Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
L'italo-canadese Jordan Romano (Toronto Blue Jays) già protagonista in questo inizio di stagione (Greg Fiume - Getty Images)
Campionati baseball

MLB: partenza sprint per gli Houston Astros, Jordan Romano protagonista contro gli Yankees

Quest’anno l’inizio del campionato di Major League Baseball ha coinciso con la Settimana Santa e nelle prime quattro giornate, passate in archivio, non sono mancate le emozioni ed i rinvii in perfetto stile 2020: il debutto di New York Mets e Washington Nationals è stato infatti rimandato a causa di quattro positività al coronavirus nello staff dei capitolini che esordiranno domani martedì 6 aprile alle ore 22 contro gli Atlanta Braves mentre i Mets, dove milita anche l’azzurro Brandon Nimmo, romperanno il ghiaccio nella notte tra lunedì 5 e martedì 6, a Citizens Bank Park di Philadelphia, con uno scalpitante Jacob deGrom atteso sul monte di lancio.

Tre le squadre a punteggio pieno: Houston Astros, Philadelphia Phillies e Baltimore Orioles. La formazione texana è stata la vera mattatrice di queste prime quattro giornate: i ragazzi di Dusty Baker hanno infatti vinto tutte e quattro le partite disputate contro gli Oakland Athletics - ovvero quella che, alla vigilia, veniva vista come la pretendente principale al primo posto divisionale - dimostrando forza sia nel box di battuta che nel monte di lancio come dimostrato dai 35 punti segnati e dai soli 9 subiti per un differenziale di +26 che è già di gran lunga il più alto in MLB, quasi tre volte in più rispetto a quello dei Cincinnati Reds (+9), che, trascinati da un Nick Castellanos sempre protagonista nel bene (2 fuoricampo, 5 punti battuti a casa e 6 valide su 11 turni in battuta) e nel male (accenno di rissa con Yadier Molina durante la seconda partita della serie), ne hanno vinte due su tre contro i St. Louis Cardinals di Paul Goldschmidt e Nolan Arenado. Philadelphia Phillies e Baltimore Orioles hanno invece disputato soltanto tre partite a testa, vincendole rispettivamente contro Atlanta Braves e Boston Red Sox in sfide intradivisionali. La formazione di Joe Girardi ha conquistato la prima partita con un walk-off di Jean Segura, per poi blindare il monte di lancio con le prestazioni di Zack Wheeler (7IP, H, 10K) e Zach Eflin (7IP, 4H, ER, BB, 8K) nelle altre due sfide. Sono apparsi senza identità i Boston Red Sox di Alex Cora che all’esordio hanno addirittura incassato uno shutout per poi subire 11 punti e lo sweep in gara 3 con il solo JD Martinez (un fuoricampo e 3 punti battuti a casa su un totale di 5) a salvarsi in un contesto in cui Alex Verdugo (0-11), Xander Bogaerts (1-12) e Bobby Dalbec (0-10) non hanno saputo trovare il ritmo giusto. A proposito di sfide intradivisionali, nell’American League East partono con il piede giusto i Toronto Blue Jays che per due volte su tre espugnano Yankee Stadium. Ruolo importante in entrambi i successi lo ha giocato il rilievo Jordan Romano (già protagonista con la nazionale azzurra di Marco Mazzieri al World Baseball Classic 2017), autore di una vittoria nella partita di Opening Day e di una hold ottenuta con un ottavo inning senza punti concessi nella sfida domenicale vinta per 3-1 e condita dai primi fuoricampo stagionali di Vladimir Guerrero Jr e Randal Grichuk. Romano, 27enne italo-canadese, lascia così la trasferta newyorchese con 3 strikeout su 2 inning lanciati dopo aver affrontato per due volte assi come DJ LeMahieu e Aaron Judge, ed una volta Gary Sanchez, Jay Bruce, Clint Frazier, e Aaron Hicks. Partono con il piede giusto anche i Tampa Bay Rays (due vittorie su tre a Miami), campioni in carica dell’American League, ma non i nuovi acquisti Rich Hill e Chris Archer, che hanno incassato complessivamente sette punti su sei inning di lavoro nell’ultima partita della serie, persa 12-7. Parlando di campioni, i Los Angeles Dodgers hanno iniziato invece con il piede sbagliato cedendo la prima partita dell’anno a Denver, dove i Rockies hanno avuto la meglio su Clayton Kershaw. Poi i campioni in carica hanno ribaltato la situazione vincendo le successive tre partite: in gran spolvero Trevor Bauer, che al debutto ha tenuto tra le mani un no-hit fino alla fine del sesto inning. Parlando di no-hitter mancate una citazione va fatta alla seconda partita della serie tra Minnesota Twins e Milwaukee Brewers (portata a casa con due successi dalla formazione della AL Central) che ha visto Corbin Burnes, lanciatore dei Brewers, perdere il "no-no" nel settimo inning da un fuoricampo di Byron Buxton ed i Twins perdere quello combinato da José Berrios e Taylor Rogers dalla valida di Omar Narvaez nell’ottava ripresa.

