Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Altri

Tutto pronto per l'inizio del Premier12 2019

È questione di ore prima del via ufficiale alla seconda edizione del Premier12, il torneo organizzato dalla World Baseball Softball Confederation (WBSC) e dedicato alle prime dodici Nazionali per ranking provenienti da quattro continenti che andrà in scena dal 2 al 17 novembre. Oltre al forte investimento di denaro (oltre cinque milioni di dollari i fondi stanziati dalla WBSC) il torneo assegnerà due posti per il torneo olimpico di Tokyo 2020: uno per la COPABE (Americhe) e l'altro per la BFA/BCO (Asia/Oceania) ad eccezione del Giappone già qualificato di diritto in quanto nazione ospitante dei Giochi Olimpici. Campione in carica la Corea del Sud, che quattro anni fa batté gli Stati Uniti in finale.

Le Nazionali, divise in tre gironi da quattro squadre, scenderanno in campo in tre diverse parti del mondo e le prime due classificate di ogni raggruppamento si troveranno poi in Giappone a Chiba City e Tokyo per disputare il Super Round e le finali.

Il Girone A, che si disputerà tra il 2 ed il 5 novembre a Zapopan (Messico), vede la presenza di Messico, Stati Uniti, Paesi Bassi e Repubblica Dominicana. La compagine a stelle e strisce (#2 del ranking) guidata da Scott Brosius dopo la rinuncia di Joe Girardi vede tra le propria fila sette dei migliori cento prospetti della Major League Baseball con particolare attenzione all'esterno Joe Adell e gli interni Andrew Waughn e Alec Bohm.

Il Girone B (5-7 novembre) vedrà invece come cornici le città di Taichung e Taoyuan (Taiwan) e la presenza del favorito Giappone, oltre a Cina Taipei, Venezuela e Porto Rico. La formazione del Sol Levante, medaglia di bronzo nel 2015 e numero uno del ranking, si presenta al Premier12 con una formazione navigata e capace di racchiudere molti dei migliori giocatori della Nippon Professional Baseball con l'obiettivo di prepararsi al meglio verso i Giochi Olimpici casalinghi, dove un risultato diverso dalla medaglia d'oro non sarebbe accettato dal manager Inaba.

Il Girone C (6-8 novembre) vedrà giocare in casa a Seoul i campioni in carica della Corea del Sud, inseriti nello stesso raggruppamento di Cuba, Australia e Canada. Similmente alla compagine nipponica, anche quella sudcoreana si presenta a questo appuntamento con una selezione dei migliori giocatori del proprio campionato nazionale per contendere, verosimilmente con Cina Taipei, il pass asiatico per i Giochi Olimpici.

Nel Super Round le prime due classificate di ogni raggruppamento sfideranno le due migliori piazzate degli altri due gironi, una serie di incroci che porterà poi ad una classifica che stabilirà quali squadre disputeranno la finale 3°/4° posto e quella per la medaglia d'oro, entrambe fissate per domenica 17 novembre nella splendida location del Tokyo Dome.

Nicolò Gatti