Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Clayton Kershaw (Los Angeles Dodgers) porta i Dodgers ad una vittoria dal trionfo (AP Photo)
Campionati baseball

Kershaw-Pederson-Muncy: i Dodgers ad una vittoria dall'anello

Saranno i Los Angeles Dodgers la squadra che scenderà in campo martedì sera con la possibilità di laurearsi campioni: gara 5 della World Series 2020 termina infatti 4-2 per i losangelini sui Tampa Bay Rays e per la squadra di Dave Roberts si tratta della terza leadership acquisita nella serie.

La rivincita di gara 1 con Clayton Kershaw da una parte e Tyler Glasnow dall’altra come lanciatori partenti non sembra far cambiare la musica: i Dodgers, per scrollarsi di dosso il rocambolesco finale di gara 4, partono forte e sono immediatamente avanti con il singolo di Corey Seager che porta a casa Mookie Betts, autore di un doppio in apertura, e con due out sul conto anche Cody Bellinger partecipa al grande avvio con un singolo che a sua volta spinge a casa l’interbase di LA.

Mentre Kershaw, nonostante i leadoff di ogni ripresa dei Rays riescano a raggiungere salvi la prima base, riesce a rimanere lontano dai problemi almeno fino alla terza ripresa, nel secondo inning i Dodgers vanno sul 3-0 con il fuoricampo di Joc Pederson – ottavo diverso giocatore di Los Angeles a battere un home run in questo Fall Classic. Come detto però Tampa Bay rientra in partita nella terza frazione, aperta da Kiermaier con una valida “di gambe” e culminata con il duo cubano Diaz-Arozarena capace di accorciare fino al 3-2.

La partita sembra essersi riaperta ed i Rays hanno, un inning più tardi, un’occasione d’oro con i corridori agli angoli e zero out. Dopo due out, però, la giocata che cambia il match: Manuel Margot in terza base, sfruttando il lungo stretch di Kershaw sul monte tenta un’incredibile rubata di casa base che però non va a buon fine. Nella metà ripresa successiva Max Muncy schianta la fastball di Glasnow oltre le recinzioni e permette ai Dodgers di allungare in un modo che si rivelerà poi definitivo.

Dopo l’out di Margot a casa base Kershaw – che nel frattempo diventa il leader all-time per strikeout nella postseason superando Justin Verlander fermo a 205 – e Dustin May, chiamato a rilevarlo, ritirano nove battitori consecutivi. I Rays avrebbero le occasioni per rifarsi sotto tra ottavo e nono inning, ma Victor Gonzalez prima e Blake Treinen poi tolgono le castagne dal fuoco e consegnano ai Los Angeles Dodgers la vittoria in gara 5.

Giorno di riposo ora per le due squadre, mentre cresce l’attesa per gara 6 che sarà di scena nella notte italiana tra martedì e mercoledì a partire dall’ora 1. Diretta con commento in italiano su Sky Sport Uno (canale 201) e Sky Sport Arena (canale 204) per scoprire se, 32 anni dopo l’ultima volta, i Dodgers torneranno campioni oppure ci sarà bisogno di gara 7.

di Nicolò Gatti