Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
20191030 - Nationals Rendon Game 6 (thecomeback.com)
Altri

World Series, si va a gara 7!

Con le prestazioni di un ispirato Stephen Strasburg e di Anthony Rendon abile nel suonare la carica in attacco con un totale di 5 RBI i Washington Nationals trionfano in gara 6 della World Series contro gli Houston Astros con il punteggio di 7-2. Sarà necessaria la decisiva gara 7, nella notte tra mercoledì e giovedì, per decretare quale squadra potrà infilare l'anello al dito.

Esattamente come in gara 2 i due partenti, Justin Verlander e Stephen Strasburg, non cominciano con il piede giusto ed entrambi subiscono punti nel primo inning: i Nationals vanno subito avanti con il singolo al centro di Rendon che porta a casa Turner, mentre la risposta degli Astros non si fa attendere ed in soli quattro lanci impattano l'incontro con la volata di sacrificio di Altuve poco prima di portarsi avanti con il fuoricampo di Alex Bregman che scalda un Minute Maid Park già pronto a pregustarsi il titolo.

Da quel momento però Strasburg infila una striscia di nove battitori consecutivi eliminati, mentre l'attacco capitolino sfrutta un paio di errori di Verlander – lanciatore perdente per la sesta volta in una gara di World Series – nella quinta ripresa per prendere il comando della sfida e non lasciarlo più: Adam Eaton e, poco più tardi, Juan Soto spediscono oltre le recinzioni di destra due home run, mentre nella parte bassa della medesima ripresa, con situazione di due corridori in posizione punto ed un solo out, Houston non riesce ad accrescere il proprio bottino. Il vero turning point del match arriva però nel settimo inning: Gomes apre la ripresa con un singolo e sul successivo contatto in campo interno di Turner l'interbase dei Nationals impatta con il guantone di Gurriel e la pallina si perde all'esterno; la chiamata arbitrale è un'interferenza, scatenando le ire di Dave Martinez (primo manager espulso in una gara di World Series da Bobby Cox nel 1996).

In un momento in cui l'inerzia sembra tornare dalla parte degli Astros a mettere il punto esclamativo sull'incontro è Anthony Rendon, autore di un fuoricampo che porta il parziale sul 5-2. Con tre punti di vantaggio i Nationals continuano ad affidarsi a Strasburg (8.1 inning per lui prima di venire rilevato da Doolittle per gli ultimi due out) nonostante i movimenti nel bullpen di Max Scherzer e Patrick Corbin, entrambi a disposizione domani per gara 7. Il pitcher californiano è abile nel controllare un poco disciplinato lineup degli Astros e a macinare diversi out in pochi lanci, mentre i Nationals mettono la ciliegina sulla torta con altri due punti sul doppio di uno scatenato Rendon nell'ultima ripresa.

Per la prima volta nella storia del Fall Classic tutte le prime sei partite sono state vinte dalla squadra in trasferta, ed ora ne manca solamente una per assegnare il titolo: Max Scherzer dovrebbe essere il partente dei Washington Nationals contro un Zack Greinke su cui tutti gli Houston Astros si affidano esattamente come in gara 3 di questa serie, quando i texani erano sotto 2-0, senza escludere la possibilità di vedere Gerrit Cole uscire dal bullpen. Appuntamento all'1:07 in diretta su DAZN.

di Nicolò Gatti