica viene spezzata in due tronconi: in testa con un record di 2-0 ci sono Giappone, Messico e Corea del Sud, mentre ad inseguire senza vittorie (0-2) troviamo Cina Taipei, Stati Uniti e Australia. Messico (2-0 contro Cina Taipei) e Corea del Sud (5-1 contro gli Stati Uniti) volano quindi verso i Giochi Olimpici di Tokyo 2020 per cui potrebbero strappare il pass già domani.

Nella prima partita della giornata, il Messico ha sconfitto Cina Taipei per 2-0 e ha racimolato il secondo successo del Super Round. Prestazione da incorniciare per i sei lanciatori messicani che si sono alternati sul monte di lancio del Zozo Marine Stadium di Chiba. Le mazze taiwanese hanno ottenuto solo tre valide, due delle quali sul partente Arturo Reyes, autore di 5 riprese impeccabili. In attacco, il fuoricampo di Ramon Solis contro Chiang Shao-Ching (5.2 inning e 2 punti subiti per il partente degli asiatici) sblocca il conto al quinto inning, poi un paio di valide e una volata di sacrificio di Quiroz propiziano il secondo punto. I taiwanesi hanno qualche occasione, ma non riescono a portare alcun corridore oltre la seconda base e ora sono costretti a fare gli straordinari per sperare in un posto sul podio.

Sprecano molto gli Stati Uniti, che battono 12 valide e lasciano altrettanti uomini in base nella sconfitta per 5-1 per mano di una Corea del Sud molto più cinica. Tra le fila coreane sono tre i protagonisti, cuore del lineup e decisivi nel successo: Ha Kim e Jung-hoo Lee colpiscono tre valide entrambi e nella settima ripresa portano a casa i due RBI che mettono in ghiaccio la sfida, mentre Jae-hwan Kim apre le danze già nel primo inning con il fuoricampo da tre punti contro Cody Ponce che indirizza invece il corso degli eventi. In pedana Hyeon-jong Yang in 5.2 riprese subisce ben 10 valide, ma l'unica volta che l'attacco a stelle e strisce riesce a produrre punti è grazie ad un solo shot di Brent Rooker.

Grande fatica per il Giappone nella prima sfida di fronte al proprio pubblico di Chiba City, con i Samurai che sono costretti a ribaltare dal 2-0 al 3-2 un match molto più complicato del previsto contro un'Australia capace di grandi prese difensive, pickoff e soprattutto valide con due out sul conto, leiv-motive che conduce agli RBI di Kennelly e Nilsson contro Shun Yamaguchi. Serve invece un, solito, grande Seiya Suzuki al Giappone per rientrare in sfida: il miglior fuoricampista di questo Premier12 colpisce il long shot del 2-1 ma sembra essere solamente una piccola scintilla all'interno di un'impresa aussie. La musica cambia solamente nelle ultime frazioni di gioco, quando il Giappone esce allo scoperto e trova il pareggio prima con il grandissimo baserunning di Shuto e nell'ottavo inning il decisivo vantaggio con la walk a basi cariche conquistato da Asamura.

Importantissima la giornata di martedì, che si apre con Messico-Australia (ore 4) che potrebbe garantire i Giochi Olimpici alla Tricolor. Nella serata giapponese, e mattina italiana, duelli altrettanto importanti tra Corea del Sud-Cina Taipei (ore 11) e Giappone-Stati Uniti (ore 11): da una parte la Corea scende in campo per la possibilità di andare a Tokyo 2020 a difendere l'ultimo titolo olimpico, mentre a Tokyo Dome andrà in scena il duello tra le prime due selezioni del ranking.

CLASSIFICA