I San Diego Padres mantengono il contatto con i Los Angeles Dodgers e chiudono le prime quattro partite di stagione con tre successi arrivati contro gli Arizona Diamondbacks, che evitano lo sweep proprio nell’ultima partita della serie sfruttando una falsa partenza del partente californiano Chris Paddack. Vano è risultato il primo fuoricampo stagionale di Fernando Tatis Jr. I Padres possono comunque consolarsi con il 7-0 di gara 3 (fuoricampo di Machado e positiva partenza del nuovo arrivato Joe Musgrove) e con un bullpen già in palla specialmente con il duo formato Emilio Pagan-Mark Melancon, già protagonisti rispettivamente di due vittorie ed altrettante salvezze nelle prime due partite di campionato.

Tanto spettacolo ed entusiasmo ad Anaheim, dove i Los Angeles Angels hanno vinto tre partite su quattro contro i Chicago White Sox della leggenda Tony LaRussa: nei White Sox grande protagonista è stato Yermin Mercedes che tra venerdì 2 e sabato 3 ha battuto 8 valide consecutive diventando il primo, nella storia della MLB, a riuscire in tale impresa. Gli Angels hanno però potuto contare su Shohei Ohtani (2 fuoricampo e protagonista da lanciatore e battitore in gara4) e Jared Walsh, autore del fuoricampo che ha consegnato agli Halos di Joe Maddon il successo in walk-off nell’ultima partita della serie. Partono male dunque i White Sox che dopo quattro partite si ritrovano ultimi nella division, dietro anche i Cleveland Indians di Terry Francona puniti da due sconfitte contro i Detroit Tigers di Miguel Cabrera, autore del primo fuoricampo della stagione 2021, peraltro arrivato sotto una nevicata. Nei Tigers grandi protagonisti anche Nomar Mazara (4-11 con un fuoricampo e 3 punti battuti a casa) e Jeimer Candelario (3-12) ed i lanciatori Matthew Boyd e Julio Teheran mentre ottiene un posto nei titoli di giornale anche il 22enne Akil Baddoo che nella sconfitta per 9-3 di domenica ha colpito un fuoricampo al debutto in MLB sul primo lancio visto in carriera.

Buon inizio anche per i Chicago Cubs dell’italo-americano Anthony Rizzo (2-8) che godono di un Kris Bryant tornato a buoni livelli (3-9), protagonista anche di un fuoricampo nell’ultima partita della serie, vinta per 4-3 contro i Pittsburgh Pirates, dove a ritagliarsi un ruolo da protagonista è stato anche Craig Kimbrel, autore di una salvezza con due strikeout, già messosi in luce con due strikeout in gara2 che ha visto Jake Arrieta brillare con una partenza di qualità.

Buon inizio di stagione anche per Kansas City Royals e Seattle Mariners, protagonisti di due successi su tre rispettivamente contro Texas Rangers e San Francisco Giants.

STATISTICHE

CLASSIFICA

 

In Italia la Major League Baseball è trasmessa su Sky ed in questa settimana ci saranno altri 3 appuntamenti, da vivere sui canali di Sky Sport:

Martedì 6 aprile ore 19 (primo lancio 19.10) Minnesota Twins @ Detroit Tigers (commento in italiano Nicolodi-Freri) su Sky Sport Collection (canale 205)

Venerdì 9 aprile ore 21 (primo lancio 21.10) New York Yankees @ Tampa Bay Rays (commento in italiano Freri-Gotta) su Sky Sport Arena (canale 204)

Sabato 10 aprile ore 19 (primo lancio 19.10) Miami Marlins @ New York Mets (commento in italiano Nicolodi-Freri) su Sky Sport Collection (canale 205)

Luca Giangrande

La MLB ai blocchi di partenza: la stagione 2021 in tv su Sky Sport