Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Gli Azzurri in riscaldamento a Mesa nel 2018 (Luca Giangrande)
Federazione

Il Consiglio Federale ha licenziato il Protocollo di sicurezza per gli allenamenti

Una seduta molto attesa in un momento molto importante per la vita di tutti noi, quella del Consiglio Federale FIBS, che si è aperta, come di consueto, con l’approvazione del verbale della sessione del 29 aprile e proseguita con le comunicazioni del Presidente Andrea Marcon, che ha iniziato annunciando di avere ricevuto, nei minuti precedenti la riunione, la certificazione del bilancio 2019 da parte della Ernst & Young. L’approvazione di questo documento, ottenuta nei tempi previsti, è particolarmente importante, perché costituisce la garanzia di continuità aziendale che permette oggi alla FIBS di poter operare le variazioni necessarie per supportare l’attività sportiva, come si sta facendo.

Il primo atto, pratico e concreto, è infatti lo stanziamento approvato di un contributo di 1.000 euro per ciascuna Società affiliata e iscritta all’attività 2020 a supporto dell’acquisto dei dispositivi e delle attrezzature necessari per l’avvio degli allenamenti.

In attesa del nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della definizione delle date effettive per la ripresa degli allenamenti delle discipline di squadra, oltre che delle indicazioni per le regole di comportamento nel corso delle competizioni, il Consiglio Federale ha rinviato a quando si avranno i necessari parametri la valutazione in merito ai campionati.

Intanto è ufficialmente licenziato il Protocollo di Comportamento per gli Allenamenti scaricabile dal link in calce, redatto col contributo della Commissione Medica Federale guidata dal Professor Gianfranco Beltrami, inviato al Ministero dello Sport e al CONI e per email alle Società affiliate.

Il Protocollo, stilato come richiesto dal Ministro dello Sport, tiene in considerazione i dispositivi a livello nazionale che si sono succeduti e si riferisce all’attività di ogni categoria; ovviamente andranno tenute in considerazione da ciascuno le eventuali ulteriori indicazioni degli Enti Locali di riferimento.

È attivato un apposito indirizzo email, covid19@fibs.it al quale gli affiliati sono invitati a mandare le richieste di chiarimenti in merito al Protocollo per la ripresa degli allenamenti. Le domande di interesse generale saranno pubblicate in forma anonima e troveranno risposta nell’apposita pagina di FAQ pubblicata nella sezione Emergenza Coronavirus del sito fibs.it.