Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Carlos Correa gira le basi dopo il suo fuoricampo di gara 4 contro gli Yankees (Karen Warren/Houston Chronicle)
Altri

Springer e Correa portano gli Astros ad un passo dalla World Series

I fuoricampo di George Springer e Carlos Correa scavano un solco profondo nel quale cadono i New York Yankees, i quali adesso provano il brivido ed il terrore di rischiare l'eliminazione in casa, in una gara cinque che nella notte (1.08) vedrà sul monte la sfida tra la sicurezza Justin Verlander e "The Big Maple" James Paxton con gli Astros che, forti del successo per 8-3, sono ad una vittoria dal ritorno alla World Series. Per gli Yankees tanti problemi da risolvere, come un lineup che non produce più ai livelli abituali ed una difesa che deve ritrovare compattezza dopo i quattro errori di gara 4.

Aaron Boone, manager dei New York Yankees, prova a cambiare qualcosa nell'ordine di battuta con la speranza di recuperare mazze di vitale importanza come Sanchez e Gregorius e spera nella solita vitalità di Masahiro Tanaka negli incontri di playoff. La partita comincia subito bene per i pinstripes con Zack Greinke, partente Astros nell'unica sconfitta di questa ALCS, che va subito in difficoltà nel primo inning riempiendo le basi e permettendo agli Yankees di segnare il primo punto concesso con quattro ball consecutivi a Brett Gardner. L'inizio gara sembra dunque essere incoraggiante per i padroni di casa, ma l'ex Diamondbacks ritrova subito la precisione e fredda Gary Sanchez al piatto con tre lanci. Nel terzo inning a pagare caro è Masahiro Tanaka. Il Samurai, ottimo in queste partite di playoff, perde l'equilibrio nel terzo inning, dove passa in base Robinson Chirinos e subito dopo cede un singolo a Reddick. Nel box si presenta George Springer. L'esterno è tutt'altro che in forma in queste partite di playoff, ma nel baseball basta poco a far cambiare il corso degli eventi. E questo succede al secondo lancio visualizzato, uno splitter con poco "drop" terminato tra il pubblico nell'esterno sinistro. Gli Astros cercano di mantenere alta la tensione con i singoli di Altuve e Brantley, ma le volate di Gurriel e Alvarez non sortiscono l'effetto sperato.

I due partenti sembrano viaggiare con il cruise control fino alla parte bassa del quinto, dove gli Yankees tornano a riempire le basi contro Greinke e Pressly, con quest'ultimo che riesce ad uscire dalla gabbia mettendo strikeout Torres e Encarnacion. I pinstripes non sfruttano l'occasione e gli Astros si portano al largo: nel sesto inning un errore difensivo mette in base Bregman e segna la fine della giornata per Tanaka. Al suo posto Chad Green trova subito una eliminazione, ma Alvarez arriva in prima e muove Bregman in terza mentre al piatto viene chiamato Carlos Correa, al quale basta un errore di location con la fastball per portare gli Astros sul 6-1. Fuoricampo Springer-Correa, uno schema vincente già visto più volte in stagione ed almeno sei volte in partite di playoff, occasioni nelle quali gli Astros non hanno mai perso.

Gli Yankees mostrano una reazione: nella parte bassa del sesto, Gardner si guadagna una base contro Josh James e Gary Sanchez butta fuori il suo primo fuoricampo della postseason per dimezzare lo svantaggio. La squadra di casa però non ci crede più, viene ingabbiata dal bullpen texano e complica le cose con i troppi errori difensivi: nell'ottavo due errori di fila commessi da LeMahieu e Torres permettono a Bregman di segnare il 7-3 (sul monte c'era Sabathia, probabilmente la sua ultima a Yankee Stadium) e nel nono un secondo errore di Torres permette ad Altuve di diventare il punto del definitivo 8-3, spinto a casa da una linea di Brantley battuta con conto pieno. Poco dopo, Roberto Osuna riesce a completare una salvezza da quattro eliminazioni mettendo in base solamente Aaron Hicks (base su ball).

 

Questa notte, con primo lancio fissato per le ore 1.08 (in diretta su DAZN), calerà il sipario su Yankee Stadium. Starà agli Yankees lottare per evitare un brutto epilogo ai propri tifosi. Gli Astros adesso hanno tre "match point" da sfruttare.

 

CALENDARIO COMPLETO

di Luca Giangrande