Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Le sagome con mascherina di Cina Taipei simbolo del baseball a porte chiuse
Federazione

Puramente indicativi i suggerimenti della FIBS al Governo per la ripresa dell’attività

Nelle ultime ore ha avuto luogo una inopportuna divulgazione del documento contenente le indicazioni per il possibile ritorno all’attività presentato il 18 aprile scorso dalla FIBS al CONI.

Il Comitato Olimpico ha raccolto un unico rapporto per tutte le discipline sportive, attualmente al vaglio della Commissione Tecnico Scientifica del Governo che dovrà predisporre il protocollo comportamentale e la tempistica per la ripresa anche degli sport di squadra da sottoporre all’Esecutivo.

Questa Federazione ritiene oggi opportuno pubblicare e, contestualmente, inviare a tutte le Società affiliate le proprie indicazioni e sottolinea che tale pubblicazione avviene esclusivamente a fini di par condicio, affinché ad avere questo documento non siano solo i pochi referenti di chi ha preferito non rispettare né il lavoro delle persone che lo hanno prodotto, né, soprattutto, i destinatari ultimi, ovvero le donne e gli uomini del movimento del baseball e del softball, correndo il rischio di generare soltanto confusione, in un momento così delicato come quello che stiamo vivendo.

Come noto, il documento, scaricabile al link in calce, è stato redatto da una commissione dedicata, formata dai rappresentanti di tecnici e ufficiali di gara, dai Consiglieri Federali di riferimento e coordinata dal Presidente della nostra Commissione Medica, il professor Gianfranco Beltrami, il quale è anche il Presidente Vicario della Federazione Medico-Sportiva Italiana.

Occorre però sia ben chiaro che quanto in esso contenuto sono solamente delle indicazioni fornite affinché le autorità politiche e sanitarie preposte alla gestione dell’emergenza da covid-19 possano definire il disciplinare per il ritorno all’attività, il quale potrà sensibilmente discostarsi nei modi e nei tempi rispetto quanto suggerito dagli organismi sportivi.

Al momento è perciò inutile qualunque tipologia di intervento che possa essere proposto, in quanto il Governo fornirà direttamente e soltanto alla FIBS il riscontro definitivo.

Come fatto finora, sarà cura della Federazione rendere pubblica con la massima tempestività la decisione definitiva del Ministero, al fine di poter consentire alle Società di adattarsi quanto prima alle nuove disposizioni e consentire il riavvio della stagione agonistica.

Marco Landi