Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
_20191106 Premier12 CAN-CUB DARVILL-SANTOS
Altri

Premier 12: il Canada strega Cuba; trionfo dell'estremo oriente

Nella quarta giornata del Premier 12 2019, è iniziato il girone C che si tiene interamente al Gocheok Sky Dome di Seul (Corea del Sud). Il primo risultato ha visto il Canada sconfiggere Cuba per 3-0, mentre è stata poi la volta del trionfo asiatico: vittorie per Corea del Sud, Giappone e Cina Taipei, con queste ultime due che si sono assicurate il pass del girone B per il Super Round con una giornata d'anticipo. Si è chiuso anche il girone A a Guadalajara con la terza vittoria in altrettante uscite per il Messico, che ha sconfitto il Regno dei Paesi Bassi per 10-2.

Una brillante prestazione da 8 riprese e sole 2 valide subite di Philippe Aumont trascina il Canada al successo nel debutto al Premier 12. I canadesi approfittano delle opportunità a disposizione, segnano un punto al quarto inning e due all'ottavo per battere i cubani. Il principale artefice dei tre punti è stato l'ex MLB Michael Saunders, autore del singolo dell'1-0 al quarto inning e poi di un bunt di sacrificio all'ottavo inning che ha fatto avanzare i corridori in posizione punto. Dopo una base intenzionale, il rilievo Livan Moinelo (uno dei sei lanciatori utilizzati da Cuba) concede due basi su ball consecutive e regala il 3-0 al Canada che preserva il vantaggio con la chiusura al nono inning di Scott Mathieson.

 

Chiude un girone trionfale il Messico che stende il Regno dei Paesi Bassi per 10-2 per completare il percorso netto di tre vittorie. Entrambe le squadre hanno ruotato i loro giocatori per concedere spazio a tutti e, nel caso del Messico, per preservare le energie in vista dei prossimi impegni. Con 4 punti nei primi 3 inning, i padroni di casa hanno preso il comando della partita e poi hanno ipotecato il successo con altri 4 punti al settimo inning. Importante nel successo messicano le 7 valide e i 5 punti battuti a casa dei primi tre giocatori del lineup Jones, Perio e Navarro che hanno confermato l'ottimo rendimento offensivo del Messico, autore di 24 punti in 3 partite.

 

Esordio stellare davanti al proprio pubblico per la Corea del Sud che supera l'Australia con il punteggio di 5-0 e con una one-hitter del partente Hyeon-jong Yang (6 IP) e del bullpen. La differenza dei valori in campo si fa sentire fin dall'inizio ed i campioni in carica del Premier12 sbloccano il punteggio già nella seconda ripresa con le valide di Hyun-soo Kim e Byung-hun Min, per poi aggiungere pian piano gli altri punti, marcati dai due RBI di Jung-Hoo Lee ed il singolo di Kyoug-min Hur, che sarebbero potuti essere molti di più se la formazione sudcoreana non avesse chiuso l'incontro con ben 11 uomini lasciati in base.

 

Meno sofferto rispetto a quello di ieri il successo per il Giappone, che timbra il cartellino per il Super Round con il 4-0 con cui piega Porto Rico. Tutti i punti nipponici sono arrivati nel corso del terzo inning, gran parte merito dal fuoricampo da tre punti di Seiya Suzuki, successivo all'RBI di Kondo decisivo per sbloccare il risultato – viziato anche da un errore difensivo portoricano (cinque dopo le prime due partite). Positivo l'approccio sul monte di lancio per il 24enne Rei Takahashi: il pitcher dei SoftBank Hawks ritira consecutivamente i primi 17 battitori caraibici prima di concedere una base su ball a Jay Gonzalez e affidare la palla al bullpen, mai realmente in difficoltà.

 

Resiste per sette inning il muro del Venezuela, che cede solamente all'ultimo a Cina Taipei che si assicura anch'essa il passaggio al Super Round di Chiba City e Tokyo. Il pitching matchup tra Yi Chang e Henderson Alvarez (una no-hitter in MLB nella carriera del venezuelano) dà vari spunti per segnare ai due attacchi, ma il punteggio resta sullo 0-0 anche quando il Venezuela si affida al bullpen. La musica cambia solamente nella settima ripresa con l'avvento sul monte di lancio di Socolovich: il rilievo della compagine vinotinta concede una base su ball e due doppi consecutivi a Yu-Hsien Chu e Wei-Chen Wang che danno il vantaggio ai taiwanesi, unico e decisivo strappo di un match che termina sul 3-0 dopo il punto segnato da Hu su wild pitch nell'ultima frazione.

Giovedì sono in calendario altre 4 partite: Australia-Cuba (ore 4 del mattino in Italia), Venezuela-Portorico (ore 5 italiane), Corea del Sud-Canada (alle 11 italiane) e Giappone-Cina Taipei (alle 11:30 italiane).

CALENDARIO COMPLETO

CLASSIFICHE