Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Gleyber Torres protagonista di una straordinaria prestazione in gara 1 della ALCS contro gli Astros (foto: Troy Taormina/USA Today Sports)
Altri

Scherzer porta i Nationals sul 2-0; Tanaka e Torres scioccano gli Astros

I Washington Nationals ci prendono gusto e offrono un'altra prestazione quasi perfetta da parte di un loro partente, Max Scherzer, che domina le mazze dei St. Louis Cardinals e permette ai capitolini di passare sul 2-0 nella serie vincendo per 3-1. Debutta invece la ALCS con uno Yankees-Astros che sulla carta doveva essere lo spot perfetto del baseball a stelle e strisce ma che invece si rivela essere un clamoroso assolo dei pinstripes, che schiantano i texani con un 7-0 reclamando il vantaggio nella serie.

I Nationals sono arrivati alla NLCS sorprendendo tutti. Nel primo quarto di stagione sembravano destinati agli ultimi posti della classifica NL, e invece la truppa di Dave Martinez ha via via conquistato fiducia e guadagnato terreno. Dopo l'exploit del wild card game, Zimmerman e compagni hanno pensato bene di eliminare i Dodgers e adesso si sono garantiti una partenza a razzo contro l'altra "outsider", quei St. Louis Cardinals che per troppo tempo mancavano da questi palcoscenici. Dopo la magica serata di Anibal Sanchez, che a 35 anni si è riscoperto determinante ed è stato capace di sfiorare un no-hitter in gara 1, i Nationals si ripropongono quasi perfetti con la straordinaria performance di Max Scherzer, che colleziona "swing and miss" a ripetizione (si contano 11 strikeout alla fine delle sette riprese lanciate) e permette ai Cardinals una sola valida (un singolo di Paul Goldschmidt da primo battitore) proprio nel suo ultimo inning lanciato (il settimo). Dall'altra parte della barricata i padroni di casa schierano un altro veterano, Adam Wainwright, che ha fatto il possibile per mantenere in partita i suoi ma che ha pagato a caro prezzo una linea di Michael Taylor finita oltre il muro dell'esterno sinistro nel terzo inning e, nell'ottavo inning, dopo una parte centrale condizionata dalle magiche prestazioni dei due partenti, un paio di singoli prodotti da Adams e Trea Turner ed un doppio di Adam Eaton che permette il 3-0. Nella parte bassa l'unico sussulto dei Cardinals che, uscito Scherzer, arriva contro Doolittle grazie ad un doppio al centro di José Martinez che però non basta, perché Doolittle chiude presto l'inning mentre Patrick Corbin e Daniel Hudson si dividono perfettamente la scena nel nono.

 

In un Minute Maid Park colorato da oltre 40mila tovagliette arancioni, sono i New York Yankees a risaltare grazie alle prestazioni spettacolari di due giocatori in particolare: Masahiro Tanaka e la star 22enne Gleyber Torres. Aaron Boone e A. J. Hinch si affidano a Masahiro Tanaka e Zack Greinke, e per tre riprese consecutive il tabellone rimane sullo 0-0 con Giancarlo Stanton per gli Yanks e Kyle Tucker per gli 'Stros gli unici a raggiungere il sacchetto di prima base. Poi, a partire dal quarto inning, l'incontro cambia volto grazie ad un singolo al primo lancio, e da primo in battuta, colpito da DJ LeMahieu, mandato a casa poco dopo dal primo di tre valide (e cinque RBI) da parte di Gleyber Torres, autore di un doppio nell'esterno centro al primo lancio. Greinke tiene botta ma mentre Tanaka domina anche nel quarto e nel quinto inning, l'ex Diamondbacks sbaglia ancora la misura della fastball e nel terzo inning incassa due fuoricampo prima dal solito Torres (nuovamente al primo lancio) e poi da Stanton. Nel settimo inning sul monte non c'è più Greinke, ma la sinfonia non muta. Ryan Pressly, dominante rilievo Astros, comincia subito alla grande con due eliminazioni, ma Gregorius, LeMahieu e Judge riempiono le basi con tre singoli di fila invitando a nozze Gleyber Torres, il quale, questa volta con conto pieno, produce una volata che cade nell'esterno centro e, sfruttando anche un tiro impreciso di George Springer, produce altri due punti. Sul monte Yankees non c'è più Tanaka (6IP, H, BB, 4K) ma il bullpen (Ottavino, Britton e Loaisiga) fa buona guardia e gode di altri due punti colpiti nell'ultimo attacco con un fuoricampo di Gio Urshela e con un groundout del mattatore Gleyber Torres, diventato il terzo più giovane di sempre a registrare 5 RBI in un incontro di postseason.

 

La NLCS va in modalità "travel day", con Nationals e Cardinals che sfrutteranno un giorno di riposo visto il trasferimento nella Capitale, mentre questa notte (alle 2.08) gli Houston Astros ospiteranno nuovamente i New York Yankees per gara due (live su DAZN).

CALENDARIO COMPLETO

di Luca Giangrande